Recupero Password
Non si fermano all'alt dei carabinieri due pregiudicati di Gravina finiscono in manette
16 marzo 2007

ANDRIA - La notte scorsa i carabinieri della Compagnia di Andria, nel corso di servizi per il controllo del territorio, hanno arrestato tre persone. I primi due sono stati arrestati, ieri sera, in flagranza di reato dopo un rocambolesco inseguimento. Si tratta di due pregiudicati di Gravina di Puglia: Luigi Confortino di 44/enne e Michele Cassano di 33 anni, entrambi censurati. I due, mentre girovagavano in zone frequentate da spacciatori e tossicodipendenti, a bordo di una Fiat Bravo, sono stati intercettati da una “gazzella” che gli ha intimato l'alt per un controllo. I due non vi hanno ottemperato e si sono dati alla fuga. Ne è nato un inseguimento per le vie del centro sino a quando i due sono stati bloccati. I successivi accertamenti hanno consentito di rilevare che Luigi Confortino era sottoposto alla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di dimora nel Comune di Gravina. Per questa ragione è finito in manette insieme al suo accompagnatore. Quest'ultimo alla guida dell'autovettura, durante l'inseguimento aveva messo in serio pericolo l'incolumità dei passanti, degli altri utenti della strada e degli stessi militari che lo inseguivano, condotta che integra il reato di resistenza a pubblico ufficiale. L'autovettura è finita sotto sequestro ed i due sono stati accompagnati nel carcere di Trani. Poco dopo, presso lo stesso istituto penitenziario, è stato accompagnato anche Salvatore Salice, andriese di 29 anni con precedenti. Deve scontare una condanna ad un anno e quattro mesi di reclusione, nonché una multa di 2.000,00 € per spaccio di stupefacenti in relazione ad un arresto eseguito lo scorso anno sempre ad opera dei Carabinieri. Per questo motivo i militari della Stazione di Andria, incaricati dall'Autorità Giudiziaria, lo hanno arrestato e condotto in carcere. Gravina, maneggio sequestrato dai carabinieri: sorgeva su una ex discarica abusiva Questa mattina, in contrada Cozzarolo, agro del Comune di Gravina in Puglia, sulla Murgia barese, i Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Bari, coadiuvati dai militari della Compagnia di Altamura, hanno proceduto al sequestro di un'area di circa 22mila mq, occupata da un maneggio regolarmente autorizzato, all'interno della quale sorgono stalle, box e recinti occupati, sino a pochi giorni addietro, da numerosi cavalli. Particolare inquietante, però, sta nel fatto che la stessa area, sino al 1989, è stata sede di una discarica abusiva, che è stata interrata alcuni anni fa. Dal sopralluogo effettuato questa mattina, i militari, dopo aver constatato la fuoriuscita dal sottosuolo di pericolosi biogas altamente nocivi per la salute umana e per quella degli animali che vi stazionavano, hanno proceduto ad effettuare la campionatura degli stessi. La presenza di tali gas è dovuta al processo di decomposizione del materiale biologico riposto sotto il suolo che, al fine di evitarne la fuoriuscita, avrebbe dovuto subire un processo di messa in sicurezza, consistente nel versamento – in superficie – di idoneo materiale e nell'adozione di ulteriori importanti accorgimenti. L'area sottoposta a sequestro, di proprietà comunale, è stata messa a disposizione dell'Autorità Giudiziaria di Bari. Truffatore in trasferta, arrestato dai cc: sostituisce sigarette vere con altre "taroccate" Ha sostituito le 4 stecche di sigarette che era intenzionato ad acquistare, con altrettante identiche, dal contenuto fasullo. Tutto secondo i piani, ma non aveva messo in conto la particolare attenzione dimostrata dalla titolare, che ha scoperto l'inganno ed è riuscita a bloccare il truffatore all'interno del negozio, sino all'arrivo dei Carabinieri. Con l'accusa di furto aggravato e truffa, Ciro Fastoso, 55enne, napoletano censurato, è stato arrestato l'altra sera dai Carabinieri della Stazione di Alberobello. L'uomo, entrato all'interno del negozio di tabacchi sito in via Garibaldi, con una borsa a tracolla, ha chiesto alla titolare di acquistare 4 stecche di sigarette, ottenute le quali ha estratto una busta in cellophane, e, dopo averle riposte nella stessa, le ha appoggiate sul banco. Quindi ha preso il denaro per pagarle (160 euro) e, per distrarre la donna, le ha chiesto anche delle buste per lettere e dei francobolli. Così, mentre la donna si è piegata per prendere quanto gli era stato richiesto, l'uomo ha sostituito il sacchetto appoggiato sul banco con un sacchetto identico, che aveva precedentemente nascosto, al cui interno però vi erano altrettante stecche apparentemente identiche. Dopo aver sistemato nella borsa che portava a tracollo le sigarette "vere", si è affacciato sull'uscio del negozio fingendo che qualcuno dall'esterno gli stesse dicendo di non acquistare più nulla. Ha lasciato così il sacchetto contenente le "finte" sigarette sul banco e, dopo essersi rimesso in tasca i soldi, ha cercato di defilarsi. La negoziante però, insospettitasi dello strano comportamento dell'uomo, si è subito resa conto, dopo averle toccate, che le sigarette lasciate sul banco erano in realtà state sostituite con delle finte stecche. Con l'aiuto di alcuni passanti ha bloccato l'uomo all'interno del negozio ed ha allertato i carabinieri che, giunti sul posto, hanno tratto in arresto il truffatore. All'interno della borsa che l'uomo portava a tracolla, i militari hanno infatti rinvenuto le stecche autentiche, che sono state restituite all'avente diritto. Quelle "taroccate", invece, contenevano solo polistirolo appesantito con dei chiodi. Dagli accertamenti eseguiti dai militari, inoltre, è stato appurato che lo stratagemma ideato dall'uomo ha mietuto "vittime" anche in altre località italiane. Il Fastoso è stato associato presso la Casa Circondariale di Bari a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet