Recupero Password
Stasera concerto organizzato dal Centro Culturale Auditorium di Molfetta le colonne sonore tratte da “La dolce vita “ e “Schindler's list”
31 gennaio 2015

MOLFETTA - In questi giorni varie sono le manifestazioni organizzate da Enti, Associazioni, Scuole, Gruppi Giovanili per ricordare un triste evento della nostra storia: la Shoah.

Film, opere teatrali, canzoni, poesie e altre forme espressive culturali  hanno rappresentato o ricordato la persecuzione del popolo ebraico.

Il Centro Culturale Auditorium, sensibile da sempre agli avvenimenti più significativi della storia, ha organizzato per domenica 1 febbraio 2015 in Via San Rocco a Molfetta alle ore 19,00 un “concerto per violino e pianoforte” con le colonne sonore tratte da “La dolce vita”, film del 1997 diretto e interpretato da Roberto Benigni vincitore di  tre Oscar: quello alla migliore colonna sonora, quello al miglior film straniero e quello al miglior attore protagonista,e “Schindler’s list” di  Steven Spielberg  vincitore di 7 oscar.

Si tratta di due opere, l’una di fantasia e l’altra tratta da una storia vera, che vogliono ricordare con toni diversi le persecuzioni dei tedeschi durante la seconda guerra mondiale,ma anche la speranza di un riscatto della dignità umana attraverso gesti coraggiosi di persone buone e oneste.

Durante il concerto si esibiranno i maestri Mauro Dell’Olio al pianoforte e Stefania Lomolino al violino.

«La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell'abbattimento dei cancelli di Auschwitz, "Giorno della Memoria", al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati».

In questo giorno si celebra la liberazione del campo di concentramento di Auschwitz, avvenuta il 27 gennaio 1945 ad opera delle truppe sovietiche dell'Armata Rossa.

La scoperta di Auschwitz e le testimonianze dei sopravvissuti rivelarono compiutamente per la prima volta al mondo l'orrore del genocidio nazista.

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet