Recupero Password
Pallavolo Molfetta, prima sconfitta interna Contro l'Atripalda un punto e tanta rabbia
31 gennaio 2011

MOLFETTA - Cronaca di una pazza partita. Quella contro l’Atripalda, che per un’ora è stata perfetta per la Pallavolo Molfetta. Poi è andato tutto storto: sfortuna, bravura avversaria, decisioni quanto meno discutibili degli arbitri. E un pizzico di scarsa lucidità nei momenti in cui il match si poteva chiudere. Finisce 3-2 per gli irpini, arrivati al PalaPoli con il primato e che, dopo la vittoria al tie-break, quel primato l’hanno consolidato.
Per 53 minuti quella dei biancorossi è grande pallavolo. Incisivi in attacco, precisi in ricezione, attenti in difesa ed efficaci a muro, Valente e soci danno l’idea non solo di portare a casa tre punti, ma addirittura di chiudere il match in poco più di un’ora.
Già dal primo timeout tecnico i molfettesi dimostrano di voler fare le cose perbene: avanti 8-5, con De Luca e Draghici praticamente indifendibili, Del Vecchio in grande spolvero e tutti praticamente perfetti. Alla seconda sospensione tecnica è 16-10, poi si chiude in scioltezza 25-19.
Il secondo parziale inizia sui binari dell’equilibrio, ma tra primo e secondo timeout tecnico arriva il break che fa volare i molfettesi e piega le gambe dell’Atripalda. Sotto 7-4, i biancorossi, spinti dalle battute di Del Vecchio e Valente, mettono a segno 13 punti a 1. Sul 17-8 c’è solo da gestire il vantaggio. Così succede e il set termina 25-16.
Poi la Pallavolo si distrae. Il terzo set vede l’ottimo ritorno degli atripaldesi, spinti da un Guerrieri al solito incisivo e da un Marolda che non smette mai di crederci. Gli irpini crescono in ricezione e difesa, i molfettesi perdono un po’ di lucidità: 25-18 per gli ospiti. Si ricomincia dal quarto parziale.
E qui succede tutto e il suo contrario. I molfettesi vanno avanti, Guerrieri li riprende, ma sul 23-20 e battuta per i biancorossi tutti sembrano crederci. Ma qui capita l’imponderabile: decisioni discutibili degli arbitri, assieme a qualche errore e a due match point sciupati rovesciano l’andamento della gara. Finisce appannaggio dell’Atripalda per 27-25. Si va al tie-break.
E il tie-break è un altro turbinio di emozioni. Atripalda avanti 10-5, poi 11-11, quindi, nel momento-chiave, il break dei campani. La conclusione è amara per la Pallavolo: finisce 3-2, tra l’incredulità generale, rabbia e recriminazione. La certezza è una: si torni subito a lavorare. E si ricominci dai primi due set, letteralmente dominati.
I tabellini
Pallavolo Molfetta – Sidigas Atripalda 2-3 (25-19, 25-16, 18-25, 25-27, 12-15)
Pallavolo Molfetta: Draghici 18, Valente 7, Del Vecchio 11, De Luca 24, Parisi 4, Rau 8, Piccioni 0, Squeo 0, Dibello n.e., Bacca n.e., Fiorillo n.e., Bisci libero. All. Lorizio.
Sidigas Atripalda: Bruno 6, Cuomo 7, Marolda 19, Libraro 9, D’Avanzo 9, Guerrieri 33, Matarazzo 0, Zaccaria n.e., Losco n.e., Amodeo n.e.., Spina n.e., Coppola libero. All. Marolda.

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""





Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet