Recupero Password
Telecamere per controllare il traffico. Arriva il “Grande Fratello”
09 gennaio 2003

MOLFETTA – 9.1.2003 Automobilisti di Molfetta, tremate. Telecamere in arrivo per gli impenitenti habitué dell'infrazione, per i patentati che, pur non rispettando il codice della strada, riescono a sfuggire all'onta della multa per colpa della carenza dei controlli. Tra qualche mese potrebbe essere già attivo il sistema di videocontrollo del traffico, per il quale l'amministrazione di Molfetta ha appena indetto il bando di gara. Data prevista per l'espletamento della gara d'appalto, 11 febbraio (le imprese hanno tempo fino al 10 febbraio per la consegna delle domande di partecipazione alla gara). Poco meno di 550mila euro, l'importo a base di gara fissato dal bando. All'impresa che si aggiudicherà l'incarico di realizzare e installare l'impianto, sarà anche affidata per un anno la gestione e la manutenzione del sistema di telecontrollo, in accordo con il Comando di polizia municipale. L'impresa aggiudicataria dovrà inoltre provvedere a proprie spese al personale e alle attrezzature per le analisi e le verifiche dei risultati. La gestione elettronico-digitale del traffico automobilistico dovrebbe partire entro quattro mesi dall'avvio della realizzazione dell'impianto. Ad assicurare il controllo dei flussi di veicoli sarà un ponte radio costituito da una serie di stazioni in connessione tra loro e collocate in posizioni strategiche dell'area urbana. Tecnicamente, idonei apparati radio dotati di antenne ad alta capacità di ricezione, saranno collegati a ultrasensibili telecamere “cattura automobilisti” che invieranno i segnali al centro di controllo. Si chiama wireless (alla lettera: senza fili, via radio), il sistema ottico di videocontrollo digitale del traffico che presto si insedierà anche a Molfetta. Tale sistema potrà controllare le funzione di brandeggio e zoom e permetterà la conservazione delle immagini per un periodo di 2 giorni. E ai cittadini che temono violazioni del diritto alla privacy e possibili abusi del sistema, l'amministrazione assicura che le telecamere saranno provviste di particolari dispositivi in grado di impedire “all'operatore utilizzi indesiderati”: speciali maschere programmabili renderanno inattive le telecamere su inquadrature predefinite, garantendo il cittadino da fastidiose invadenze dello strumento. Insomma, niente paura: la privacy dei molfettesi dovrebbe essere tutelata. Ma la paura di ritrovarsi in casa l'ennesimo Grande Fratello, che controlla tutti i cittadini, è già dietro l'angolo. E la privacy? Ma questo all'amministrazione comunale non interessa. Col rischio di fare un Comune di polizia. E' questa la logica del centro-destra? Si va verso il regime? Questo provvedimento crea molte perplessità.
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""






Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet