Recupero Password
Scompare Renato Brucoli, giornalista, scrittore, editore di Terlizzi, fu collaboratore di don Tonino Bello Impegnato nel sociale, ha diretto il settimanale diocesano “Luce & Vita” all’epoca del vescovo venerabile. Vincitore di tre edizioni del premio Campione
Renato Brucoli
28 aprile 2024

MOLFETTA - "La morte, per noi credenti, non è una porta d'uscita ma un portone d'ingresso" (Don Tonino Bello). Oggi Renato è tornato alla casa del Padre, accolto dall'abbraccio fraterno di Don Tonino.
Con queste parole la famiglia ha dato sui social la notizia della morte di Renato Brucoli, 70 anni giornalista, scrittore, editore e collaboratore di “Quindici”.

Ammalato da tempo di un male incurabile, che ha affrontato sempre con coraggio e speranza, non perdendo il suo tradizionale sorriso, Renato Brucoli era nato a Terlizzi nel 1954, aveva svolto diverse attività come editore e giornalista pubblicista. Nel contesto ecclesiale, aveva collaborato con don Tonino Bello dirigendo il settimanale d'informazione religiosa della diocesi di Molfetta “Luce & Vita” e il Settore emergenze della Caritas durante il primo e secondo esodo dall'Albania in Italia nel periodo marzo-agosto 1991, oltre a essere stato coinvolto in progetti sanitari in Albania.

Nel campo civile, aveva mostrato particolare interesse per lo sviluppo delle periferie urbane e fondato un'associazione politica per la cittadinanza attiva. Aveva inoltre lavorato nella Murgia barese per promuovere la demilitarizzazione del territorio. Brucoli è stato autore e curatore di saggi biografici su don Tonino Bello e altre figure del Novecento pugliese, e ha diretto la collana Alfabeti per le Edizioni Messaggero Padova. In qualità di direttore responsabile della rivista Tracce, ha contribuito mensilmente al periodico La Nuova Città.

In passato ha ricoperto il ruolo di addetto stampa per l'associazione “Accoglienza Senza Confini Terlizzi”, impegnata nell'ospitalità di minori bielorussi in Italia dopo l'incidente di Chernobyl. Ha ricevuto la Medaglia d'oro al merito culturale dall'Università Cattolica del Sacro Cuore, per la quale ha pubblicato una serie di Quaderni pedagogici sul rapporto adulto-adolescente.
L'Ordine dei Giornalisti di Puglia gli ha conferito il Premio "Michele Campione" nel 2013 per un'inchiesta sul danno ambientale causato da un'industria di laterizi e nel 2015 per la narrazione della storia umana e sportiva di Luca Mazzone, campione del mondo di paraciclismo. Anche nel 2019 ha ricevuto per la terza volta il premio intitolato a Michele Campione, giornalista Rai che – come lo stesso Renato ricordava - proprio in occasione dell’iscrizione all’Ordine dei giornalisti, gli consegnò la tessera professionale.

Ha ricevuto, inoltre, la medaglia d'oro al merito culturale dall'Università Cattolica del Sacro Cuore nel 2006 e, nel 2016, il premio "Eccellenze di Puglia" dall'Associazione Regionale Pugliesi di Milano.
Pochi giorni fa Brucoli aveva ricevuto a Bisceglie anche il Premio internazionale "don Tonino Bello - Apostolo di Carità".

Questa la nota di cordoglio della Diocesi di Molfetta: «Il Vescovo e la Diocesi di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi apprendono con tristezza la notizia del decesso del dott. Renato Brucoli. Uomo dalla fede autentica e dalla passione per il prossimo, attento alle questioni sociali e alle periferie, lascia un segno profondo nella vita della Chiesa diocesana.

Protagonista degli anni vissuti con Mons. Bello e affascinato dal suo magistero autentico e coerente, Renato ha concretizzato la sua passione per la Chiesa locale in un servizio dinamico e sincero, in modo particolare nella Caritas e nel settimanale Luce e Vita. Laico di spiccato intelletto, ha contribuito a rendere il giornale diocesano un faro di informazione religiosa e uno stimolo all’impegno sociale.
Molteplici sono state nella sua vita le azioni in favore della promozione della pace e la difesa dei diritti degli ultimi.

La sua memoria resterà viva nei cuori di coloro che hanno avuto la possibilità di conoscerlo e collaborare con lui. A lui la gratitudine e la preghiera di tutta la Diocesi.

La redazione di “Quindici” e il direttore Felice de Sanctis, che gli fu amico fin dai tempi della collaborazione con Don Tonino, piangono il caro Renato, ricordando anche la sua lunga collaborazione con il giornale ed esprimono alla famiglia sincere e sentite condoglianze.

I funerali, presieduti dal vescovo mons. Domenico Cornacchia, si svolgeranno oggi pomeriggio, lunedì 29 aprile, nella Concattedrale di Terlizzi, alle ore 16,30.

© Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet