Recupero Password
Utenti delle spiagge: quali? La Federconsumatori Puglia prende posizione
15 luglio 2003

Sull'accesso alle spiagge ha preso posizione anche la Federconsumatori Puglia con una nota con la quale si dice che “nonostante la Puglia disponga della costa più lunga in Italia seconda solo all'isola siciliana, anche per la stagione 2003 la situazione delle spiagge pugliesi non cambia: non si sa neppure di quali e quante spiagge la Regione disponga e come accedervi. La Federconsumatori sollecita le autorità preposte ad intervenire per recuperare un ritardo ormai pluridecennale. La legge delega 59 del lontano 1977 impone infatti alle Regioni non solo di regolamentare il settore,ma di intervenire efficacemente. La legge sul piano spiagge non può limitarsi a prevedere modalità per l'esercizio delle funzioni delegate di vigilanza sul demanio marittimo attraverso convenzioni da stipulare che restano sulla carta,mentre i Comuni e le organizzazioni di utenti non sono coinvolti. In questa situazione anche per la stagione che inizia gli utenti pugliesi delle spiagge pugliesi “libere”, non riceveranno un servizio erogato secondo parametri di qualità ed efficienza (del tutto inesistenti) come previsto per legge e quindi adeguati: - servizi di vigilanza e di pulizia; - informazione (cartelli etc) riguardo le vie di accesso alle spiagge e la loro consistenza (scogli,sabbia etc); - protezione o assistenza, concetti ignoti salvo rare eccezioni - alcuna forma di rilevazione dei loro bisogni. Ma quel che è più grave che lo stesso libero accesso alla battigia previsto per legge anche nei punti migliori del litorale dati in concessione ed il libero accesso alle spiagge resta spesso impedito da sbarre muretti etc. in aperta violazione della normativa senza che nessuno preposto ai controlli faccia nulla. Anche per quanto riguarda le spiagge date in concessione i costi restano elevati e senza alcuna forma di coinvolgimento delle organizzazioni degli utenti, per quanto riguarda i livelli di qualità nonostante si tratti di un servizio pubblico espletato su patrimonio demaniale”. La Federconsumatori Puglia, ritiene che il ritardo, oltre a comportare un danno evidente per gli utenti pugliesi del “servizio” pubblico delle spiagge, costituisca un grave danno per le stesse aspirazioni turistiche della regione danneggiando anche gli utenti-turisti. Invita i cittadini utenti a segnalare abusi e disservizi ai propri sportelli territoriali od alla sede regionale al numero 080/5213251 o tramite e-mail all'indirizzo puglia@piazzaconsumatori.it o attraverso il banner che si trova nel sito internet del nostro quotidiano “Quindici on line” all'indirizzo www.quindici-molfetta.it
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet