Recupero Password
Telecamera di videosorveglianza a tutela della muraglia di Molfetta, accolte le richieste del Comitato dei residenti
23 febbraio 2017

MOLFETTA - In esecuzione della determinazione dirigenziale n. 359 del 29.12.2016, è stata installata, all'ingresso della Muraglia di Molfetta, la telecamera di videosorveglianza, "al fine di tutelare il bene storico e per una esigenza di maggiore sicurezza da parte dei residenti nella abitazioni private che prospettano sulla Muraglia, espressa più volte dal Comitato Residenti Muraglia", come si legge nella determina dirigenziale.

La decisione permetterà finalmente di tutelare un patrimonio cittadino più volte oggetto di atti di vandalismo o di comportamenti incivili da parte di gente che utilizzava questo luogo per i propri bisogni fisici e per gettare rifiuti di ogni genere.
Con la videosorveglianza sarà tutelato anche l’interesse degli abitanti alla propria sicurezza e a mantenere il decoro che spetta a questo luogo storico che andrebbe valorizzato e non abbandonato alla mercé di sconsiderati che vengono perfino giustificati da personaggi irresponsabili che dimostrano di avere poco a cuore il patrimonio storico della nostra città.

© Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""

Esimio Prof. Occultis, dall'alto della sua cattedra ha ritenuto di assestarmi una lezioncina morale, mi dà praticamente dell'isterico, ritiene spropositata la mia reazione. Mi pare chiaro che Lei ha seguito o segue molto da lontano le vicende legate al caso "Muraglia". Orbene, può darsi anche che sarebbe forse stato più opportuno un "vaffa" ai cialtroni, ma forse Lei non sa che da almeno un quinquennio i residenti sulla Muraglia sono angariati dalla inciviltà delle "orde" dei "visitatori", specie notturni, e poi sbeffeggiati da un periodiconzolo locale che accoglie con favore, senza contraddittorio, tutte le velenose insinuazioni o concede interviste diffamatorie e mistificatorie ad un tale che crede di essere il "paladino della legalità" ed è affetto da manie ossessivo-compulsive per quel che riguarda le "fioriere" della Muraglia. Scrive ogni 10 giorni al Commissario e al Comandante della Polizia municipale, intimando la rimozione dei vasi di piante "abusivi" che occupano "abusivamente" il "suolo pubblico". Ora, non è qui che io possa dilungarmi in una lezione diritto sullo status giuridico della strada pensile della Muraglia (che altro non è che il lastrico solare, quindi privato, dei negozi e uffici aperti dentro le mura) e, pertanto, la invito, se ne vuole sapere di più, a farsi una passeggiata sulla Muraglia e a venirmi a trovare quando vuole. Per quel che concerne i cialtroni, la mia reazione è stata conseguente al fatto che alcuni di essi hanno già imperversato con le loro insinuazioni e diffamazioni su Fb e sul citato periodiconzolo locale, e ora ho deciso di "divertirmi" io, nel tentativo di farli uscire allo scoperto,così che questi ignorantelli da strapazzo, compreso il loro mentore, imparino a non scrivere insulsaggini qualunquistiche. A risentirci, se ritiene.









Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet