Recupero Password
Nuovo reparto medicina donne all'ospedale
15 dicembre 2009

L’emozione trattenuta a stento dal direttore sanitario, dott.ssa Annalisa Altomare, le parole del l’assessore regionale alla Sanità, Tommaso Fiore, il tagli del nastro da parte del presidente della Regione, Nichi Vendola, la benedizione del Vescovo della Diocesi, mons. Luigi Martella: è così tornata in attività, dopo la ristrutturazione, l’ala del quarto piano dell’ospedale “Don Tonino Bello” di Molfetta, che sarà dedicata alla medicina interna, destinata alle donne. Un intervento di ristrutturazione necessario ma che, precisa la dott.ssa Altomare, non ha mai interferito con la regolare attività ospedaliera, nonostante i lavori. Lavori che non finiscono qui: fondi per altri 6 milioni e 400mila euro verranno destinati all’ospedale di Molfetta, con partenza dei lavori prevista per marzo 2010. Presenti alla cerimonia di inaugurazione anche il direttore generale dell’Asl Ba Nicola Pansini e l’assessore regionale alla trasparenza Guglielmo Minervini, E’ sul “prendersi cura del malato” che spende brevi parole mons. Martella, dove cura non vuol dire solo la somministrazione di un medicinale. E’ lo stesso punto su cui batte il presidente Nichi Vendola, che ha visionato personalmente alcune delle nuove stanze che accoglieranno la degenza delle malate: “le messe a norma degli ospedali, nelle cucine, nei reparti, nelle sale operatorie, sono una priorità assoluta. In ospedale si curano le malattie, ma la salute non si produce in ospedale. La salute si produce fuori di qui, nel territorio, in famiglia, con l’attenzione verso gli anziani, con una corretta educazione alimentare per i più piccoli, per cui tra qualche anno l’obesità sarà una reale emergenza. Costa più un giorno di ricovero per un anziano in difficoltà, che un mese di cure domiciliari per lo stesso anziano: non bisogna solo fornire cure mediche, ma abbattere con l’assistenza domiciliare le barriere della solitudine e della marginalità”. Colori vivaci: non solo bianco, ma arancione e azzurro per il reparto che sarà diretto dal dott. Domenico Ruggiero, e che viene consegnato dopo un iter partito nel 2006, “tempi brevi”, sottolinea la dott.ssa Altomare. Anche così si legge la costante crescita di un presidio ospedaliero che sta tornando ad assumere il ruolo di primo livello che merita, e che continuerà, a partire dalla prossima primavera.

Autore: Vincenzo Azzollini
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet