Recupero Password
Formazione e impiego di giovani italo-argentini nella città di La Plata
17 dicembre 2007

LA PLATA - Presso la Honorable Cámara de Diputados de La Plata, ha avuto luogo la presentazione del "Programma di tirocini di Formazione-Lavoro". L'incontro, al quale hanno assistito oltre 100 persone, è stato presieduto dal Presidente della Cámara de Diputados, Ismael Passaglia, e dal Vicepresidente, Carlos Bonicatto. Entrambi i funzionari hanno sottolineato l'importanza di questo tipo di iniziative per la crescita delle relazioni bilaterali tra Argentina e Italia. Con un auditorium di più di cento persone, entrambi i funzionari hanno sottolineato l'importanza di questo tipo di iniziative per il rinvigorimento delle relazioni bilaterali tra Argentina ed Italia. Presenti alla firma dell'atto il Consigliere della Regione Puglia-Sudamerica e presidente dell'Associazione Pugliese di La Plata Nicolás Moretti; il Dr. Federico Lazzarini Funzionario ItaliaLavoro, Presidente Cámara di Commercio Italo-Argentina di La Plata Arq. Gianni Ranaletta, il Presidente Unione Industriale del Gran La Plata Ing. Francisco Gliemmo, Sig. Salvatore Simoncelli e Carlos Malacanza di ANGEER, ed autorità di Associazioni e Circoli Italiani e delegati dell'Ospedale Italiano di La Plata, direttori della Camera di Commercio ed Ingegna di La Plata, sindacato dell'UOM e del Gas. (Nella foto: Arq. Gianni Ranaletta, Ing. Francisco Gliemmo, Nicolas Moretti, Federico Lazzarini, Salvador Simoncelli) Secondo il presidente e Consigliere per la Regione Puglia, Nicolás Moretti: oggi l'Italia ci dà segni di azioni specifiche verso i cittadini italiani disoccupati e risponde alla necessità di professionalizzare di più le imprese nel nostro paese. Crediamo che questo è il riflesso per cominciare ad organizzare e internazionalizzare anche più i nostri territori, nel contesto del Corridoio Produttivo Turistico Culturale che stiamo portando avanti tra Italia ed Argentina. Italialavoro parla di questo progetto come molto appropriato per applicarlo concretamente agli italiani all'esterno. A noi interessa sapere chi sarà nell'ultimo chilometro. Italialavoro sta facendo la strada verso questa tappa...". I particolari del programma, che ha preso il via ad ottobre, sono stati illustrati da Adriana Bernardotti, coordinatrice del progetto Ites in Argentina: "Grazie al contributo finanziario dei Ministeri del Lavoro d'Italia e della provincia di Buenos Aires, abbiamo dato il via a questa esperienza modello del quale beneficeranno, tramite tirocini di formazione retribuiti, 150 disoccupati italo-argentini. Questo Programma mette in pratica due obiettivi strategici del Progetto Ites: "far sistema" e "fare rete". Far sistema integrandosi con le politiche di impiego che la Provincia di La Plata (Buenos Aires) sta portando avanti con successo da molti anni; e far rete realizzandosi operativamente con le associazioni e organizzazioni italiane che si sono associate al Progetto Ites, con l'obiettivo di lavorare congiuntamente per offrire servizi nel campo lavorativo e occupazionale". Dal suo canto, l'uscente sottosegretario per l'Occupazione del Ministero de Trabajo della Provincia, Jorge Bergaz ha sottolineato come il mandato che volge al termine ha fin dal principio sviluppato politiche di formazione e inserzione lavorative, e ha espresso in nome dell'attuale Ministro del Lavoro, Roberto Moulleiron, piena soddisfazione per l'accordo firmato con l'Italia affermando: "Il bello di questo programma è che già non è più un progetto, ma una realtà in piena marcia". Da parte sua il suo successore, Pedro Cedres, in rappresentanza del Ministro del Lavoro entrante, Oscar Cuartango, ha riaffermato la piena disponibilità del nuovo gabinetto per dar continuità al Programma intensificando così le relazioni tra Italia e Argentina anche tramite nuove iniziative. Il programma di tirocini, che offre ai beneficiari un contributo di 780 pesos, l'appoggio di un tutor esterno, copertura assicurativa e legale, è stato fortemente appoggiato dal deputato provinciale Roberto Filpo, che da decenni è impegnato con la comunità italiana: "questa Camera dei Deputati sarà sempre aperta alla comunità italiana", ha affermato Filpo, parlando anche di quanto importante sia la formazione e l'intercambio culturale per i giovani. Nell'aula, tra cittadini interessati al programma, funzionari della Provincia e membri della comunità italiana, era presente anche il rappresentante del Comites e del Consiglio Generale degli Italiani all'Estero, Ricardo Butazzi che ha sottolineato l'importanza che assume per le istituzioni italiane continuare e rafforzare programmi come questo. Erano anche presenti i tutors del Programma per la zona de La Plata, Liliana Moretti (Associazione Pugliese di La Plata), Carlos Lucia (Patronato INAS), e Romina Bravi Bragagna (Angeer). Per informazioni sul progetto e candidature per il territorio del Gran La Plata, ci si può rivolgere alla Associazione Pugliese La Plata, al Patronato Inas Cisl (www.inas.it), o alla Angeer.
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet