Recupero Password
REGIONANDO - L'ITC Calamandrei di Bari avvia il progetto "Consiglio regionale aperto"
03 dicembre 2003

BARI – 3.12.2003 Ventitré ragazzi e ragazze, due insegnanti: per quasi tre ore il palazzo del Consiglio regionale, a Bari, ha visto crescere di venticinque unità la 'comunità' che opera all'interno della sede consiliare. Sono stati gli allievi dell'istituto tecnico commerciale "Calamandrei" di Bari-Carbonara a tagliare il nastro del progetto "Consiglio regionale aperto", il programma di visite guidate nel palazzo di via Capruzzi. Non solo semplici presenze in Aula durante le riunioni del Parlamento regionale, ma un vero incontro con l'Istituzione, con i suoi rappresentanti, le strutture, nei luoghi fisici dove operano i consiglieri, le commissioni, i gruppi, dove si svolgono le attività di formazione delle leggi, di informazione (la sala stampa) e comunicazione (la biblioteca: "Teca del Mediterraneo"). Muovendosi con lodevole autodisciplina, appena intimiditi dalla "sacralità" degli ambienti, gli alunni di quinta C e quinta D dei corsi informatici "Mercurio" per programmatori, accompagnati dalle docenti Vincenza Balestra (diritto) e Gabriella Tieri (italiano e storia), hanno percorso i corridoi, sono entrati nello studio del presidente De Cristofaro, si sono intrattenuti con i giornalisti dell'ufficio stampa ed hanno raggiunto la biblioteca in via Giulio Petroni, prima di tornare a seguire qualche fase della seduta consiliare. Il programma delle visite proseguirà fino alla vigilia di maggio ed è stato definito d'intesa con l'Ufficio scolastico regionale. Al progetto "Consiglio regionale aperto" collabora l'IRRE Puglia: l'istituto regionale di ricerche educative curerà la partecipazione di alunni di origine straniera. Ventuno gli istituti delle cinque province 4 per Lecce e 3 per Taranto) coinvolti dal progetto "Consiglio regionale aperto", Altri sei istituti sono della provincia di Bari: ad 'entrare' nel Palazzo, è stata ieri la scuola media Lombardi del capoluogo; martedì 9 toccherà l'IPSC barese Gorjux; martedì 16 il circolo didattico Fraggiani di Barletta. Il 13 gennaio si riprenderà con la media Padre Pio di Altamura; martedì 20 sarà la volta del circolo didattico Principessa di Piemonte e il 27 gennaio toccherà alla media Resta di Turi. Due le scuole della provincia di Brindisi: giovedì 29 gennaio il circolo didattico Lanza di San Vito dei Normanni e il 5 febbraio l'ITC Monnet di Ostuni. Cinque sono della provincia di Foggia: martedì 10 febbraio toccherà all'istituto superiore Giannone di San Marco in Lamis, il 17 al circolo didattico Marconi di Cerignola; martedì 24, sempre a febbraio, all'istituto comprensivo via Roma di Accadia; martedì 2 marzo all'istituto comprensivo D'Apolito di Cagnano Varano e il 9 all'istituto superiore Giordani di Monte Sant'Angelo. Quattro sono della provincia di Lecce: Aprirà l'istituto comprensivo di Maglie, in visita il 16 marzo; il martedì successivo, 23 marzo, toccherà al superiore Bottazzi di Casarano e il 30 marzo all'istituto d'arte Toma di Galatina. Il mese di aprile sarà dedicato alla provincia di Taranto (tre scolaresche): martedì 6 sarà la volta dell'istituto comprensivo di Miggiano, il 20 sarà a Bari la media Aosta di Martina Franca, martedì 27 l'IPSC Liside di Taranto. Chiusura "Consiglio regionale aperto" con l'istituto comprensivo Pirandello del capoluogo ionico.
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet