Recupero Password
Sfornato ad Altamura il primo pane DOP
01 marzo 2005

ALTAMURA – 1.3.2005 E' entrato oggi in produzione il “Pane di Altamura DOP” (Denominazione di Origine Protetta), commercializzando la prima sfornata che ha raggiunto le tavole pugliesi, del Lazio e del Nord Italia: oggi i mercati forti del prodotto della città barese. Un riconoscimento, quello DOP, ottenuto in sede comunitaria e che certifica la qualità del prodotto oltre ad assicurare la garanzia del consumatore,. Nel panorama degli oltre 1000 varietà di pane prodotti in Italia, il pane di Altamura è ufficialmente il primo prodotto in Europa a fregiarsi del marchio DOP nella categoria merceologica “Panetteria e prodotti da forno” (denominazione di cui gode dal 19 luglio 2003, giorno nel quale la legge ne definisce l'area di raccolta del grano e della sua produzione all'interno del territorio). La denominazione è stata definitivamente riconosciuta con la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale dell'Unione europea L 181 del 19 luglio 2003. Il Reg. CEE n. 2081/92 definisce i prodotti agroalimentari DOP come “prodotti originari di un luogo determinato le cui qualità o caratteristiche siano dovute essenzialmente o esclusivamente all'ambiente geografico, comprensivo dei fattori naturali ed umani, e la cui produzione avvenga nell'area geografica delimitata”. Il pane è infatti prodotto solo all'interno della zona d'origine con grano raccolto esclusivamente nella zona d'origine. A dare l'annuncio della “prima sfornata DOP” è stato il Consorzio per la tutela del pane di Altamura, l'ente che ha ottenuto il riconoscimento europeo. Con la DOP il prodotto tipico acquisisce maggiori qualità organolettiche per l'utilizzo esclusivo di grani della Murgia (Altamura, Gravina in Puglia, Poggiorsini, Spinazzola, Minervino Murge) e di lievito madre, materie prime che conferiscono ulteriori proprietà qualititative. Inoltre per la sfornare il pane DOP l'intera filiera (agricoltori, mulini, panificatori) è tracciata da un organismo autorizzato dal Ministero delle politiche agricole e forestali, la Bioagricoop, e sottoposta a rigide certificazioni e ciò costituisce una forte garanzia per il consumatore. Inoltre, con la DOP i produttori pugliesi possono sbaragliare la concorrenza sleale diffusa al Centro e al Nord Italia dove alcuni grossi industriali mettono in commercio un prodotto che nella sua denominazione riporta l'indicazione “Altamura”, ma che invece non ha nessun punto di contatto con il pane originale. Lucrezia Pagano
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet