Recupero Password
La Virtus è nell'Olimpo della B2 MOLFETTA - MASSAFRA 83 - 78
08 giugno 2006

MOLFETTA: Maggi 26, Gesmundo 0, Filianoti 0, Verrigni 4, Varisco 8, Teofilo 8, Leo 23, Bonaiuto 0, Tommasini 14, Rotolo n.e. MASSAFRA: D'Andrea 5, Lombardi 10, Moliterni 0, Guida 0, Richotti 5, Luisi 3, Salvatore 0, Delli Carri 36, De Feo 6, Tenerini 9. All. Ciracì ARBITRI: Franceschini e Traspedini di Verona PARZIALI: 17-20, 30-34, 52-53, 68-68. Dopo ts 83-78. MOLFETTA- “We are the champions, my friends, and we'll keep on fighting till the end. We are the champions We are the champions No time for losers Cause we are the champions of the World". Sulle note della canzone dei Queen è iniziata l'apoteosi per la Nuova Virtus basket Molfetta che si è guadagnata sul campo la promozione in B2. Il trionfo è arrivato in gara-5 a Molfetta dopo una lunghissima sofferenza e paura per una possibile beffa, dopo un tempo supplementare e finalmente a 2” dalla sirena è iniziato il tripudio biancoblù. Anche il gm Scardigno non è riuscito a trattenere la gioia ed è volato in campo tra le braccia di Teofilo. Ma torniamo un attimo indietro. Del pre-partita c'è da rilevare che i soliti incivili massafresi si sono “divertiti” a rompere alcuni vetri della sala allenamenti, per fortuna dal prossimo anno non li incontreremo più. Un match che vale un'intera stagione necessita di massima concentrazione, impegno, cuore e grinta. Sono le carte in più di questa Virtus. In un infuocato PalaPoli, nei primi minuti di gara la Virtus ha qualche difficoltà ad entrare in partita, si commettono errori al tiro e arriva il primo allungo ospite 0-8 (2-8) complici soprattutto i tanti tentativi andati a vuoto di Filianoti e Varisco (0/3-0/3). Molfetta imposta il gioco, costruisce buone azioni, ma arrivare a canestro è ancora un'utopia fino al contropiede di Teofilo che ruba palla e va alla schiacciata liberatoria. I massafresi, però, restano concentrati e con Lombardi vanno a bucare la difesa virtusina che pecca un po' di generosità, lasciando troppi varchi. A pochi secondi dal termine l'ultimo acuto di Maggi che blocca il cronometro sul punteggio di 17-20. Si apre con quattro possessi sbagliati, da entrambe le parti, il secondo periodo che vede entrambe le compagini fallire buone azioni contro ferro. I primi punti sono di Maggi che recupera un pallone impossibile e va, lanciato a canestro, prima di subire un fallo che blocca l'azione da tre punti. Dalla lunetta il playmaker molfettese non sbaglia e porta i suoi al secondo vantaggio quando mancano 5'57'' al termine. A questo punto si rivede Tommasini che risponde alle rasoiate di Delli Carri che nel corso della gara si dimostrerà un vero e proprio cecchino. Sul punteggio in perfetta parità si gioca punto a punto fino a 50'' dal termine: Verrigni perde palla e Massafra va al riposo lungo sul +4 (30-34). Tommasini parte benissimo nel III quarto con quattro punti. Massafra si fa trascinare dal suo uomo più in forma: Delli Carri, 12 punti nel solo terzo quarto. I molfettesi non mollano e rispondono prima con Maggi che compie un altro recupero dei suoi e poi con Leo sotto i tabelloni. A pochi minuti dal termine arriva il sospirato pareggio di Varisco: una tripla di Delli Carri e a seguire di Luisi riporta il Massafra in vantaggio, ma i molfettesi sfruttano in contropiede gli spazi lasciati liberi e prima con Leo e subito dopo con Teofilo restano aggrappati alla gara. Il punteggio è sul 52-53 quando restano 10' da giocare e come il primo quarto anche nell'ultimo le squadre hanno paura ad attaccare per timore del contropiede avversario. Il solito Delli Carri mette il primo canestro del parziale, ma subito arriva la risposta di Maggi che, dopo esser andato a recuperar palla nella sua metà campo, trascina i suoi grazie al contropiede. Punto su punto Molfetta confeziona un piccolo break (4-0) a 4'35 dal termine. Il quinto fallo di Tommasini regala un po' di ossigeno agli ospiti che si riportano in parità con Delli Carri. I nervi sono tesissimi e si commettono errori banali. Teofilo e Leo hanno subito la possibilità di rifarsi dalla lunetta: 2/2. Mancano 5”, viene fischiata palla contesa; Maggi subisce fallo e va ancora in lunetta 1/2. La Virtus conduce 68-65. Ultima azione per gli ospiti, ma quando tutto sembrava ormai deciso, arriva la doccia fredda: all'ultimo secondo De Feo realizza da tre punti 68-68. Nel PalaPoli cala il silenzio. Bisognerà andare al tempo supplementare. 5 minuti d'inferno che vista la beffa all'ultimo secondo avrebbero potuto far svanire il sogno. Il punteggio si mantiene per la prima parte in parità, poi il Molfetta va in vantaggio con Maggi e non verrà più ripreso. Il galattico Maggi incrementa il parziale e la Virtus può iniziare a festeggiare. Il traguardo B2 è raggiunto. La città è in preda all'euforia. L'emozione è forte e nessuno più riesce a trattenere le lacrime. I dirigenti, il presidente Bellifemine, il general manager Scardigno e tutti i presenti sono sul parquet a festeggiare, adesso la Virtus sale nell'Olimpo della tanto cercata B2. Complimenti a tutti coloro che hanno contribuito a realizzare questo sogno.
Autore: Leonardo de Sanctis
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Giocatore e soprattutto tifosissimo della Virtus: faccio un grande ringraziamento a tutta la magnifica dirigenza della virtus soprattutto al coach di questa stupenda squadra Sergio Carolillo, che mi hanno dato la possibilità di vivere una grande esperienza: quella di allenarmi costantemente con la C1, di indossare la divisa della squadra, di essere convocato la domenica alle partite, anche da solo spettatore dalla panchina ma comunque lo stesso contento perché quando lo speaker pronunciava il mio nome prima della partita davanti a centinaia di persone, provate a pensare quali sensazioni potesse provare un ragazzino di soli quindici anni in una tale occasione. Un altro grande ringraziamento va anche a tutti i componenti di questa stupenda squadra, ke mi hanno fatto subito ambientare nel loro bellissimo mondo di grandi giocatori di basket: grazie ad Andrea, Lillo, Teo, Luca, Federico, Maurizio, Bombaiuto, Roberto, Marco, e in ultimo ma non d'importanza il “tuttofare” Giovanni Gesmundo. E un ulteriore ringraziamento da parte mia e di tutta la squadra under16, va proprio a quest'ultimo che sin da bambino milita in questa squadra, e anche se quest'anno non ha avuto molto spazio a causa di un pesante infortunio a inizio stagione, è stato lui il grande artefice del salto di categoria, desiderato sin dal campionato di Promozione……grazie anche a Gigi La Forgia, allenatore dell'under16, il mio coach molfettese preferito, che con i suoi consigli e suggerimenti (un esempio è l'esitetion), mi ha fatto crescere non solo sul piano tecnico…… tutto questo grazie allo staff dirigenziale, allo staff tecnico insomma grazie tante VIRTUS…… Davide Gadaleta





GRAZIE, GRAZIE ED ANCORA GRAZIE............................... VOGLIO RIGRAZIARE OLTRE A TUTTI I GIA' CITATI GIOCATORI, ANCHE COLORO I QUALI HANNO FATTO UN LAVORO SPORCO DIETRO LE QUINTE, PERSONE CHE SI DANNO L'ANIMA PER QUESTA SQUADRA E CHE VERAMENTE HANNO CREDUTO IN QUESTO GRANDIOSO PROGETTO. DA CHI PARTIRE E' DAVVERO DIFFICILE, MA INIZIERO' DALL'ALTO VISTO CHE SONO STATI LORO DUE A VOLERMI L'ANNO SCORSO COME ACCOMPAGNATORE DELLA PRIMA SQUADRA. ANDREA E LEO GRAZIE PER QUESTA GIOIA IMMENSA; GRAZIE A GAETANO CHE CON IL SUO APPORTO E' STATO FONDAMENTALE NEI MOMENTI "CRITICI"; GRAZIE A GIANNI E FEDELELE IMPECCABILI NELLO SMISTARE LA MERCE DEL MAGAZZINO; GRAZIE A "FINUCCIO" CHE CON LA SUA VOGLIA DI SCOMBUSSOLARE OGNI PROGRAMMA CI HA SEMPRE FATTO PERDERE LE STAFFE (OGNI TANTO); GRAZIE A GIGI CHE CON LA SUA GRANDE ESPERIENZA CI HA FATTO CAPIRE MOLTE COSE; GRAZIE A GIANNI CHE CON IL SUO "PESO" SI E' FATTO SENTIRE DAI RAGAZZI (SOPRATUTTO A CENA); GRAZIE A PIETRO ANCHE DIETRO LE QUINTE E' STATO MOLTO IMPORTANTE; GRAZIE A PASQUALE CHE CON IL SUO MODO DI ESSERE E DI FARE HA SEMPRE TRANQUILLIZZATO TUTTO E TUTTI; GRAZIE A FRANCO CHE DIETRO IL BANCO DELLA DIRIGENZA ERA SEMPRE PRONTO A COMMENTI GODERECCI; GRAZIE A POPPI CHE CI E' STATO VICINO ANCHE QUANDO ERA LONTANO; GRAZIE AL "PROFESSORE" CHE CON LE SUE MANI HA CURATO TUTTO E TUTTI IN TEMPI DA RECORD; GRAZIE A "VENTURA NON MI FARE ASTIMARE" CHE E' SEMPRE STATO VICINO ALLA SOCIETA' ED AI RAGAZZI; GRAZIE DI CUORE A TUTTI COLORO CHE HANNO TIFATO PER QUESTO MOVIMENTO E CHE NON LO SMETTERANNO MAI DI FARE IN QUALUNQUE CIRCOSTANZA. SPERO SOLO DI NON AVER DIMENTICATO NESSUNO, ANZI QUALCUNO L'HO DIMENTICATO............GRAZIE SERGIO PER AVERMI FATTO VIVERE UN SOGNO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!




Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet