Recupero Password
Libridamare 2022 10ª edizione a Bisceglie
27 giugno 2022

BISCEGLIE - 10 anni! Un bel traguardo per Libridamare, la rassegna organizzata a Bisceglie dal Circolo dei lettori – Presidio del Libro di Bisceglie che seguendo ogni anno un filo conduttore ha portato in città letteratura, teatro, musica, riflessioni leggere e profonde ad animare le estati biscegliesi, senza dimenticare lo spazio per i più piccini. Quest’anno Libridamare rompe un tabù e sceglie come filo conduttore La cognizione del dolore; il dolore, fisico e forse soprattutto mentale, è una delle caratteristiche della specie umana ed è importante raccontarlo per affrontarlo ed elaborarlo, imparando a vedere e ascoltare in modo autentico le persone che vivono vicino a noi ma anche noi stessi, lasciandoci condurre per mano dalla letteratura e dall’arte.

Il programma

1 luglio ore 19.30 Castello normanno svevo SLEGAMENTI: Dante e Dalì Narrare il dolore con l’arte - Video e reading-

 Nel 1950 l’Istituto Poligrafico dello Stato commissionò a Dalí un ciclo di illustrazioni della Divina Commedia. Il percorso di Dalí nel poema di Dante intesse un dialogo intimo e personale con l’opera del poeta, approcciata con uno sguardo che si potrebbe definire psicoanalitico. InfernoPurgatorio Paradiso diventano terreno di cimento per ipotizzare leggi prospettiche estranee alla razionalità umana. Lo spazio e il tempo si dilatano per aderire a una dimensione interiore che non è possibile conoscere con gli strumenti della comune logica. Il gruppo di persone libro Slegamenti ha realizzato un lavoro per immagini e parole che conclude il percorso 100 canti per 100 giorni con cui abbiamo celebrato il VII centenario della morte di Dante.

 

8 luglio ore 19.30 Chiostro degli Agostiniani Piero Dorfles : Dostoevskji, dolore ed espiazione

Una conversazione affascinante con Piero Dorflesci condurrà a guardare da vicino nell’animo tormentato di uno dei maestri della letteratura russa: dalla finta condanna a morte, all’esilio in Siberia, all’epilessia, la vita dell’autore di “Delitto e castigo” è stata una dolorosa avventura. Fëdor Michajlovic Dostoevskij avrebbe scritto lo stesso i suoi più grandi capolavori, come Delitto e castigo, I demoni, o I fratelli Karamazov se non avesse dovuto affrontare un esilio decennale in Siberia, al bagno penale prima e come soldato semplice nella remota Semipalatinsk poi? Molto probabilmente ne avrebbe scritti altri, sicuramente in un’altra forma; ma l’interesse per un’umanità infelice e tormentata, per la psicologia che soggiace dietro ogni relazione, è presente fin dai suoi esordi. Piero Dorfles scrittore, giornalista, critico letterario ne farà un racconto indimenticabile.

 

15 luglio ore 19.30 luogo da definire Rossana Dedola: Elsa Morante, L’Incantatrice. Mistero gaudioso, mistero doloroso.

Rossana Dedola, autrice di una affascinante biografia di Elsa Morante, ci porta alla scoperta di una protagonista del ‘900 italiano. Anticonformismo ed empatia nei confronti delle creature più vulnerabili segnarono l'esistenza di questa scrittrice rivoluzionaria. Il tormentato matrimonio con Moravia e gli amori infelici con Visconti e Bill Morrow, ma anche l'amicizia con Debenedetti, Saba, Penna, Pasolini, Calvino, Leonor Fini, Fofi, Agamben, Ramondino, e tanti altri artisti e intellettuali, ispirarono il rituale creativo al quale Elsa Morante sacrificò la propria esistenza: raccontare, attraverso pagine indimenticabili, come le stelle si rispecchiano nella polvere. Capace di indagare nelle contraddizioni più laceranti della famiglia come della Storia, perseguì per tutta la vita, talvolta a caro prezzo, la fedeltà alla propria anima di madre e bambina, che illumina i suoi romanzi e racconti.

22 luglio ore 19.30 Vecchie Segherie Mastrototaro  Concerto Trio  ClaVioChi  Narrare la malinconia con la musica

Nel programma musicale del trio ClaVioChi, confluiscono le personalità, gli studi e le tendenze artistiche di ognuno dei musicisti. Al rigore e alla cantabilità della musica classica si uniscono le armonie della bossa brasiliana e del tango e della milonga argentini. Il trio si compone e si scompone a seconda del repertorio e dei colori della musica. Il viaggio musicale ha inizio dalla musica ottocentesca per poi proseguire verso quella dei piccoli “Decoupage” di Battista e verso i ritmi della bossa di Machado e dell’appassionante musica argentina di Pujol e di Piazzolla.

Musicisti: Paolo Battista (chitarra) Sebastiano Di Perte (clarinetto) Marco Gargiulo (violoncello)

 

5 agosto ore 19.30 Chiostro degli Agostiniani Gabriella La Rovere “Francisco”, pièce teatrale - Il dolore maestro.

Francisco è uno spettacolo teatrale tratto dal libro di Gabriella La Rovere “Francisco. La vita del matto buono dei frati” (Augh edizioni 2020) che racconta la storia vera di Francisco Pascal, frate carmelitano, vissuto in Spagna alla fine del Cinquecento, e divenuto Venerabile. Responsabile di un omicidio, del quale sembra non avere consapevolezza, riesce a realizzare il sogno di vestire l’abito religioso, come frate converso, come un Forrest Gump ante litteram. La soria di francisco ci mostra come importante e determinante per la nostra Vita sia la possibilità di coltivare i nostri sogni, avere fiducia verso chi molto spesso viene etichettato dalla società come “folle” ma che, in fondo, ha solo un punto di vista “diverso”. È la descrizione limpida del dualismo normalità/follia, il racconto della vita dentro la vita.

12 agosto ore 19.30 Vecchie Segherie Mastrototaro Teresa Lussone racconta Irene Nemirovsky  Narrare il tormento dell’abbandono

 «Irène Némirovsky» ha scritto Pietro Ci­tati «possedeva i doni del grande roman­ziere, come se Tolstoj, Dostoevskij, Balzac, Flaubert, Turgenev le fossero accanto e le guidassero la mano». Per tutti coloro che dal 2005 (anno della pubblicazione di Suite francese in Italia) hanno scoperto, e amato, le sue opere, Tempesta in giugno sarà una sorpre­sa e un dono, perché potranno finalmente leggere la «seconda versione» – dattiloscrit­ta dal marito, corretta a mano da lei e con­tenente quattro capitoli nuovi e molti altri profondamente rimaneggiati – del primo dei cinque movimenti di quella grande sin­fonia, rimasta incompiuta, a cui stava lavo­rando nel luglio del 1942, quando fu arre­stata, per poi essere deportata ad Auschwitz. Teresa Lussone, traduttrice insieme a Laura Frausina Guarino, di Tempesta in giugno, ci accompagnerà in questa riscoperta

19 agosto ore 19.30  Vecchie Segherie Mastrototaro  Ferite. Esercizi di resistenza al dolore - Reading con Nunzia Antonino. Da Concita De Gregorio, Claudia Galimberti, Mariangela Gualtieri.

Malamore è un libro di Concita De Gregorio del 2008 e ha una forza che cresce col passare degli anni: cresce perché resta intatta, nel tempo, la vera domanda che lo anima. E la domanda non è perché gli uomini si sentano tanto spesso autorizzati a esercitare violenza - verbale, fisica, psicologica - sulle donne che sostengono di amare. La vera questione - mi pare, piuttosto - è perché le donne non siano in grado di respingere la violenza, quando la riconoscono. Cosa le induce, cosa ci induce a sopportare il crescendo di umiliazioni, le piccole angherie domestiche, le prepotenze pubbliche che sempre preludono a un epilogo tragico? Cosa ci fa credere di poter cambiare, accogliere, domare la minaccia?

 

Accanto al programma di Libridamare si svolge nei mesi di luglio, agosto e settembre in biblioteca Isolachenoncè la sezione per i più piccoli Libricinidamare con laboratori di lettura ad alta voce per bambini e ragazzi da 0 a 99 anni per 2/3 appuntamenti settimanali e per i pazienti.

La partecipazione agli incontri consentirà  il riconoscimento dei crediti formativi sulla piattaforma SOFIA  per i docenti e da parte del Circolo per gli operatori culturali.

 La rassegna si avvale del patrocinio del Comune di Bisceglie e del sostegno della Regione Puglia, nell’ambito del progetto La parola che cura, viaggiare per non perdersi, finanziato dal programma straordinario per la cultura 2020, oltre che dell’associazione dei Presìdi del Libro e di Universo Salute Opera Don Uva.

Annovera tra gli sponsor l’associazione Tandem, l’associazione Terra e Libertà, Palazzo Lupicini, Il lavoro sicuro.

Collaborano a vario titolo all’organizzazione di #Libridamare2022 la Libreria Vecchie Segherie Mastrototaro, lo Sporting club Bisceglie, il Centro di Orientamento Don Bosco e Zonaeffe.

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet