Recupero Password
Molfetta…oltre lo scatto. Mostra-concorso a cura della Pro Loco Nella Sala dei Templari fino al 22 novembre. La giuria dei visitatori premierà le foto migliori
09 novembre 2009

MOLFETTA - “Forse perché della fatal quiete, tu sei l’immago, a me sì cara vieni, o Sera”. E’ questo il titolo che riesce a donare un ulteriore tocco di magia a una delle tante fotografie d’arte che possiamo ammirare camminando per la Sala dei Templari.
Si è aperta sabato la mostra-concerto “Molfetta…oltre lo scatto”, che sarà fruibile fino al 22 novembre, dalle ore 17 alle ore 21 nei giorni feriali, dalle 10 alle 12.30 e dalle 17 alle 21 nei giorni festivi. Un’iniziativa, questa, nata quasi come una scommessa, ma soprattutto per impegnarsi in un progetto culturale, a vantaggio della città, che abbia però per gli artefici costi irrisori: soltanto quello di una macchina fotografica, a cui però bisogna accompagnare creatività e spirito artistico.
Ma gli stessi artisti, provenienti non solo da Molfetta, ma anche dalle città limitrofe e addirittura da Milano e Bologna, saranno poi “giudicati” dai visitatori che con un voto potranno esprimere le loro preferenze; il vincitore sarà dunque premiato a conclusione della mostra.
Si tratta comunque della seconda edizione di tale manifestazione, indetta dalla Pro Loco molfettese e patrocinata dal Comune di Molfetta, dalla provincia di Bari, dalla Regione Puglia e dalla Camera di Commercio di Bari, avendo già la prima edizione riscosso un notevole successo e una partecipazione di ben 40 artisti, spesso improvvisatisi tali. Come nella prima, anche in questa edizione i partecipanti hanno avuto l’occasione di “riavvicinare la creatività alla nostra terra”, con la potenza espressiva delle fotografie.
Fotografie che vanno dall’imbrunire immortalato nel paesaggio foscoliano,  ai tramonti e notturni spettacolari sul porto, i quali a volte si risolvono in situazione particolari, come quella di capovolgere l’immagine così che il mare nero, in cui il duomo si riflette, prenda il posto del cielo.
Ma l’attenzione degli artisti è caduta anche sulla neve, così rara e dunque così bella, che quelle poche volte che ha ricoperto Molfetta è riuscita a darle un volto nuovo e magico. “Ovunque sei” ritrae invece un altro fenomeno raro e nordico: quello dalla nebbia che avvolge il porto in una atmosfera di mistero.
Ma le foto inquadrano anche la tradizione: una mano che porge un’oliva diventa emblema di generazioni e generazioni che si sono avvicendate nei lavori dei campi, tradizione lavorativa, questa, che ormai sta scomparendo sia per il disinteressamento, quasi accompagnato da disprezzo, nei suoi confronti, sia perché è la stessa campagna a scomparire progressivamente, mangiate dalle gru, affannate nel costruire.
Un’attenzione particolare è stata dedicata da molti nei confronti di un’altra tradizione lavorativa: quella della pesca, celebrata da foto come quella intitolata “Emmin la ret e pisc…la scosc”. E ancora si sentono numerosi gli echi delle processioni pasquali nelle fotografie “Supplizio” e “Dolore di madre”.
Si susseguono infine foto divertenti, da una allegra happy hour “diversa” a un simpatico accenno al Carro dei Comici, con foto che riportano in una prospettiva più tragica, ricordando la miseria e la morte.
Ma la mostra è ancora tanto altro…
Sembra essere comunque questo il suo obiettivo: “guardare, inquadrare, e in una frazione di secondo, rendere eterno un attimo, ma, catturandone forma, colori e l’essenza più intima” per ricreare la magia che solo una fotografia può portare.
© Riproduzione riservata
 

Autore: Giulia Maggio
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet