Recupero Password
"Rimuovere l'antenna di via Fani", il Tribunale dà ragione agli abitanti
28 novembre 2002

MOLFETTA – 28.11.2002 Rimuovere immediatamente l'antenna di via Martiri di via Fani (nella foto). A stabilirlo, la sezione distaccata di Molfetta del Tribunale di Trani che ieri ha emesso la sentenza relativa alla legittimità dell'installazione del ripetitore Wind-Alcatel sul lastrico solare della palazzina della 167. Quell'antenna non è legittima. Su quel tetto, senza l'autorizzazione dei residenti, nessuna installazione è a norma di legge. E' durissimo lo stop al ripetitore venuto dai giudici: è la fine dell'intricatissima vicenda dell'antenna di via Martiri di via Fani, delle trattative protrattesi da mesi per il trasferimento in altra sede del ripetitore, della battaglia da oltre un anno ingaggiata dai residenti. Secondo i giudici, la ditta Wind-Alcatel non aveva alcun diritto di utilizzare il lastrico solare by-passando i residenti. E questo, al di là della mera questione della proprietà del tetto, da sempre rivendicata dai costruttori del palazzo (l'impresa edile Pansini & Gadaleta) che avevano concluso il contratto di locazione del tetto con i gestori di telefonia mobile. Per questa ragione, l'antenna va subito rimossa. Per i residenti è la fine di un incubo. Durato un anno, a partire dal 28 agosto 2001 quando i tecnici dell'Alcatel-Wind in via Martiri danno avvio ai lavori di installazione del ripetitore. I residenti oppongono subito resistenza: di quell'antenna non sanno nulla, nessun consenso è stato loro richiesto. Si rifiutano di dare ai gestori le chiavi di accesso al lastrico. Ma nulla ferma l'antenna: viene montata una gru, si ignorano le proteste di piazza, le infuocate assemblee che i residenti per giorni tengono alla presenza del sindaco e dei dirigenti dell'ufficio tecnico comunale. Colpevoli di aver rilasciato la concessione edilizia favorevole all'installazione di quel ripetitore, secondo i residenti. A settembre, il passo indietro del Comune, che vieta all'Alcatel di attivare l'antenna. Ma, qualche mese dopo, una sentenza del Tar dà ragione all'Alcatel Wind e di nuovo i residenti s'infiammano. Avviano un'azione legale per stabilire la proprietà del solaio e un ricorso al Tar (a cui aderiscono 49 cittadini) per l'annullamento della concessione comunale sulla quale ritengono che sussistano pesanti irregolarità. Ieri, il primo risultato. Forse il più importante. Via il ripetitore da via Martiri di via Fani, hanno sentenziato i giudici del Tribunale. Con grandissima soddisfazione dei residenti e di numerosi altri cittadini. Tiziana Ragno
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet