Recupero Password
Il Duomo romanico soffocato in un parcheggio  
15 luglio 2007

Mentre la Chiesa del Purgatorio si staglia, rinnovata, in pieno Corso Dante con la nuova illuminazione esterna, il Duomo soffoca tramutato in parcheggio. Uno spettacolo indecente. Eppure ci pareva essere considerato, da sempre, come uno dei gioielli della città, se non addirittura il simbolo di Molfetta, fonte di ispirazione per artisti locali e non, soggetto prediletto di novelli o esperti fotografi che, oramai, devono ricorrere alle tecnologie più sofisticate per cancellare il parco macchine che circonda la chiesa. Ancora la si ricorda bianca e luminosa subito dopo il recente restauro, tuttora lucente quando è illuminata dal sole nelle domeniche mattina, ma se poi si abbassa lo sguardo il tappeto scuro ai suoi piedi ne distrugge ogni bellezza. Per non parlare dell'esasperazione di arredo urbano: panchine, fioriere, alberelli che affollano un luogo che dovrebbe rimanere essenziale e arioso. Non ci si aspetta certo che gli abitanti della zona parcheggino sott'acqua o che si liberino delle auto dedicandosi alla vita in bicicletta, né che si faccia una pulizia selvaggia del luogo; ci pare assurdo, però, che il traffico dinnanzi al nostro “gioiello” sia così elevato nelle serate estive. A volte le soluzioni radicali non sono la soluzione più giusta, basta solo una ragionevole via di mezzo e un pizzico di buon senso.
Autore: Alessia Ragno
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet