Recupero Password
Vendola: nuova giunta, vecchi impegni (verso i dottorandi) Lettera dei dottorandi al neao assessore al lavoro Michele Losappio
14 luglio 2009

BARI -In seguito alla protesta dell'ADI per gli ingiustificati ritardi il Sottocomitato Risorse Umane del Quadro Strategico Nazionale ha stabilito - nella riunione del 9 luglio - che è legittimo l'utilizzo delle risorse del Fondo Sociale Europeo per il finanziamento da parte di Regioni e Province Autonome per finanziare le borse di dottorato e di master. Questa decisione sblocca finalmente le risorse per i dottorandi senza borsa pugliesi. L'ADI ha scritto una lettera al neo-Assessore al Lavoro, Cooperazione e Formazione Professionale, Michele Losappio (foto) e al Presidente Vendola per chiedere che venga emanato al più presto un nuovo bando per il finanziamento delle borse per i dottorandi privi di borsa ministeriale. Nella lettera si chiede inoltre che la Regione Puglia destini finanziarmenti di ricerca anche per chi è già dottore di ricerca. Ecco il testo della lettera: All'attenzione di Michele Losappio, Assessore al Lavoro, Cooperazione e Formazione Professionale della Giunta Regionale Pugliese e, p. c. All'attenzione del Presidente della Regione Puglia, Preg.mo On.le Nichi Vendola, All'attenzione del Prof. Marco Barbieri, ex-Assessore al Lavoro, Cooperazione e Formazione Professionale della Giunta Regionale Pugliese All'attenzione del Prof. Gianfranco Viesti, Assessore al Sud e Diritto allo Studio (con delega all'Università e alla Ricerca scientifica) della Giunta Regionale Pugliese Carissimo Assessore, come lei ben saprà, la Giunta Regionale Pugliese – anche grazie agli sforzi del Prof. Marco Barbieri – sostiene, ormai da anni, i giovani ricercatori che frequentano i corsi di dottorato di ricerca con sede presso le Università pugliesi. A centinaia di dottorandi privi di borsa di studio ministeriale è stata concessa una borsa di studio regionale. Siamo convinti che gli effetti positivi di questa iniziativa sul sistema produttivo pugliese e sulla competitività delle piccole-medie imprese meridionali si intravedano già ora ma che saranno certamente determinanti nei prossimi anni. L'ADI – Associazione dottorandi e dottori di ricerca italiani - ha sempre sostenuto con convinzione questa iniziativa che va nella direzione della valorizzazione dell'alta formazione accademica. Nel corso di numerose iniziative pubbliche è stata messa in evidenza l'efficacia e l'innovatività dei provvedimenti della Regione Puglia in favore dei giovani ricercatori. La Puglia è divenuta un modello per le altre regioni italiane nel campo del sostegno alla formazione post-laurea. In questo percorso assolutamente lodevole di sostegno ai dottorandi privi di borsa di studio non mancano sono mancate delle difficoltà. Nell'agosto 2006, la Giunta Regionale Pugliese con la delibera n.1140 ha concesso una borsa di studio ai dottorandi pugliesi del XIX - XX - XXI ciclo privi della borsa di studio ministeriale. Tale borsa copriva solo le prime due annualità per alcuni dei colleghi del XXI Ciclo che terminavano il loro corso di dottorato oltre il limite (31 dicembre 2008) previsto dal relativo bando. Nel dicembre del 2007, la Giunta Regionale Pugliese ha concesso una borsa di studio ai dottorandi pugliesi del XXII ciclo privi della borsa di studio ministeriale. Tale borsa, erogata a seguito della determinazione del dirigente del settore formazione professionale n. 1996 del 31/10/2008, copriva solo la prima annualità del corso di dottorato. Dal gennaio del 2008, l'attività di ricerca di diverse centinaia di dottorandi pugliesi non è più sostenuta da fondi regionali. I dottorandi del XXIII e XXIV ciclo non hanno ricevuto alcuna borsa di studio dalla Regione Puglia. I dottorandi del XXII ciclo hanno ricevuto solo un terzo della borsa di studio complessiva. Come sottolineato dal suo predecessore nella sua nota del 18/05/2009 (prot. n. 321) alla Presidenza nazionale ADI, la Regione Puglia si trova oggi nella impossibilità di emanare un nuovo bando per l'erogazione di nuove borse di studio per dottorandi a causa della mancata approvazione del Quadro Strategico Nazionale di Riferimento (QSNR). Finalmente, il Ministero del Lavoro, su sollecitazione dell'ADI, ha convocato per il 09/07/2009 la riunione per l'approvazione del QSNR. Speriamo, quindi, che tra pochi giorni il percorso per il finanziamento delle borse di dottorato possa riprendere. Le chiediamo, per questo, di compiere ogni sforzo perche al più presto venga emanato un nuovo bando per il finanziamento dei dottorandi privi di borsa ministeriale. Le chiediamo, inoltre, di essere coinvolti nel processo di preparazione di tale bando al fine di poterle segnalare alcune distorsioni dei precedenti bandi come, ad esempio, la soglia di incompatibilità per reddito oggi troppo bassa. Vorremmo che la Giunta Regionale Pugliese non destinasse il suo sostegno finanziario ai soli dottorandi ma che accompagnasse anche il percorso di ricerca di chi è già dottore di ricerca. Sulla scorta di esperienze già sperimentate in altri territori, come la provincia di Trento, potrebbe essere utile mettere in campo bandi per il finanziamento di progetti di ricerca proposti e coordinati da neo dottori di ricerca. Cogliamo inoltre l'occasione per chiederle un incontro per discutere di tutte le politiche di sostegno ai giovani ricercatori che il suo assessorato ha certamente in animo di portare avanti. Cogliamo l'occasione per porgerle i più cordiali saluti, Francesco Mauriello, Paolo Ricci e Giovanni Ricco (Presidenza ADI) Francesco Dell'Olio, Alessandro Bonifazi (ADI - Bari) Evelina Santoro (ADI – Foggia) Alessio Rotisciani, Elisa Rubino (ADI – Lecce)
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet