Recupero Password
Basket. Solita pazza Virtus Molfetta, ma la vittoria fa gioire
26 ottobre 2009

MOLFETTA - Si è dovuto aspettare 5 giornate di campionato, si è dovuto soffrire fino all'ultimo secondo di gara contro un ostico San Severo, ma alla fine la vittoria, tanto attesa da tutti, quanto meritata, è arrivata. La Virtus riesce a ottenere i primi 2 punti del campionato vincendo per 78-80 sul parquet del neutro di Barletta, davanti ai tanti suoi tifosi che hanno seguito ancora una volta in numerosissimi la squadra. Una vittoria sofferta, visto che dopo aver dominato per ampi tratti la gara, con 13 punti di vantaggio a inizio ultimo quarto, ci si è ritrovati con il San Severo che riagguanta il pareggio a 50 secondi dalla fine.

Una sorta di remake della gara contro Agrigento, che ha fatto temere il solito, triste, finale. Ma questa volta il lieto fine è qualcosa di concreto e premia i ragazzi di Carolillo con una vittoria più che giusta. Il match parte con il solito quintetto di coach Coen che schiera Fossati, Rugolo, Faggiano, Rizzitiello e Chiarello, al quale risponde Carolillo con uno schieramento inedito formato da Maggi, Zambrini, Malamov, Cucinelli e Leo. Pronti via e sin dalla prima azione il Molfetta schiera la difesa a zona; il San Severo, sorpreso dalla grinta dei biancoazzurri, che anticipano forte e recuperano palloni a raffica, è in bambola: passano 5 minuti e il punteggio dice 2-12 con Maggi a sfruttare i contropiedi e Cucinelli a punire i foggiani con percentuali micidiali dalla lunga distanza. A fine primo quarto il vantaggio è di 13 punti (12-25). 

Nel secondo quarto però, qualcosa non funziona: la Virtus concede troppi rimbalzi offensivi agli avversari che, anche grazie alla difficoltà di realizzazione degli uomini di Carolillo, ne approfittano per riavvicinarsi nel punteggio, prima sul -8 di metà quarto, e poi sul -4 di fine primo tempo (31-35).  La ripresa parte con le squadra che si alternano negli errori offensivi. Il primo canestro arriva dopo 3 minuti, ma è il canestro che da il la alla nuova fuga molfettese: prima Tagliabue da sotto, poi le triple di Cucinelli e Malamov mettono al tappeto i giallo neri che si ritrovano in un amen sul -12 (31-43). Costretto al timeout, coach Coen riesce a spronare i suoi, che però dopo essere tornati a soli 4 punti di svantaggio, si fanno colpire ancora dal contropiede molfettese, con Maggi che non si fa pregare più di tanto per concretizzare ogni ripartenza che gli capita tra le mani (6/6 da 2 per lui in partita). 

A inizio ultimo quarto il tabellone di gara segnala 42-55 per la Virtus. L'inizio di periodo è scoppiettante: difese che ora concedono tiri facili da entrambe le parti, e attacchi pronti a sfruttare ogni minimo regalo a disposizione  (50-59 dopo appena un minuto di gioco). Le mani di Rugolo (che inizialmente era dato per indisponibile) e Rizzitiello si scaldano, e iniziano a portare punti pesanti nelle tasche dei foggiani. A metà quarto i punti di vantaggio sono tornati ad essere solo 5 (56-61), e serve la grinta del miglior Andrea Maggi per spezzare il break dei locali: due triple consecutive del capitano fanno esplodere il pubblico molfettese e caricano lo stesso Maggi, autore di una prestazione super, riportando il vantaggio sulla doppia cifra (61-71).

Ma è solo questa la reazione della Virtus tanto che poco dopo, lo stesso Maggi e poi Malamov  perdono palla in fase offensiva e permettono ai soliti Rugolo e Rizzitiello di segnare dal perimetro e di trovare il pareggio per 75-75, per la prima volta in serata, a 50 secondi dalla fine. Sembra di rivivere una partita già vista, condotta dall'inizio, e buttata al vento, insieme alla doppia cifra di vantaggio. Ma questa volta la voglia di vittoria e di rivalsa è tanto grande che va anche a sconfiggere la stanchezza, ormai presente negli occhi dei ragazzi di Carolillo. Gli ultimi secondi non sono per i deboli di cuore: a Maggi che sfrutta i tiri liberi, risponde Chiarello da realizza da sotto.

L'ultima azione è per il San Severo che ha tra le mani la tripla della vittoria, ma Maggi smanaccia quel tanto che basta per recuperare il pallone che vale la prima vittoria stagionale per questi ragazzi che alla fine vanno ad esultare sotto gli spalti pieni di tifosi in festa per una sorta di liberazione da quella casella che diceva 0 punti in classifica.
 

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""


Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet