Recupero Password
Bari e hinterland: servizio controllo territorio dei carabinieri: a Molfetta denunciati 6 ladri di olive
11 novembre 2012

BARI - Si è concluso con 3 arresti in flagranza di reato, 13 denunce in stato di libertà, con il sequestro di droga, di uno sfollagente e di un lampeggiante blu simili a quelli in dotazione alle Forze di Polizia, un servizio straordinario di controllo del territorio effettuato dai Carabinieri del Comando Provinciale di Bari e delle Compagnie dipendenti. L’attività rientra in un più ampio programma finalizzato a contrastare i recenti episodi delittuosi ed il fenomeno della detenzione e spaccio di droga.
In particolare:
nel quartiere “Carbonara” i Carabinieri del Nucleo Radiomobile del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Bari hanno arrestato il 36enne sorvegliato speciale di P.S. Biagio Cassano con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo è stato sorpreso e bloccato mentre cedeva una dose di eroina ad un 40enne del luogo segnalato alla Prefettura quale consumatore di droga. Tratto in arresto il 36enne, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, è stato associato in regime di arresti domiciliari presso la su abitazione;
a “Carrassi” e nel “Borgo Antico” i Carabinieri della Compagnia di Bari Centro hanno deferito in stato di libertà 4 persone di cui una per maltrattamenti in famiglia, due per inosservanza delle prescrizioni riguardanti la sorveglianza speciale di P.S. e una per danneggiamento di veicolo sottoposto a sequestro. Nel corso del servizio inoltre 3 sono stati i ristoranti ispezionati, 43 i veicoli controllati e 79 i soggetti identificati. Quattro di questi, trovati in possesso di complessivi 6 grammi di hashish, sono stati segnalati alla competente Autorità quali consumatori di droga.
A sud del capoluogo:
a “Noicattaro” i Carabinieri hanno arrestato il 33enne Erasmo Giuliano ed il 26enne Vito Toritto ritenuti responsabili di furto aggravato. I due sono stati sorpresi in un fondo agricolo lungo la s.p. Noicattaro-Mola di Bari mentre asportavano un serbatoio idrico zincato caricandolo su un motocarro nella loro disponibilità. Su disposizione della Procura della Repubblica di Bari sono stati associati in regime di arresti domiciliari;
a “Polignano a Mare” i militari della locale Stazione hanno deferito in stato di libertà un giovane per detenzione di oggetti atti ad offendere poiché trovato in possesso di un manganello sfollagente e di un dispositivo lampeggiante blu che deteneva nel portabagagli della sua auto;
a “Monopoli” invece un altro giovane è stato denunciato per detenzione di droga e munizioni poiché trovato in possesso di una dose di hashish, semi di marijuana e di una cartuccia cal. 7.65, il tutto sottoposto a sequestro.
A Nord di Bari infine i Carabinieri della Compagnia di “Molfetta” hanno deferito all’A.G. altre sette persone. Sei sono state sorprese in alcuni fondi agricoli, nelle contrade “Venere” e “San Pancrazio”, mentre asportavano complessivi quattro quintali di olive mentre un’altra dovrà rispondere di guida senza patente.
 
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet