Recupero Password
La scommessa del “Molfetta calcio” CALCIO - Al via i campionati di Promozione, Prima e Seconda categoria
15 settembre 1999

Tra molte difficoltà il calcio dilettantistico si appresta a vivere un’altra difficile stagione, compresso tra i costi elevati e l’avidità del calcio professionisti che con il suo show business sta prosciugando ogni interesse per il calcio di provincia. E’ un calcio sempre più povero e quindi debole, incapace di far sentire la propria voce in seno alla Fgci, per rivendicare l’importanza del proprio ruolo nel sistema calcio. Detto questo, vediamo come il calcio molfettese si presenta ai nastri di partenza, iniziando dal “Molfetta calcio” che ha raccolto, almeno idealmente, il testimone di ciò che appartenne alla “Molfetta sportiva”. Occorre, intanto, fare un passo indietro, per raccontare cosa è successo quest’estate. Sergio Azzollini e Leonardo Siracusa, rispettivamente patron e presidente, stretti dai costi di gestione (oltre i 120 milioni), e da un’alettante offerta del “Victoria Bari”, pronto a staccare un bell’assegno per rilevare la società molfettese, era stati tentati di mollare tutto. Sappiamo che l’assessore Cives, assicurando l’interessamento dell’amministrazione comunale, aveva invitato Azzollini a non privare la città dell’ultimo legame col calcio. Sarà stata una coincidenza, sta di fatto che dopo pochi giorni due aziende locali hanno deciso di sponsorizzare la squadra. Si tratta di “Top Ten centro Tim” e di “Idromeccanica”. Questa boccata d’ossigeno per le casse del club molfettese non ha impedito ad Azzollini di togliersi il classico “sassolino dalla scarpa”. In pratica Azzollini, che è anche consigliere comunale di maggioranza (eletto nelle liste di “Molfetta che vogliamo”), ha lamentato la scarsa attenzione dell’amministrazione comunale nei confronti dello sport in genere e del calcio in particolare. Un milione è stato il contributo del Comune alla società molfettese per la stagione scorsa. Una miseria a confronto a ciò che si realizza in altre città. Un esempio: il Comune di Bitonto sostiene la squadra di calcio con un contributo di 50 milioni. Tirato in ballo l’assessore Cives ha replicato: ”Compito del Comune è di favorire la cultura e la pratica sportiva di base, realizzando e curando le strutture, non certo di finanziare direttamente l’attività agonistica. Se altre amministrazioni lo fanno si assumono la responsabilità e il rischio di essere sanzionate dalla Corte dei Conti, con tutto ciò che ne consegue “. Ci sembra che le posizioni siano eccessivamente estreme, complici forse i rapporti non proprio idilliaci nella maggioranza di centro-sinistra che governa la città. Riteniamo in ogni caso che una forma di sostegno alle società sportive, pur nel rispetto delle regole, si possa trovare. Detto questo per dovere di cronaca, passiamo ora a parlare di calcio. Il “Molfetta calcio” si appresta a disputare il torneo di Promozione avendo sulle spalle l’onore e l’onere di rappresentare la tradizione calcistica molfettese. Alcuni effetti positivi già ci sono stati: due sponsor e l’interessamento di una decina di ditte per la pubblicità allo stadio. Sicuramente ha giocato il fatto che quest’anno al campo giocherà una sola squadra. E’ certamente un fatto positivo, un timido risveglio della città vero la passione calcistica. Passando alla squadra, il fattore interessante è rappresentato dalla bassa età media della compagine. Accanto alla “vecchia guardia” (Di Giovanni, Buccheri, Spadavecchia, e De Candia), c’è un gruppo di giovani dai 17 ai 21 anni. Alcuni si sono già messi in luce come il capitano Belviso, Cesario, Cirilli, Di Gioia, Santoro e Sallustio. Quello che potrà effettivamente fare la squadra dipenderà da vari fattori, soprattutto dalla capacità dei giocatori sia di saper superare i momenti critici sia di cavalcare quelli positivi che sicuramente non mancheranno in un torneo lungo che terminerà il 30 aprile. “Potenzialmente - ha affermato il presidente Siracusa - siamo da media classifica, ma con i giovani tutto può essere possibile”. Molto dipenderà anche dal tecnico Riccardo Di Giovanni che ha la responsabilità di far crescere e valorizzare un gruppo che ha tutte le caratteristiche per avviare un ciclo, si spera vincente. Ecco le prime gare di campionato: esordio a Trani (19/9) per poi ospitare il Minervino (26/9), quindi trasferta contro il Matinum e in casa contro l’A. Andria (10/10). Prima categoria, ripescato il “Levante” Quest’anno il calcio molfettese è presente nella 1^ Categoria perchè la lotteria dei ripescaggi ha premiato il “Levante”, classificatori 5° nello scorso torneo di 2^ Categoria. Sulla panchina è stato riconfermato Ignazio Giancaspro che potrà contare su un organico arricchito da elementi di categoria. C’è entusiasmo nella società molfettese, un elemento che spesso si è rivelato punto di forza in queste categorie. Sarà il “Levante” la squadra rivelazione del campionato? In 2^ Categoria la “V. Mazzola” si appresta a disputare il 46° campionato della sua storia, gli ultimi sedici con l’accoppiata La Forgia-Azzollini, rispettivamente presidente-allenatore del club di via Trieste. Dopo la deludente prova della scorsa stagione, il club granata ritorna all’antica, ossia alla linea verde. Quindi niente proclami ambiziosi, ma voglia di far divertire e crescere i giovani del vivaio. Seconda stagione invece per la “Polisportiva”, affidata al tecnico Auricchio che l’anno scorso trascinò la squadra verso un’insperata salvezza. L’obiettivo è la permanenza. Si parte alle 16 di domenica 19 settembre. Francesco Del Rosso
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet