Recupero Password
“U prìisce”, la ricompensa emotiva spinge all’azione
15 settembre 2021

Secondo gli esperti, quando la persona coglie l’aspetto piacevole e vantaggioso di un’attività, il cervello rilascia la dopamina, il neurotrasmettitore che svolge, tra l’altro, la funzione di gestione del meccanismo della ricompensa emotiva. La soddisfazione genera altra motivazione: il priscio vissuto aumenta il livello di dopamina, e questa aiuta a sentirsi più lucidi e stimolati a cercare di rivivere la stessa situazione appagante. A livello psicologico, allenta le tensioni emotive, consegna all’oblio i cattivi pensieri, dona un senso di benessere, spinge ad affrontare la quotidianità con ottimismo, apre a nuove relazioni umane. Nella normalità, la leggera “euforia” favorisce l’apertura alle novità, stimola la creatività, suggerisce l’impegno in attività alternative. Drive, motore dell’azione, è sempre la ricompensa motivazionale, generata dai risultati significativi che certificano il valore delle nostre potenzialità messe in atto. Fa bene “ripulire la mente” dai pensieri negativi e allenarla a coltivare pensieri positivi con esperienze piacevoli. Cosmo Damiano Pappagallo

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet