Recupero Password
Bari, furti di rame: in 4 nella rete dei carabinieri, uno era agli arresti domiciliari Bari, rumeno danneggia vetrate di un seminario: arrestato
22 marzo 2007

BARI - E' di 4 persone arrestate il bilancio riportato al termine di un predisposto servizio finalizzato al contrasto dei furti di rame, attuato l'altra sera dai Carabinieri nelle zone particolarmente interessate al fenomeno. I primi a finire in manette sono stati Vito Tatoli, 32enne e Vincenzo Cariola, 26enne, entrambi residenti nel quartiere barese di Carbonara e noti alle forze dell'ordine. I due sono stati sorpresi dai militari della Compagnia di Bari Centro, mentre caricavano su di un motocarro 2 grosse matasse di cavi in rame (foto), del peso complessivo di oltre 200 kg ed un serbatoio in acciaio inox, appena asportati dall'interno di una villa in fase di ristrutturazione, nel quartiere barese Japigia. Entrambi dovranno difendersi dall'accusa di furto aggravato, mentre Tatoli dovrà rispondere anche del reato di evasione, essendo sottoposto agli arresti domiciliari. Il materiale recuperato è stato restituito all'avente diritto, il motocarro è stato sottoposto a sequestro e i due arrestati, invece, sono stati associati presso la locale casa circondariale. L'altro episodio, invece, è accaduto nella zona industriale di Capurso, nel sud-est barese, in piena notte, allorquando i baresi Giovanni Ferrante, 37enne e Giovanni Serafino, 41enne, noti alle forze dell'ordine, sono stati sorpresi dai militari della Compagnia di Triggiano all'interno di un'azienda, mentre tagliavano dei cavi elettrici con delle seghe, dopo averne già caricati circa 300 kg su di un motocarro. La refurtiva, gli attrezzi ed il motocarro sono stati sottoposti a sequestro, mentre per i due si sono aperte le porte del carcere di Bari, ove resteranno a disposizione dell'Autorità Giudiziaria locale. Bari, danneggia vetrate di un seminario: arrestato Ha sollevato una grossa fioriera in cemento e l'ha scagliata contro una vetrata, mandandola in frantumi. Con altre pietre, invece, ha frantumato altre vetrate ed ha distrutto una porta in legno. E' quanto è accaduto l'altra sera all'interno del seminario arcivescovile, sito in corso Alcide De Gasperi, nel quartiere barese di Carrassi. Incurante della presenza di diverse persone, Florin Cristian Ailincai, 31enne rumeno, ha compiuto l'insano gesto senza alcun apparente motivo. Sul posto è intervenuta una pattuglia di carabinieri della Stazione di Bari Carrassi, la quale ha dovuto faticare non poco per riuscire a placare l'ira del giovane, anche perchè quest'ultimo, all'arrivo dei militari si è scagliato contro di loro. Il rumeno, che dovrà difendersi dall'accusa di danneggiamento aggravato e resistenza a Pubblico Ufficiale, è stato associato presso la casa circondariale di Bari, a disposizione della locale Autorità Giudiziaria.
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet