Recupero Password
Madonna dei Martiri: a Molfetta torna la processione a mare con tante novità Tre i cardini su cui ruoteranno i festeggiamenti: fede, folklore e tradizione
11 agosto 2022

MOLFETTA – “Insieme si può” è lo slogan che caratterizzerà la festa patronale dell’8 settembre, come ha sostenuto il vescovo Mons. Domenico Cornacchia, intervenuto alla conferenza di presentazione del programma che si è tenuta nella sala consiliare Gianni Carnicella, alla presenza del sindaco Tommaso Minervini, del Rettore della Basilica padre Nicola Violante e del parroco della Cattedrale di Santa Maria Assunta don Pasquale Rubini e del presidente del Comitato Feste Patronali Leonardo Siragusa.

Il presule ha sottolineato l’importanza della sinergia, della collaborazione tra istituzioni civili e religiose, in primis, e con tutta la “Civitas Mariae”, intesa come comunità di cittadini, non a caso ha rivolto un pensiero a coloro che non potranno, fisicamente, prendere parte ai festeggiamenti perché nella sofferenza o perché lontani dalla città.

Tutto ruoterà su tre cardini: fede, folklore, tradizione; in altre parole, le prossime settimane saranno connotate da preghiera e devozione ma anche da spettacolo e intrattenimento.

Il ritorno della festa per la Madonna dei Martiri, dopo la pausa forzata a causa della pandemia, vede innanzitutto un prolungamento del clou dei festeggiamenti. Esaudita, infatti, la richiesta del presidente Leonardo Siragusa: considerando che il consueto triduo – 7, 8 e 9 settembre – termina di venerdì, si è deciso di proseguire sino a domenica 11 settembre.

In realtà le celebrazioni hanno già avuto inizio lo scorso 7 agosto, con il sorteggio della “barca della Madonna”, ossia il motopesca “Morfeo”. Come di consueto, agli armatori dell’imbarcazione sorteggiata spetta la scelta delle “damigelle”, ossia delle imbarcazioni che affiancheranno quella che avvoglierà la statua del Verzella. Gli armatori del Morfeo hanno scelto gli altri due motopescherecci partecipanti ma non premiati dal sorteggio, ossia il “Mimmo” e il “Niagara”.

Triade confermata durante la cerimonia di intronizzazione del simulacro della Vergine, che si è svolta sul sagrato antistante la Basilica nella serata della serata della scorsa domenica.

Decisione, quella di tenere la celebrazione all’aperto, dettata dalla volontà di porre al centro della festa l’intero quartiere – come ha sottolineato Leonardo Siragusa – e rivelatasi provvidenziale, vista la grande affluenza di fedeli (mai avrebbero potuto essere ospitati tutti all’interno dell’aula liturgica).

Numerose anche le altre novità del programma, a partire dal corteo che si terrà il 28 agosto, con la collaborazione dell’associazione “Melphicta nel Passato”. Saranno coinvolti circa 200 figuranti, con il coinvolgimento di altre associazioni provenienti da Altamura (Federicus e Omnes Leones) e Barletta (Brancaleone Onlus e I Fieramosca).

Il corteo prenderà il via alle ore 19 dalla Cattedrale, raggiungerà la banchina Seminario, dove, sul piazzale antistante il Duomo San Corrado, accoglierà l’icona che giungerà dal mare su una imbarcazione della Lega Navale di Molfetta. Il corteo, dopo gli interventi del sindaco e del vescovo, si snoderà lungo via San Domenico, via San Carlo, via Madonna dei Martiri, viale dei Crociati per raggiungere la Basilica.

Dal 27 agosto al 18 settembre sarà possibile ammirare, nel chiostro della Basilica, la terza edizione della mostra fotografica “Ave Maris Stella”, a cura dell’associazione “Scorci di Storia, Folklore e Artigianato”,

Dal 29 al 6 settembre si terrà la novena, seguita dalla tradizionale fiaccolata.

La novena sarà dedicata, in particolare, alle categorie produttive della città, in particolar modo ai marittimi, ma anche alla vita consacrata, ai bambini, ai giovani (ai quali sarà dedicata la serata del 4 settembre), alle famiglie. Una novità sarà la giornata (individuata nel 29 agosto) dedicata allo sport.

Padre Violante ha sottolineato come quest’anno si sia voluto dedicare un tempo alla preparazione spirituale alla stessa novena. Dal 22 al 26 agosto, infatti, sarà recitato il rosario (animato da alcune associazioni molfettesi).

Tornerà anche il Festival delle Bande da Giro; la seconda edizione è in programma dal 6 all’11 settembre.

Mercoledì 7 settembre si terrà la cerimonia dell’incoronazione della Madonna, la corona sul capo della statua sarà collocata dalla moglie dell’armatore del motopeschereccio Morfeo.

Giovedì 8 settembre torna, finalmente, la processione a mare. L’intera celebrazione sarà trasmessa in diretta da Telebari.

Il simulacro sosterà in Cattedrale dieci giorni, giorni dedicati alla spiritualità, alla meditazione su “Maria, madre della Chiesa”. Particolare attenzione, come ha tenuto a precisare don Pasquale Rubini, sarà dedicata alle categorie degli agricoltori e dei commercianti.

L’associazione Idea Molfetta ha organizzato un festival della Bassa Musica nelle giornate del 16 (giorno in cui, tra l’altro, alle ore 20, sul sagrato della chiesa Purgatorio si terrà il concerto della Banda della Brigata Meccanizzata Pinerolo – Esercito Italiano) e 17 settembre.

Ultimo atto dei festeggiamenti sarà il rientro della statua in Basilica domenica 18 settembre.

Ma la festa patronale è contrassegnata anche da altri elementi, come luminarie, luna park, bancarelle e fuochi d’artificio.

Le assegnazioni delle postazioni di vendita, quest’anno, non saranno di competenza del Comitato bensì del Comune di Molfetta.

La Secca dei Pali ospiterà il luna park e alcune postazioni di vendita di prodotti alimentari.

Molto più ampio e articolato l’allestimento delle luminarie, tanto da rendere necessario il ricorso a più imprese. La ditta Di Pierro si occuperà, oltre delle luminarie dinanzi alla facciata principale della Basilica (già realizzate) di quelle lungo il viale dei Crociati (in cui, per la prima volta, è previsto un allestimento a galleria). Le luminarie in centro (via San Domenico, banchina San Domenico, corso Dante, piazza Garibaldi) saranno affidate alla ditta Massimo Marano di Scorrano, che ha previsto anche la realizzazione di un tunnel luminoso).

Non mancheranno i fuochi pirotecnici (in programma uno spettacolo la sera dell’8 settembre e tre domenica 18).

Coinvolte anche associazioni di volontariato, come il SERMolfetta che, in collaborazione con la Cooperativa FeArT, il Teatro dei Cipis e La Fabbrica delle Parole, realizzerà iniziative rivolte ai più piccoli.

«Un evento che va a rinverdire quella che è la nostra principale identità» ha affermato il sindaco Minervini, ricordano come nello scorso anno Molfetta sia stata consacrata “Civitas Mariae” proprio per sottolineare questo particolare rapporto della città con la Madonna dei Martiri.

L’auspicio espresso dal primo cittadino è che si possa vivere questo momento in letizia, con senso di responsabilità e senso civico.

@Riproduzione riservata

Autore: Isabella de Pinto
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet