Recupero Password
Rifondazione Comunista di Molfetta discute della Finanziaria 2007 Incontro pubblico previsto per lunedì 4 dicembre
01 dicembre 2006

MOLFETTA - Il circolo locale di Rifondazione Comunista organizza per lunedì, 4 dicembre, alle ore19.30, presso la Fabbrica S. Domenico, un incontro pubblico sul tema della "Finanziaria 2007". L'obiettivo è quello di spiegare il senso della manovra economica del governo dell'Unione, tra risanamento dell'Italia e redistribuzione della ricchezza, all'indomani dei guasti del governo Berlusconi. Alla manifestazione pubblica interverranno Marco Barbieri, assessore al Lavoro Regione Puglia;Domenico Pantaleo, segretario generale CGIL Puglia; l'On. Alfonso Gianni, sottosegretario allo Sviluppo Economico
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""

Gentile Sig. De Pinto, provo a darle una risposta sul quesito e sul senso di questa manovra economica che Rifondazione sta sostenendo, riprendendo anche quanto detto lunedì a Molfetta dal Sottosegretario allo Sviluppo Economico Alfonso Gianni. In primo luogo vorrei chiederle in quale luogo della Finanziaria risulta che ci sia il licenziamento di 20 mila docenti, e a quali docenti assunti si riferisce. Finora si è discusso su quanti altri docenti stabilizzare, non licenziare. E a tal proposito possiamo sicuramente convenire sul segnale non ancora forte rispetto alla stabilizzazione dei precari ma è dell'ultima ora la notizia che il governo interverrà per correggere in Senato la Finanziaria sul tema delle graduatorie permanenti con un emendamento presentato da Rifondazione, e fatto proprio da tutta la maggioranza, che garantirà la stabilizzazione di tutti i precari. Verranno infatti mantenute le graduatorie permanenti trasformandole in graduatorie ad esaurimento. Rispetto ai finanziamenti invece sono previsti 660 milioni in tre anni per la scuola pubblica più 300 milioni per le scuole paritarie sempre in tre anni. Mentre per l'edilizia scolastica sono previsti 250 milioni in tre anni. Non bastano? Certo che i soldi non bastano e che la coperta è sempre troppo corta, forse perché il disavanzo negli anni di governo di centrodestra è cresciuto non poco. Lei si chiede e mi chiede come abbia fatto Rifondazione a votare alla Camera questa Finanziaria? Mi chiedo se sia la domanda preoccupata di un elettore di sinistra o di un elettore di destra che rimpiange i tempi andati del governo Berlusconi. Nell'attesa di saperlo, le risponderò chiedendomi anch'io come faccia Rifondazione a votare una Finanziaria che per esempio reintroduce i ticket, anche se limitatamente alle prestazioni giudicate inappropriate di Pronto soccorso; oppure che non stabilizza in un colpo tutti i precari della scuola e della Pubblica Amministrazione. Continuo a chiedermelo e trovo una risposta nel fatto che Rifondazione sostiene una manovra di un governo di coalizione che, anche e soprattutto grazie alla sua presenza, ha deciso di avviare un'opera di redistribuzione della ricchezza, a partire dalla rimodulazione delle aliquote Irpef. Un governo che reintroduce l'imposta sulle successioni e sulle donazioni (abrogata dal governo Berlusconi) per i patrimoni superiori al milione di euro; che riduce le indennità dei ministri e dei sottosegretari del 30%; che aumenta il Fondo Sanitario Nazionale di 6 miliardi a carico dello Stato e stanzia 3 miliardi di euro di interventi per l'edilizia sanitaria. Non è ancora sufficiente? Certo, si può e si deve fare ancora meglio, anche grazie al sostegno critico e vigile di chi ha scommesso sul centrosinistra, ma è essenziale aver cominciato a invertire la rotta. Gianni Porta

Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet