Recupero Password
WWF Molfetta apre le porte ai ragazzi disabili
17 febbraio 2011

MOLFETTA - Grande emozione per diversi ragazzi disabili che hanno potuto vedere da vicino le tartarughe marine.
Nella giornata di ieri, infatti, il Centro di Recupero Tartarughe Marine del Wwf Molfetta ha aperto le sue porte ad un gruppo di visitatori d’eccezione: gli iscritti alla sezione molfettese dell’Unitalsi. Curiosità ed entusiasmo sono stati gli elementi che hanno caratterizzato questa esperienza.
Il Centro continua a suscitare vivo interesse anche dal punto di vista didattico, come dimostrano le numerose richieste di visite che pervengono dagli istituti scolastici di tutta la provincia.
Incessante è anche la sua attività di recupero. Solo nei giorni scorsi sono giunti due nuovi esemplari di caretta caretta.
La Capitaneria di Porto di Monopoli, difatti, ha recuperato una piccola tartaruga (misura appena 24 cm di carapace) che si era spiaggiata in località San Vito. Si presentava in evidente stato ipotermico e con una pinna posteriore in necrosi.
Affidata al Centro Wwf è stata sottoposta ad un primo trattamento riabilitativo. In seguito sono stati effettuati gli ulteriori esami clinici di rito, a partire dalla radiografica che ha evidenziato la presenza di un grosso amo, all’altezza dell’esofago, e la frattura dell’arto anteriore destro. La tartaruga è stata prontamente sottoposta ad intervento chirurgico da parte del prof. Antonio Di Bello, della Facoltà di Medicina Veterinaria dell’Università di Bari, ma non dovrebbe tornare a nuotare liberamente prima della prossima estate.
È stata, invece, rinvenuta durante una battuta di pesca con reti a strascico la tartaruga recuperata dalla marineria di Manfredonia. Fortunatamente l’esemplare si presentava in buone condizioni e, al termine dei consueti esami clinici, potrà tornare in mare aperto già in occasione delle prossime liberazioni che i volontari del Centro Recupero Tartarughe Marine del Wwf Molfetta stanno organizzando proprio al largo della città sipontina.
«Ancora una volta ringraziamo la Marineria di Manfredonia – ha dichiarato Pasquale Salvemini, responsabile del centro molfettese – ed in particolare il pescatore Michele Conoscitore e Giovanni Simone dell’associazione Centro Cultura del Mare, per il loro impegno e la grande sensibilità mostrata verso la salvaguardia di questa specie».

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet