Recupero Password
Matrimovie raddoppia: sarà sulle tv statunitensi e francesi Domani e giovedì al cinema Odeon con gli sposi, protagonisti dei film in cartellone, ci saranno le telecamere di France2 della Abc
07 ottobre 2008

MOLFETTA - Questa sera a Molfetta sono attese le telecamere di France2, la più importante televisione pubblica francese, giovedì quelle della Abc, network statunitense che non ha bisogno di spiegazioni. Le telecamere di tutto il mondo approdano al cinema Odeon per assistere a MatriMovie, il fenomeno del momento che porta al cinema i film dei matrimoni. L'idea, che anche la stampa autorevole ha definito geniale, dopo aver conquistato le pagine della carta stampa nazionale e internazionale (da subito ne ha parlato la stampa inglese) del web, delle televisioni italiane, adesso con la Abc, che ha già dedicato due pagine del suo giornale telematico, supera i confini della vecchia Europa. La sorpresa di tutti? Quel progetto era nato in sordina anche con l'intento di scongiurare la chiusura dell'unico cinema cittadino (schiacciato dalla concorrenza dei multiplex); doveva impegnare la sala ogni martedì fino a maggio prossimo (tante sono le prenotazioni), invece questa settimana raddoppia e costringe l'Odeon ad aprire anche nell'unico giorno di chiusura settimanale, il giovedì. Il progetto era stato preannunciato in punta di piedi il 5 e il 6 agosto dalla Gazzetta del Mezzogiorno e dal Tg5, poi il 23 settembre scorso, in occasione della prima è esploso travolgendo anche il suo ideatore, il pubblicitario Roberto Pansini. Ora? “Devo vagliare le richieste, pervenute anche da altre regioni di Italia, di gestori di cinema che – dice - vogliono importare l'idea per salvare le loro sale”. Intanto, domani e giovedì, a Molfetta, alle 21, nel cinema Odeon è ancora MatriMovie.
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Ho l'impressione che per quanto riguarda l'argomento e novità simili comportamentali di cambiamenti culturali e di vita, forse si generalizza anche con un pizzico di confusione. Andrei cauto ad esprimere giudizi sia di critica negativa o di approvazione e vengo a spiegarmi. Il problema per quanto riguarda la visione nell'ottica della "New Generation", non mi permetto di formulare nessun giudizio anche perchè, non essendo più giovincello, lascio a chi le vive queste situazioni le decisioni in merito. Quindi secondo un mio modesto parere è un problema generazionale. Noi della "Greatest Generation", educati non meglio ma diversamente in una visione sociale quasi al rovescio di quella attuale, per quanto riguarda certe manifestazioni tipo "MatriMovie", non critichiamo e nemmeno condanniamo, sarebbe falsa moralità con un pizzico di ipocrisia. Quello che ci preme è la "pulizia" di certe manifestazioni, perchè temiamo "l'inquinamento socio - culturale come già è avvenuto in passato, per altre iniziative moderne considerate geniali anche dalla "Greatest Generation". Noi temiamo per eventuali "deviazioni" dovute a curiosità sempre più morbose che attanagliano non tutti ma gran parte della "New Generation", non essendo queste manifestazioni ed altre simili, regolate da leggi e regole dello Stato ma dal buon senso civico di tutti. Esempio: i cellulari con macchine fotografiche incorporate, i computer con Webcam, internet ecc.ecc.. Notizie giornaliere ci informano di malefatte e cattiverie inquinanti queste belle e comode invenzioni. A noi della "Greatest Generation" dispiace e ci addolora, pensando all'incolumità di figli e nipoti. Vorremmo delle regole in merito, per distinguere quello che si può e si deve fare, ma anche quello che non si può fare e non si deve fare per rispetto a se stessi e agli altri.



Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet