Recupero Password
Tornati a casa felici i bambini di Chernobyl Ospitati dall’Associazione no profit “Cuore”di Barletta
15 gennaio 2002

Sono ritornati in Ucraina partendo da Barletta i 48 “piccoli fratellini ucraini” ospiti delle famiglie appartenenti alla Associazione “Cuore pro Bambini Chernobyl”. L’Associazione “Cuore pro Bambini Chernobyl” con sede a Barletta, nata nel 1997, cresce ed espande il suo raggio di solidarietà in tutta la Puglia. I Bimbi sono ospitati da famiglie di Barletta, Andria, Trani, Molfetta, Gravina, Canosa, Altamura e Bari. La Associazione “Cuore pro Bambini Chernobyl” avendo svolto i progetti di accoglienza con dedizione e umanità e’ riconosciuta come “Associazione no profit” operante nel volontariato è iscritta nell’Albo della Regione Puglia e nell’Albo delle Associazioni di Volontariato del Comune di Barletta. Il periodo natalizio trascorso ha visto i Bimbi molto impegnati in attività di carattere solidale e sociale nelle Città ove sono stati ospitati, ed al fine di integrare sempre al meglio i “piccoli fratellini ucraini” sono state organizzate feste di accoglienza, giochi e serate di svago. Molto emozionate e carica di contenuti suggestivi e’ stata la Messa di Natale celebrata da Don Nardino Doronzo nella Basilica del Santo Sepolcro con i Bimbi “schierati” sull’Altare Maggiore in un momento di grande ecumenismo culminato in una richiesta di Pace per tutta l’infanzia rigorosamente in lingua ucraina. Della Associazione si sono interessate oltre ad alcune emittenti regionali (Teleregione e Telesveva) anche la Rai che ha effettuato un servizio televisivo con i bimbi festanti sotto la protezione di Eraclio. L’Associazione è già in fase organizzativa per il prossimo progetto estivo grazie al quale i bimbi potranno essere ospitati durante la prossima estate, chiunque fosse interessato ad ospitare un bimbo per il prossimo programma estivo può’ contattare il numero telefonico 0883-531903 o inviare un’email a: giuseppedimiccoli@katamail.com. Il presidente Enzo Di Lauro esprime grande soddisfazione “è una grande soddisfazione vedere questi Bimbi sorridere e vivere con gioia. Il nostro sforzo è ricompensato dalla loro voglia di essere felici”. Giuseppe Dimiccoli, vice presidente della Associazione: “I Bimbi sono parte integrante delle nostre famiglie. Invito tutti a contattarci per condividere questa esperienza di grande amore e solidarietà, chiunque può fare qualcosa per gli angioletti biondi”. SCHEDA Cos’è l’Associazione Cuore pro bambini Chernobyl L’Associazione “Cuore pro bambini Chernobyl” con sede a Barletta, nata nel 1997, ha il preciso scopo di fornire un aiuto a bambini provenienti dall’Ucraina e precisamente dalla zona di Chernobyl. La zona di Chernobyl è una delle aree più sfortunate del mondo, avendo subito la più grande catastrofe nucleare che si sia mai abbattuta sul genere umano. Ben dieci sono stati i progetti di accoglienza estivi ed invernali portati a termine, e, grazie a questa attività ha ottenuto il riconoscimento di “Associazione no profit” operante nel volontariato, iscritta nell’Albo della Regione Puglia, e l’iscrizione nell’Albo delle Associazioni di Volontariato del Comune di Barletta. La attività della Associazione si concretizza ospitando i bambini più disagiati di età pre-adolescenziale, al fine di offrire loro un “soggiorno terapeutico-naturale” mettendoli nelle condizioni di usufruire del clima mediterraneo particolarmente favorevole alla loro crescita, quale terapia molto efficace per chi nel patrimonio genetico possiede un’eredità così “pesante”. I bambini, sono ospitati in famiglia per 45 giorni nel periodo di Natale, e per altrettanti giorni nel periodo estivo, fruendo di ogni assistenza morale e materiale, e del clima particolarmente vantaggioso alla loro salute, esposta al rischio di patologie tiroidee nel corso della loro crescita. Purtroppo, sebbene l’iniziativa sia lodevole sotto l’aspetto umano, si incontrano una serie di resistenze a livello burocratico, numerose e complesse sono le pratiche amministrative da espletare presso l’Ufficio per la tutela dei minori della presidenza del Consiglio dei ministri, e, presso l’Ambasciata italiana a Kiev in accordo con le relative Istituzioni ucraine. Particolarmente forte è l’impegno sotto l’aspetto umano, infatti, per i bimbi non è lesinato amore e affetto, cosa che rende felici i soci proprio per i forti sentimenti che legano i bambini a tutto il contesto familiare. Purtroppo, le condizioni vita di questi bambini sono abbastanza precarie in Ucraina, in quanto, molti di loro sono orfani, vivono in orfanotrofi o in case-famiglia, strutture molto diverse dai nostri standard europei, con delle deficienze strutturali molto pesanti. Grazie a Dio, però, la condizione di salute dei bimbi è buona essendo tutti nati dopo la catastrofe, quindi non esposti alle immediate conseguenze, ma ugualmente necessitanti di iodio e delle condizioni climatiche della nostra terra. C’è da evidenziare che l’Ucraina sebbene ora stia compiendo grossi sforzi economici, anche in vista di una integrazione a livello europeo, attualmente risulta molto penalizzata da gravi problematiche di carattere finanziario e sociale. Nel periodo natalizio si svolge il progetto denominato “Babbo Natale” (termine usato dai “fratellini ucraini”) che accoglie i bimbi durante le festività natalizie. Grande è la partecipazione e la convinzione della Associazione nel portare avanti questo messaggio di alta umanità e solidarietà, infatti, lo scopo è quello di far crescere sempre maggiormente il numero dei bimbi da ospitare. Nota dolente, ma appassionante per l’impegno, sta nel fatto che le forze economiche della Associazione si basano sul contributo che ogni socio offre, e sulla benevolenza di chiunque voglia contribuire. Come di consueto al fine di incrementare le casse sezionali, si allestisce una “bancarella” nei pressi della Basilica del Santo Sepolcro sulla quale saranno offerti degli oggettini natalizi realizzati artigianalmente dai soci, al fine di raccogliere somme per un aiuto concreto per i bambini. Chiunque possa essere interessato, o gradisca maggiori delucidazioni per ospitare un bambino o avvicinarsi alla Associazione, può ottenere informazioni rivolgendosi al numero telefonico 0883/531903 o scrivere una e mail a giuseppedimiccoli@katamail.com.
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet