Recupero Password
La mia odissea per rientrare dalla Russia
15 marzo 2022

Da 3 anni a Mosca per lavoro avevo già pianificato da tempo il mio rientro a casa per fine febbraio e acquistato un biglietto Mosca - Francoforte - Bari (con Lufthansa) con partenza lunedì 28 febbraio alle 5.20 am. Sabato 26 febbraio ero tranquillamente in un ristorante al centro di Mosca a 2 km dalla Piazza Rossa; non c’era nessun segnale particolare di tensione. Nei giorni precedenti avevo appreso che alcune nazioni avevano chiuso lo spazio aereo ai voli provenienti da Mosca ed in particolare alla compagnia di bandiera Russa Aeroflot ma non avevo previsto che la situazione potesse precipitare in poche ore. Nella notte tra il 26 e 27 (domenica), dopo aver ricevuto una mail da Lufthansa che mi comunicava la cancellazione del volo, ho aspettato con apprensione il mattino per chiedere supporto ai miei colleghi Russi i quali si sono subito messi a disposizione per trovarmi voli alternativi via medio oriente (Dubai, Doha), Istanbul oppure triangolando con altri paesi come Uzbekistan, Tagikistan etc. Ho preferito seguire il consiglio dell’ambasciata italiana ricevendo assicurazione che il volo Aeroflot Mosca - Roma del pomeriggio dello stesso 27 era garantito ma era probabile la successiva chiusura dello spazio aereo anche per l’Italia. Dopo aver consegnato (per scadenza contratto) le chiavi del mio appartamento, ho preferito andare subito all’aeroporto di Sheremetyevo. Colà, subito dopo il check-in e il controllo passaporti, ho appreso che diversi voli per l’Europa erano stati cancellati anche perché l’Italia aveva deciso di chiudere lo spazio aereo. E’ iniziata, così, la mia ‘‘odissea’’. Per parlare con il banco Aeroflot – al fine di verificare viaggi alternativi o chiedere il rimborso del biglietto – ho impiegato circa 8 ore in coda. Nel frattempo ho ripreso i miei numerosi bagagli già imbarcati (avrei avuto difficoltà negli spostamenti) e, li ho affidati in parte a ai miei colleghi russi nonostante vivano in appartamenti molto piccoli e dove lo spazio è estremamente limitato. Intanto tutti i biglietti per voli alternativi andavano, man mano, esaurendosi e la proposta dell’ambasciata (cui continuavo a telefonare) di andare a San Pietroburgo (700 km distante da Mosca) – donde prendere un autobus per Tallin – mi sembrava molto difficoltosa e quasi impraticabile. Si prospettava, dunque, una sosta forzata in aeroporto tanto più che non avevo più i documenti di residenza ritirati a causa del previsto rientro. Ho, quindi, trascorso tutta la notte tra il 27 e il 28 (lunedì) nella zona imbarchi per monitorare costantemente la situazione nella speranza che si sbloccasse qualche volo per Istanbul: circostanza che, per fortuna, si è verificata attorno a mezzanotte del giorno 28 poiché Aeroflot aveva deciso di sostituire l’aeromobile con un Boeing 777 di capienza doppia. A questo punto ho potuto subito acquistare il biglietto (successivo) Istanbul – Roma con Turkish Airlines. Salito sull’aereo nel lasciare Mosca, mi è sembrato di uscire da un incubo Kafkiano. Non vedevo l’ora di rientrare e riabbracciare la mia famiglia. Così da Istanbul sono giunto a Roma Fiumicino e, poco dopo, ho potuto imbarcarmi per Bari/Palese. Nella notte, la luce intermittente del faro di Molfetta, appena visibile nella fase di atterraggio, mi ha salutato rassicurandomi che ormai ero a casa… © Riproduzione riservata Roberto La Forgia Chimico farmaceutico specializzato in Radiofarmaci con applicazioni in ambito oncologico (diagnosi e terapia)

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet