Recupero Password
Traffico droga, la Guardia di Finanza smantella una organizzazione. Arrestato un molfettese
26 settembre 2008

MOLFETTA - Militari del nucleo di polizia tributaria del G.I.C.O. della Guardia di Finanza di Bari, nell'ambito di una vasta ed articolata attività di indagine, denominata “Operazione Carlito's Way”, hanno smantellato un'articolata e ramificata organizzazione criminale dedita al traffico di sostanze stupefacenti, di armi ed allo sfruttamento della prostituzione. L'operazione si è conclusa con l'esecuzione di 20 ordinanze di custodia cautelare in carcere più 2 ai domiciliari, emesse dal G.i.p. presso il tribunale di Bari, dottoressa Jolanda Carrieri, su richiesta del sostituto Procuratore della Repubblica presso il tribunale di Bari dottor Francesco Giannella. I provvedimenti restrittivi hanno riguardato diversi soggetti residenti a Bari e provincia, altri a Napoli (tra i quali un personaggio di primo piano della camorra) e due cittadini colombiani. L'attività svolta ha permesso di assicurare alla giustizia il vertice di una organizzazione criminale, con base operativa a Putignano in grado di rifornire di armi e droga diverse organizzazioni criminali operanti sia in Puglia che in Campania. Le indagini, durate circa un anno, hanno consentito di appurare che il sodalizio criminoso indagato riusciva a far arrivare la cocaina mediante corrieri ovulatori direttamente dal Sud America. Spesso quali corrieri venivano utilizzate donne sudamericane che, dopo aver effettuato la consegna dello stupefacente, venivano utilizzate nell'attività di meretricio svolto in diverse abitazioni private site tra Roma, Monopoli, Conversano ed Alberobello. Le armi invece provenivano dagli arsenali dei paesi dell'area balcanica e raggiungevano il nostro paese occultate in alcune giostre di proprietà di uno dei soggetti arrestati originario di Molfetta. Nel corso delle indagini gli investigatori del G.I.C.O. sono riusciti ad individuare ed a sottoporre a sequestro, oltre 56 chili di sostanza stupefacente, ed alcune autovetture opportunatamente modificate e dotate di doppiofondo, utilizzate per il trasporto del narcotico sul territorio. L'attività investigativa svolta ha inoltre permesso di individuare e segnalare all'Autorità Giudiziaria del capoluogo campano, l'autore di un tentato omicidio, avvenuto a Napoli la sera del 21 giugno 2005, ai danni di uno degli indagati. Nel corso delle attività investigative è emersa la figura di N. G., soggetto che spacciandosi per appartenente alla Guardia di Finanza era riuscito a farsi assegnare un compenso mensile per millantate protezioni. Inoltre, forte del suo ruolo nell'organizzazione dedita allo sfruttamento della prostituzione, si è reso responsabile di episodi di violenza sessuale nei confronti delle donne asservite dai criminali. Sempre nel corso dell'operazione sono stati sequestrati beni mobili, immobili e quote societarie, per un valore di oltre 3 milioni di euro, ritenuti proventi delle illecite attività svolte dai vari compartecipi all'organizzazione. Anche in questo caso i beni sono stati rinvenuti solo dopo una capillare disamina della situazione economica degli indagati, riuscendo ad individuare diversi soggetti così detti “prestanome”.
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet