Recupero Password
Molfetta, consiglio comunale: commosso omaggio dell'aula ad Antonio Camporeale. Presente il sen. Antonio Azzollini: “schietto, modesto e instancabile, aveva una strepitosa capacità di analisi politica” Il consigliere regionale improvvisamente scomparso. Il sindaco Paola Natalicchio abbraccia il senatore Azzollini: “ci sono momenti istituzionali nei quali non possono esistere divisioni”. Dato anche il via libera all'ingresso nell'Aro. Rinnovato il contratto con l'Asm per altri 24 mesi, tutto pronto per il porta a porta che partirà in primavera
24 dicembre 2014

MOLFETTA - E' lungo e appassionato l'abbraccio che il consiglio comunale ha dedicato ad Antonio Camporeale, consigliere regionale Ncd, improvvisamente scomparso lo scorso mercoledì a 62 anni. E' forte l'immagine del senatore Antonio Azzollini, guida politica e amico fraterno dello scomparso consigliere, a fianco del sindaco Paola Natalicchio. Polemiche arroventate e scontri violentissimi, che per mesi hanno scandito la vita politica molfettese, hanno lasciato il passo al momento del “buon ricordo”.

“Tonino non avrebbe affatto gradito questa manifestazione d'affetto e probabilmente mi avrebbe rimbrottato come si deve. Era un tipo essenziale che non amava la ribalta. Eppure è giusto, oggi, ricordarlo perché a nessuno deve sfuggire la sua caratura” ha esordito il senatore Azzolini che dopo aver ringraziato le istituzioni cittadine per l'ospitalità, ha ricordato le tappe di una carriera lunghissima.
“Tonino non aveva una grande vocazione alla gestione, piuttosto era abilissimo a trasmettere i problemi delle città alle istituzioni. Aveva una straordinaria capacità di analisi politica. Coglieva i problemi generali, ne capiva l'anima e quindi capiva dove bisognava intervenire. Ricordo da ragazzi le nostre appassionate discussioni sulla rivoluzione e i soviet. Una notte in particolare discutemmo fino all'alba. Il problema era: chi difenderà i soviet? Quando anni dopo, diventammo entrambi per un breve periodo assessori, ci sistemammo in una stanzetta microscopica, “un buchino” nel quale ci alternavamo nelle ore di lavoro. A Tonino andava benissimo così: non ha mai nella sua vita, avuto bisogno o chiesto un qualsiasi segno di riconoscimento esteriore del suo ruolo”.
Preparato, essenziale e tenace era “capace di avventurarsi in discussioni lunghissime nelle quali la spuntava sempre. In particolare ricordo una notte interminabile in via Picca. Bisognava decidere se mettere o meno un simbolo su un manifesto elettorale. Tonino insistette così tanto che alla fine gli altri si arresero. Era incredibile: non si stancava mai! Credo che il disinteresse per ogni questione concreta e l'amore invece per l'analisi, le visioni generali del problema e quindi gli indirizzi efficaci per la loro risoluzione siano state le caratteristiche straordinarie del personaggio. Ai suo funerali è arrivato tutto il gruppo regionale, un ulteriore riconoscimento del suo prestigio. Ha incarnato al massimo quello che la politica deve essere da Aristotele in poi” ha infine concluso, emozionato il senatore.
Intenso anche l'appassionato  ricordo del consigliere Ncd Luigi Roselli: “ Pragmatico, essenziale e determinato, è stato uno straordinario protagonista della storia politico-amministrativa della Puglia e le sue qualità saranno per sempre un insegnamento per tutti. Umile e coerente, non amava la retorica, e ancora negli ultimi tempi seguiva di persona tutti i consigli comunali, sempre fuori dal cono di luce dei riflettori. Era un combattente e a me piace credere che oggi sia ancora con noi ad ascoltarci in silenzio, nella solita terza fila, tra il pubblico”. 
Il sindaco Paola Natalicchio ha sottolineato come “ci sono momenti nella vita istituzionale in cui non possono esserci divisioni di nessun tipo. Di Camporeale ricordo la persona pacata e rispettosa, instancabile spettatore dei nostri consigli comunali. Mi ha colpito tantissimo la sua vicinanza al senatore Azzollini. Nei momenti di tempesta, anche quando qualcuno ha vacillato lui è rimasto sempre al suo posto. E un fattore apolitico che me lo ha reso simpatico”.
Sulla stessa lunghezza d'onda Annalisa Altomare: “questo consiglio comunale è uno scatto di reni istituzionale, un omaggio doveroso a un uomo autorevole e pacato che in città ha sempre raccolto moltissimi consensi”.
L'aula, alla presenza della vedova e della figlia dello scomparso consigliere, ha tributato  un minuto di silenzio alla sua memoria.

Alla ripresa dei lavori sì è parlato di Asm, il cui contratto di servizio è stato rinnovato per altri 24 mesi. “Abbiamo ereditato una Asm allo stato vegetativo, noi ora la rilanciamo puntando su uomini e mezzi” ha riassunto Davide De Candia (Pd) mentre Ninnì Camporeale ha annunciato il voto sfavorevole della minoranza: “l'amministrazione ci appare confusa e va avanti con atti di fede, senza una precisa linea”.
Approvato, stavolta all'unanimità, l'ingresso di Molfetta nell'Aro (Ambito di raccolta ottimale). Si tratta di una società  che si chiamerà "Servizi ambientali del nord barese Spa" e avrà sede nell'Asipu di Corato, che si occuperà dello smaltimento dei rifiuti puntando su porta a porta e raccolta differenziata. Ne faranno parte anche Corato, che è il capofila, poi Terlizzi, Bitonto, Ruvo di Puglia. Molfetta, in realtà, manterrà ampi margini di autonomia, a iniziare dalla presenza dell'Asm che resterà come detto in attività.
“Diamo seguito a una legge regionale del 2012, alla quale non possiamo non attenerci. Il nostro al momento è un ingresso formale. Entro primavera partirà il porta a porta e garantiremo un servizio efficiente, moderno, sostenibile”
ha concluso il sindaco Paola Natalicchio.

© Riproduzione riservata

Autore: Onofrio Bellifemine
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet