Recupero Password
Un convegno sui danni del fumo passivo oggi a Molfetta Il progetto ”Fumo passivo: Implicazioni giuridiche e sanitarie” è inserito nel Progetto Città Sane-OMS
26 maggio 2007

MOLFETTa - Una conferenza sui rischi del fumo passivo e un corso per smettere di fumare. Sono questi i punti che compongono il progetto ”Fumo passivo: Implicazioni giuridiche e sanitarie” inserito nel Progetto Città Sane-OMS del Comune di Molfetta. Il progetto - avviato grazie a una collaborazione fra Comune, Movimento dei Consumatori e la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT) - partirà sabato, 26 maggio, alle ore 18, presso la sala “Finocchiaro” della Fabbrica di san Domenico, con una tavola rotonda che affronterà i problemi sociali e sanitari legati al fumo passivo. All'incontro parteciperanno l'assessore Leo Petruzzella, delegato comunale al progetto Città Sane; Antonello Taranto, dirigente Sert Ausl Ba, consulente Lilt; Cinzia Cantatore, psicologa Sert Ausl Ba; Giuseppe Sallustio, pneumologo Ausl Ba; Nicola La Forgia, oncologo e delegato Lilt Molfetta; Mina Maniglio, consulente del Movimento dei Consumatori; il consigliere comunale Ottavio Balducci, consulente scientifico del progetto Città Sane-Oms. A moderare l'incontro sarà Isabella de Bari, consulente del Movimento dei Consumatori. «Sabato 26 maggio si celebra anche la Giornata mondiale contro il tabagismo» spiega il responsabile Lilt, Nicola La Forgia, «e in quell'occasione la nostra associazione a livello nazionale scende in piazza in tutte le città italiane, e quindi anche a Molfetta, per ribadire che la lotta al fumo attivo e passivo rappresenta una priorità inderogabile nei progetti di prevenzione primaria a moltissime malattie neoplastiche, respiratorie e cardiovascolari». Il Movimento dei Consumatori, invece, punta l'indice sugli effetti negativi della pubblicità ingannevole «messa in atto dai colossi del tabacco – spiega Michele Murolo, portavoce del movimento - in particolare con riferimento alla sostituzione delle sigarette normali con quelle light nella falsa convinzione che queste facciano meno male». Un impegno a favore della prevenzione, questo, sottoscritto in pieno anche dall'assessore Leo Petruzzella: «Il progetto Città Sane cui aderisce il Comune di Molfetta – spiega – segue i principi stabiliti nella Carta di Ottawa del 1987 e individua nei sindaci e nelle amministrazioni comunali gli attori principali delle strategie di prevenzione a tutela della salute dei cittadini. In questo contesto, ci proponiamo di attuare campagne informative e di monitoraggio della salute a livello territoriale».
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet