Recupero Password
Spiagge, pulita solo “Torre Gavetone” I molfettesi sporcano troppo: i dati del monitoraggio della Provincia
15 settembre 2002

Ciao sole, ciao mare, ciao spiagge. Le piogge di fine estate, la ripresa del lavoro e dello studio annunciano che la bella stagione è terminata. Tutti a casa e arrivederci a giugno prossimo. Basta tintarella e bagnetto refrigerante. Dubbio: sarà vera nostalgia? E' ancora un piacere poggiare il prezioso fondoschiena sugli scogli della costa molfettese? Diletterà ancora qualcuno trascorrere un'intera giornata oziando sulla battigia nostrana? Ci porteremo queste domande dietro per tutto, o quasi, l'inverno. Ad esse, poi, accompagniamo, sperando di fare cosa gradita, un giudizio sul litorale di casa nostra, poggiandoci sui dati, apparsi a fine luglio sulla “Gazzetta del Mezzogiorno”, elaborati dalle guardie del Servizio ittico ambientale della Provincia di Bari. Dal monitoraggio fatto dagli esperti risalta, come unico tratto meritevole del massimo dei voti (“spiaggia molto pulita”), quello compreso tra la “Terza Cala” e “Torre Gavetone” (nella foto), finalmente scrollatosi di dosso la annosa fama di polveriera: l'opinione, generosa senz'altro, appare condivisibile non avendo noi, allo stato attuale, notizia di presenza di ceramiche da vespasiano e rifiuti in genere in tale zona. Nonostante l'affollamento del “Gavetone” e le amnesie che colpiscono i giovani frequentatori, spinti a “dimenticare” mozziconi, bottigliette e pacchetti di sigarette vuoti nell'ora del rientro sugli scogli, i 460 metri interessati dall'indagine paiono sani: ancor più delle estati precedenti, quando numerose macchie di petrolio contaminavano il posto “a sdraiare” e scoraggiavano dal “sostarvi” parecchia gente. Dicevamo dei rifiuti in genere: in buona quantità li si è scovati nel tratto da “Cala San Giacomo” alla “Madonna dei Martiri”. Non è una novità che quella striscia sia, tra scarichi vari e avanzi di ogni sorta, una latrina a cielo aperto. Per quei 2 km e mezzo il verdetto della Provincia è stato netto: “spiaggia molto sporca”. Anche lo spazio “zona Municipio-Park Club” (il Lungomare, per intenderci) è stata giudicata negativamente (“spiaggia sporca”): la contaminazione sistematica e, ci sembra tuttavia, incosciente ad opera dei bevitori di bevande alcoliche e non alcoliche ha trasformato i massi incastonati sottostanti in tanti cestini dell'immondizia. Sarebbe auspicabile, pensandoci bene e neanche troppo, una ripulitura della zona prima che il peggio non si verifichi: se buste, lattine e vetri finiscono in mare aperto saran dolori per noi, per i nostri figli e per i figli dei nostri figli. Se proprio un miglioramento vogliamo scorgere rispetto alla stagione scorsa basterà constatare che quest'anno nessuna transenna per il blocco del traffico è stata buttata in acqua: un incredibile segnale di civilizzazione della gioventù locale… Proseguendo dal “Park Club” fino al lido “Algamarina” si legge un uniforme “spiaggia pulita”. Sarà stata la nuova immagine da “Palm Beach” che i nostri amministratori hanno voluto fornire all'altezza della “Prima Cala”; o piuttosto deve convenirsi che laddove sorgono lidi balneari privati l'attenzione alla lindezza della costa è maggiore che altrove; o ancora sarà che la zona tra la fine della “Prima Cala” e il lido “Belvedere” poco è battuta dai bagnanti (come dire: dove è l'uomo lì è il lercio): il giudizio conforta ma non esalta proprio riflettendo sul fatto che uomo e sporcizia sembra essere un binomio inscindibile. Resoconto finale: una discarica abusiva sul mare giungendo da Bisceglie, un immondezzaio tra i ciottoli nel centro cittadino, una parvenza di nitidezza (a pagamento, però) subito fuori città, pulizia soltanto a “Torre Gavetone”: e pensare che eravamo i primi in Italia nella raccolta differenziata dei rifiuti… Eugenio Tatulli
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet