Recupero Password
Federalismo e Italia: dibattito a Molfetta dell'associazione ReD, Riformisti e Democratici
24 febbraio 2009

MOLFETTA - Giovedì alle 18.30 nell'Aula Consiliare si terrà un incontro-dibattito promosso dalla Associazione ReD, Riformisti e Democratici sul tema: "Il Federalismo e l'Italia, le questioni aperte". Alla presentazione dell'ultimo numero dei “Quaderni di Italianieuropei”, interamente dedicato al tema del federalismo interverranno il prof. Silvio Suppa, Ordinario di Storia delle dottrine politiche e Scienza Politica presso l'Università degli Studi di Bari e l'on. Enzo Lavarra europarlamentare e coordinatore regionale Red Puglia. L'introduzione sarà affidata all'avv. Mino Salvemini (foto), Capogruppo del Pd in Consiglio Comunale. Abbiamo intervistato l'avv. Salvemini per fornire, ai nostri lettori e a quanti giovedì vorranno intervenire all'iniziativa, un giusto preludio alle tematiche che saranno affrontate e per presentare brevemente l'associazione. Avv. Salvemini cominciamo inquadrando ReD, l'associazione Riformisti e Democratici presieduta da Massimo d'Alema: può presentarcela attraverso linee generali in modo da preparare il terreno per chi giovedì, in occasione dell'incontro previsto, vi si accosterà per la prima volta? «L'associazione offre uno spazio pubblico aperto alla riflessione sull'attualità e sul futuro del riformismo italiano, assumendo la grande cultura ed esperienza politica della socialdemocrazia europea come riferimento fondamentale per affrontare le decisive sfide del nuovo secolo, ricorrendo ad un approccio quanto più possibile analitico e libero da zavorre ideologiche di sorta». L'incontro di giovedì sera sarà occasione per parlare di Italianieuropei. Bimestrale del riformismo italiano e per presentare il più recente Quaderni di Italianieuropei. La serata sarà dedicata al tema del federalismo fiscale, definito prosaicamente una “questione aperta”: ritiene che riusciremo a chiarirci le idee sull'argomento e, magari, a cogliere con più chiarezza la posizione dello schieramento riformista? «Com'è noto, la questione è per definizione “aperta”, perché se da un lato non vi è di certo una pregiudiziale chiusura al federalismo, come è dimostrato dalla precedente riforma del titolo V della Costituzione promossa dal centrosinistra, dall'altro la delega che il Senato ha conferito al Governo in materia di federalismo fiscale è caratterizzata da principi e criteri direttivi talmente indeterminati da non consentire alcuna valutazione compiuta su tale progettato intervento con particolare riferimento ai costi della riforma, come mestamente confessato dallo stesso ministro Tremonti». Un'ultima domanda all'attuale Capogruppo del Pd in Consiglio Comunale, ma anche all'ultimo segretario cittadino dei Ds. Quale fisionomia immagina per il suo partito in un momento cosi tormentato della sua breve storia? «In un tempo storico sempre più caratterizzato dalle solitudini degli individui, non immagino un partito che viva solo dell'esclusiva relazione tra leadership e iscritti e magari privo di strutture sul territorio. Ritengo anzi, che una pur doverosa riflessione circa l'attualità della forma partito, come consegnataci dal ventesimo secolo, non possa sfociare nella mistica del partito leggero che si aggrega solo all'approssimarsi di scadenze elettorali secondo un modello estraneo alla nostra tradizione politica e che non risponderebbe al pronunciato bisogno, soprattutto dei soggetti più deboli, di riferimenti riconoscibili sul territorio».
Autore: Francesca Lunanova
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet