Recupero Password
Uno spreco di un milione di euro per riqualificare piazze realizzate dal Comune, abbandonate e vandalizzate
15 gennaio 2011

Saranno finalmente riqualificate alcune piazze ed alcune aree pubbliche della città ormai da tempo vandalizzate. Il costo complessivo del progetto è di 1 milione di euro. Una spesa che può essere considerata uno spreco di denaro pubblico perché i parchi, dopo essere stati realizzati, sono stati colpevolmente abbandonati ai vandali dagli amministratori comunali, come “Quindici” ha più volte denunciato, sollevando anche problemi di sicurezza per i bambini. E ora si cerca di correre ai ripari, con un danno economico che pesa sulle tasche dei cittadini, non colpevoli della disamministrazione. Una incapacità che andrebbe sanzionata dalla Corte dei Conti, facendo pagare di tasca propria agli amministratori queste spese, dovute ad incapacità ed incuria. Sbagliata anche la politica del verde pubblico: per la mancata manutenzione sono stati tagliati alberi cresciuti nei decenni scorsi e ora sostituiti con altri giovani che impiegheranno altri decenni per crescere e fare ombra. Le piazze in questione sono piazza Primo Maggio, a levante della città, il giardino della pace intitolato a Don Tonino Bello, nei pressi del liceo scientifico, piazza de Gasperi e piazza Mentana, a ponente. Oltre a queste piazze saranno riqualificate l’area a verde di corso Fornari, il giardinetto di via Papa Innocenzo XIII (entrambi perennemente rimasti chiusi), lo spartitraffico di via Ruvo e le linea verde che costeggia la stazione ferroviaria in via Aldo Fontana. Gli interventi permetteranno di riqualificare aree completamente distrutte dai vandali come piazza Primo Maggio, giardino della Pace e giardino di corso Fornari. Saranno invece migliorate le condizioni di fruibilità di piazza Mentana, risistemata l’area verde di via Ruvo e della rotonda di via Terlizzi. Piazza Mentana sarà recintata contrariamente a quanto fatto nelle altre piazze (piazza Effrem, piazza Roma e largo Giovene), riqualificate dalla giunta Azzollini, in cui si scelse l’eliminazione della recinzione e saranno sostituiti i giochi danneggiati dai vandali insieme al ripristino della pavimentazione e dell’area giochi. Anche in piazza Primo Maggio saranno risistemati i vialetti e il verde lasciato ormai all’incuria da tempo, saranno installati nuovi giochi oggi inesistenti e sarà potenziato l’impianto d’illuminazione oggi quasi completamente fuori uso. Piazza de Gasperi invece vedrà la riqualificazione dei vialetti interni, oltre alla risistemazione della recinzione già esistente. Nuovi lecci saranno piantati all’interno della piazza oltre alla realizzazione di una piccola area giochi. Nel giardino della Pace, sarà rimesso tutto a nuovo. I vandali non hanno lasciato nulla al caso, perciò si provvederà oltre al ripristino dei viali e della pavimentazione, alla fornitura di cestini gettacarte, di un nuovo impianto di illuminazione (con lampade a led di ultima generazione e a basso consumo), di nuove panchine e di una nuova fontanella, che andrà a sostituire la fontana all’ingresso del parco ormai distrutta. Nel giardinetto di corso Fornari e in quello di via Papa Innocenzo XIII saranno ripristinate le pavimentazioni. Oltre agli interventi di manutenzione straordinaria del verde esistente e all’infoltimento delle specie arboree, sarà completata la recinzione e installato un nuovo impianto di illuminazione. Anche i giardini di via Ruvo verranno risistemati con la riparazione dell’impianto di illuminazione già esistente. Molti gli impianti che a breve torneranno a rivivere grazie ai lavori annunciati dall’amministrazione comunale, ma altrettanti restano i parchi vandalizzati. Nessuna novità è infatti in arrivo per il parco di Ponente anch’esso distrutto dai vandali ormai da tempo. I sentieri del parco, specialmente nella zona retrostante l’anfiteatro (frequentatissimo nella stagione estiva, ndr), sono impraticabili. L’impianto d’illuminazione è quasi inesistente e le poche panchine rimaste sono anch’esse rotte. Nel febbraio scorso il Comune candidò il progetto di riqualificazione del parco di Ponente ai contributi regionali nell’ambito del programma triennale per l’impiantistica e gli spazi sportivi (2008-2010), ma al momento nessun contributo è stato erogato per la realizzazione del progetto. L’obbiettivo era quello di realizzare un “Punto Sport” del quartiere con mini campo di basket, panchine, aree ludiche per gioco-sport, percorsi salute e attrezzature per attività ginniche all’aperto. Il progetto però sembra essersi arenato e al momento il parco resta alla mercé dei vandali. Stesso discorso per il parco di via Achille Salvucci, ormai quasi completamente distrutto. In estate il parco si popola di bambini e ragazzi, ma durante la stagione invernale sono i vandali ad approfittarne. Da qualche mese il parco è diventato pericolosissimo specialmente per i più piccoli. Molte le panchine distrutte, i chiusini senza copertura, vere e proprie trappole per i bambini. Completano il quadro dell’indecenza la fontana ormai non più funzionante da tempo e la pavimentazione in alcuni tratti inesistente. Torniamo dopo mesi a denunciare lo stato indecente dei parchi cittadini e la scarsa capacità di gestione da parte dell’amministrazione comunale, che non riesce, neppure con l’aiuto dei privati ad aprire al pubblico i due parchi più grandi della nostra città. Nessuno sembra infatti essersi candidato per il bando emesso a maggio dal Comune di Molfetta per la gestione dei due più grandi polmoni verdi della città, mai aperti al pubblico è già distrutti dai vandali: il nuovo parco di rione Paradiso e il parco di Mezzogiorno. Ci chiediamo: non sarebbe stato meglio risparmiare questo denaro pubblico, considerate le esperienze del passato, che fanno temere la stessa distruzione delle strutture pubbliche? Ma forse la spiegazione sta tutta nel probabile ritorno alle urne e questi interventi possono essere considerati prettamente elettorali, per cercare consensi da parte dell’amministrazione di centrodestra.

Autore: Giovanni Angione
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet