Recupero Password
Tre condanne al processo per la tragedia Truck Center di Molfetta Infl itti 4 anni di reclusione ad Alessandro Buonopane, Mario Castaldo, della Fs Logistica e Pasquale Campanile, dirigente della società La 5 Bio Trans. Assolto l'autista del camion che portava la cisterna
15 novembre 2009

Primo grado concluso con una sentenza di condanna del giudice monocratico Lorenzo Gadaleta per tre imputati nel processo al Tribunale di Trani per la tragedia della Truck Center di Molfetta dove il 3 marzo del 2008 morirono 5 operai per le esalazioni acido solfi drico durante il lavaggio della cisterna. Sono stati infl itti 4 anni di reclusione per Alessandro Buonopane, Mario Castaldo, della Fs Logistica e Pasquale Campanile, dirigente della società La 5 Bio Trans. Agli stessi imputati sono stati comminati anche 5 anni di interdizione dalle attività di dirigenza societaria. Filippo Abbinante, autista del camion che aveva a bordo la cisterna in cui avvenne la tragedia è stato, invece, assolto. Per quanto riguarda il risarcimento danni la condanna è stata di 1 milione e 400mila euro per FS Logistica, La 5 Bio Trans e 400mila euro per la stessa Truck Center. Per stabilire le liquidazioni per le parti civili, si dovrà celebrare il processo civile. Il pubblico ministero Giuseppe Maralfa aveva chiesto qualche settimana fa condanne a cinque anni di reclusione per Mario Castaldo e Buon o p a n e e per Pasquale Campanile; l’assoluzione per Filippo Abbinante. Gli imputati erano accusati, a vario titolo, di omicidio colposo plurimo, lesioni colpose e violazione delle normative sulla sicurezza sul lavoro. Il 3 marzo 2008 nell’azienda Truck Center, a Molfetta, morirono il titolare e quattro operai durante le operazioni di lavaggio di una cisterna che aveva trasportato zolfo liquido. Le vittime furono Vincenzo Altomare, di 64 anni, titolare dell’azienda, e i suoi dipendenti Luigi Farinola, di 37, Biagio Sciancalepore, di 24, Guglielmo Mangano, di 44, e Michele Tasca, di 19. Secondo l’accusa, fu un’intossicazione acuta da acido solfi drico a provocare la morte dei lavoratori e di Altomare che si calarono nella cisterna l’uno per salvare l’altro. Nel processo si sono costituiti parte civile i famigliari delle vittime e l’Inail. Il giudice monocratico Lorenzo Gadaleta ha accolto anche la richiesta del Pm Giuseppe Maralfa di trasmettere gli atti alla Procura per Eni, Nuova Solmine e Melean per tutti gli altri profi li di colpa, gestione dei rifi uti e falsa testimonianza.

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet