Recupero Password
Molfetta calcio, l'avventura nel campionato di Eccellenza continua I giocatori hanno accettato di rimanere anche con il rischio di non essere pagati. Il presidente commosso: “Questi ragazzi non meritano questa situazione”
13 dicembre 2006

MOLFETTA - “Il campionato di Eccellenza continua, i ragazzi hanno deciso di continuare l'avventura pur sapendo che rischiamo di non ricevere gli stipendi nella misura pattuita”. Il presidente del Molfetta calcio Giuseppe De Nicolò ci ha comunicato le decisioni prese dalla squadra dopo un confronto protrattosi per oltre due ore. Il presidente ha illustrato ai giocatori la situazione societaria. “Agli atleti ho detto con chiarezza che il mio badget è stato abbondantemente superato. Confido che il sindaco Azzollini una volta liberato dai suoi impegni di parlamentare per la Finanziaria, si occupi del nostro caso. Nel frattempo però non posso garantire i futuri pagamenti. Ho voluto parlare chiaro ai giocatori anche per correttezza. Domani, giovedì 14, si chiude la campagna trasferimenti, mi è sembrato giusto dare l'opportunità per chi non se la sente di continuare, di accasarsi altrove. Ho anche promesso che gli eventuali nuovi introiti andranno interamente a loro beneficio”. In pratica il presidente è intenzionato a concludere il campionato, con l'obiettivo di conquistare la permanenza in Eccellenza, anche a costo di schierare i giovani della squadra Juniores. La risposta della squadra è stata sofferta: “Non è stata una decisione facile – ci ha dichiarato Amedeo D'Aloia – perché ognuno in base agli impegni, all'inizio dell'anno fa dei progetti. La decisione è stata presa da tutta la squadra, perché ci teniamo a questa maglia, a questa società e al presidente che con noi giocatori, in questi anni è stato sempre corretto. Abbiamo fiducia che il sindaco quanto prima mantenga le promesse fatte in estate. Aspettiamo serenamente un suo interessamento per garantire la continuazione di questo bel giocattolo che siamo riusciti a creare quest'anno”. Le decisioni della squadra hanno commosso il presidente: “Sono contento del comportamento dei giocatori. Pur avendo l'opportunità di cambiare squadra hanno deciso di continuare con noi. Questi ragazzi non meritano questa situazione. La loro decisione mi impegna ancor di più a cercare con tutte le mie forze di trovare le risorse, che questi ragazzi meritano”.
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Non commento la dichiarazione del sig. de Pinto in quanto è evidente che non ha seguito la storia dall'inizio. Per quanto riguarda il biglietto a 15 - 20 euro non sono d'accordo in quanto tutti andando allo stadio abbiamo sentito le lamentele dei "domenicanti da stadio" per l'aumento del prezzo dei biglietti. Figuriamoci raddoppiandoli; si rischierebbe lo stadio vuoto. Di contro invece penso che come altre società sono riuscite a fare, bisognerebbe invogliare più gente a venire a vedere la partita,le famiglie, ad esempio togliendo il biglietto per le donne (anche se irrisorio) e cercando di creare un clima più di festa. La gente manca al P.Poli e quella che c'è per metà entra gratis o salta i cancelli. Possibile che sono diventati tutti amanti del basket? (sia chiaro niente contro la Virtus... anzi un in bocca al lupo pure a loro) D'accordo per le tessere socio e per una organizzazione interna alla società che si muova a cercare anche piccole sponsorizzazioni. Possibile che solo al P. Poli non c'è un cartellone pubblicitario? Molfetta è zeppa di cartelloni pubblicitari, ovunque, tranne allo stadio... come mai ? Pure d'accordo sul discorso del progetto. La società deve avere ben in mente dove vuole arrivare altrimenti ciò che fortunatamente non è accaduto in questi giorni potrebbe accadere a fine campionato. Vogliamo la serie D? Ci sono i presupposti x affrontarla economicamente senza aspettare grazie da Azzollini o Spadavecchia (che ricordo è stato anche calciatore nella Molfetta Sportiva e adesso? Avrà altro a cui pensare...), personaggi, che come stanno dimostrando, sono inaffidabili. E ancora una volta DOMENICA TUTTI ALLO STADIO !!!



Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet