Recupero Password
Apertura domenicale, lunedì assemblea dei commercianti molfettesi
03 febbraio 2007

MOLFETTA - Le associazioni di categoria dei commercianti (Ascom/Ced – Assimprese - Associazione Ponente - Associazione M. Di Savoia Associazione Via Xx Settembre – Assoimprese - Confdettaglianti – Confesercenti - Molfetta Shopping – Unimpresa – Associazione Commessi – Cidec - Comitato Regionale “La Domenica Non Si Tocca” – Comitato Regionale “Quasi Mai Di Domenica”- Unione Commessi Bari) hanno indetto un'assemblea generale per lunedì 5 febbraio, alle 9,30, alla Fabbrica di S. Domenico per affrontare il problema delle aperture domenicali. “Il commercio tradizionale, nonostante versi in precarie condizioni, vista anche la poderosa avanzata della grande distribuzione organizzata – dice un comunicato congiunto delle associazioni -, deve continuare a vivere nella nostra città e restare al centro di ogni dinamica commerciale, poiché assolve una stretta interazione con la comunità, per la sua funzione economica e sociale. E' necessario che vi sia tale consapevolezza da parte di tutti gli attori, istituzionali, economici e sociali, per scongiurare, al di là delle intenzioni, l'impoverimento del commercio di prossimità, ed il conseguente trasferimento, sempre più accentuato, non solo della vendita dei beni commerciali, ma soprattutto della “vitalità” cittadina nelle aree extraurbane, in cui si colloca “l'altra città”, virtuale, “della moda”. Bisogna sostenere la difesa attiva del “negozio”, quello reale, ancorato alle tradizioni sociali ed alla programmazione commerciale. I commercianti molfettesi, dal canto loro, sono consapevoli di questa funzione sociale, che continuano a svolgere con professionalità, nonostante le critiche talvolta ingenerose, e sanno anche di dover offrire il proprio contributo alla valorizzazione e promozione del ruolo della città. Ma per fare ciò richiedono all'Amministrazione comunale ogni forma di serena e proficua collaborazione, nella formulazione delle politiche attive necessarie a garantire il pluralismo e l'equilibrio tra le diverse tipologie e strutture distributive, specie per quanto concerne la problematica relativa alle aperture domenicali degli esercizi commerciali. A tal riguardo, l'impegno assunto da parte delle associazioni di categoria locali, a non esprimere un atteggiamento conflittuale con l'Amministrazione comunale ed il Fashion District, non ha portato, però, fino ad oggi, ad alcuna intesa. Abbiamo costantemente ribadito la necessità, al di là della semplicistica volontà di “chiudere” la domenica, di “aprire” invece una concertazione al fine di ottenere gli interventi, che riteniamo utili per sostenere il commercio di prossimità ed essere, così, pronti ad affrontare un calendario di aperture con prospettive migliorative. Infatti, nel corso della trattativa, allargata a tutte le associazioni di categoria, abbiamo chiesto una riduzione delle aperture domenicali seguendo un orientamento condiviso anche da altri comuni, compresa la città di Bari, che ci risulta essere di 20/22 domeniche di apertura, comprese quelle del mese di dicembre. Proposta subito respinta obiettando che, nella definizione del calendario delle deroghe 2007, non si potesse non tener conto del recente riconoscimento del comune di Molfetta quale “città d'arte”. Un riconoscimento rivelatosi, alla luce dei fatti, “strumentale”, permettendo già nel 2006 al Commissario Prefettizio di prevedere deroghe a quasi tutte le chiusure domenicali annuali. Ma oggi, il Sindaco di Molfetta vuole addirittura indire un referendum, concedendo, nel frattempo, alla Fashion District, oltre a quelle del mese di gennaio, ulteriori 6 domeniche di apertura fino al 4 marzo 2007. Cosa succederà allora per le domeniche successive? Non possiamo tollerare che siano concesse 45 domeniche di apertura, così come richieste dalla Fashion District, senza manifestare il nostro dissenso e la nostra seria preoccupazione, anche rispetto alla prossima apertura dell'Ipercoop e, nelle vicinanze, di altre grandi aziende di abbigliamento sportivo. Per questi motivi, riteniamo di dover indire un'assemblea generale per lunedì 5, alle ore 9,30, presso la Sala convegno “B. Finocchiaro” in Via S. Domenico, invitando caldamente tutti gli operatori commerciali di Molfetta a partecipare per confrontarci e valutare insieme l'opportunità di dare corpo ad ogni utile iniziativa tesa ad evitare l'apertura “selvaggia” delle attività commerciali, ripartendo dal dialogo “interrotto” con l'Amministrazione comunale. Oggi, più che mai, abbiamo bisogno di mettere da parte inutili e sterili polemiche per lavorare insieme, allo scopo prioritario di salvaguardare il commercio di vicinato, parte vitale della nostra città. Ne saremo sempre fermamente convinti!”.
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet