Recupero Password
Solidarietà dei Giovani Democratici di Molfetta ai giovani dell'Iran
26 giugno 2009

MOLFETTA - Solidarietà dei Giovani Democratici di Molfetta ai giovani che si battono per la libertà in Iran. Ecco il testo: «La sorella di Neda scrive nella sua lettera: “Io sono qui, viva, e ad essere uccisa è stata mia sorella. Sono qui a piangere mia sorella morta tra le braccia di mio padre. Io sono qui per raccontarvi quanti sogni coltivava mia sorella... Io sono qui per raccontarvi quanto fosse una persona dignitosa e bella, mia sorella...Sono qui per raccontarvi come mi piaceva guardarla quando il vento le agitava i capelli... Quanto volesse vivere a lungo, in pace e in eguaglianza di diritti.... Di quanto fosse orgogliosa di dire a tutti, a testa alta, “Io sono iraniana”... Di quanto fosse felice quando sognava di avere un giorno un marito con capelli spettinati, di avere una figlia e di poterle fare la treccia ai capelli e cantarle una ninna-nanna mentre dormiva nella culla. Mia sorella è morta per colpa di chi non conosceva la vita, mia sorella è morta per un'ingiustizia senza fine, mia sorella è morta perchè amava troppo la vita...Chiunque leggerà questa mia lettera, per favore, accenda una candela nera con un piccolo nastro verde alla base e ricordi Neda e tutti i Martiri di queste giornate, ma quando la candela si sarà spenta non dimenticatevi di noi, non lasciateci soli..” Noi Giovani Democratici non possiamo restare indifferenti e tacere di fronte alla morte di tanti innocenti in Iran, di tanti giovani come noi. Le elezioni presidenziali, che hanno portato all'ennesima vittoria di Admadinejad – da trent'anni alla guida del paese – sul candidato riformista Mousavi, sono state i motivo delle frequentissime manifestazioni delle quali si sono fatti interpreti soprattutto i giovani. Elezioni quantomeno anomale, vista la massiccia mobilitazione della popolazione registrata, non solo nell'affluenza alle urne, ma anche nelle manifestazioni pre-elettorali. È per questo motivo che Mousavi e i manifestanti hanno chiesto di condurre un'inchiesta costituzionale per verificare la possibile presenza di brogli, una riesamina del voto. Come ormai si predica da più parti, in Iran dilaga la corruzione, la disoccupazione, la droga, la mancanza di prospettive future, ma soprattutto la libertà e la colpa sarebbe del malgoverno di Admadinejad che avrebbe determinato il tracollo economico e un insostenibile aumento del costo della vita La dimensione della sommossa popolare, che ha visto giovani studenti e studentesse come protagonisti, si è arricchita di uomini e donne scesi per strada a protestare: è assolutamente riduttivo descrivere il fenomeno come una protesta contro i brogli. È un'opportunità colta per esprimere una rabbia diffusa da tempo, infatti, durante i cortei i “giovani parlano di libertà, autonomia e diritti”. Tutto quello che sta succedendo in Iran, accade ogni giorno in tutto il Mondo islamico: ci sono quotidianamente uomini, donne e bambini che, nel più indifferente silenzio, vengono torturati, uccisi, orribilmente mutilati solo perché vogliono far sentire la propria libera voce… La libertà di un popolo però, passa anche per il sacrificio di pochi. Pensiamo che in Iran, oggi, le coscienze dei giovani, ma anche di molte persone di età diversa, abbiano subito una scossa tale da far germogliare il seme della democrazia, libertà, dell'uguaglianza, del sentirsi parte integrante del mondo perché il sogno della Libertà, nessun regime può distruggerlo».
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""





Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet