Recupero Password
Molfetta, un lettore scrive a “Quindici”: nel degrado generale, anche la caserma dei carabinieri
24 agosto 2010

MOLFETTA – Un lettore scrive a “Quindici” per lamentare lo stato di degrado in cui versa Molfetta, sottolineando il clima da far west per quanto riguarda la sicurezza.
A tal proposito il lettore chiede come mai non si provveda alle opere di manutenzione della caserma dei carabinieri, arma addetta proprio alla sicurezza della città?
Ecco la sua denuncia:

«Leggiamo ancora fatti di cronaca che vedono sia i cittadini che le proprie attività (posti di lavoro) messi a dura prova da continui furti soprusi che la criminalità puntualmente non ci fa mancare e che ormai dilaga giorno dopo giorno.
Articoli che si susseguono rapidamente su tutte le riviste e siti internet locali raccontandoci passo dopo passo e furto dopo furto lo svolgimento della "vita amara" e di quanto sta accadendo nel "far west" molfettese.
Con rammarico notiamo il moltiplicarsi di furti rapine e disservizi che quest’amministrazione in carica sta cercando in tutti i sensi di soffocare e di farsi bella raccontando di bilanci in positivo quanto il 90% sono negativi nei loro confronti e delle loro dichiarazioni spesso smentite dai fatti che NON CI SONO.
Si abbiamo proprio questa certezza ormai.
Un’amministrazione ormai senza opposizione che parla fa promesse e continua a farle ma a tutt'oggi nulla di nulla....
Un’amministrazione quella attuale che può determinare tutti gli eventi a
proprio piacimento e convenienza (grazie all'assenza totale di un’opposizione affidabile).
Indifferenza su qualunque sia il problema in città e che adesso vediamo benissimo a occhio nudo su quello che dovrebbe il primo palazzo che dovrebbe mantenere la "sicurezza" intera della città ivi compresi i suoi cittadini.
Il palazzo in questione in realtà è una caserma, precisamente quella dei Carabinieri.
Io davvero non ho parole a riguardo e mi vergogno sempre più nel vedere nella città una caserma come quella dei CC che in condizioni davvero pessime.
Chiediamo sicurezza al Sindaco, non ci riusciamo nemmeno con le decine e migliaia di denuncie girate ai Vigili Urbani ai quotidiani locali e non.....
Stanno rimborsando fior fior di soldi per pagare i danni causati dalle strade alle auto e persone che hanno subito danni e incidenti spesso gravi.
Ma risolvere la questione sicurezza strade sembra che non interessi al nostro Sindaco o al suo Vice o Assessore.
L'amministrazione cui da anni chiediamo decoro, rifacimento delle strade, ma tutto sembra cadere nel baratro dell'indifferenza.
Ma qui cari cittadini molfettesi il fatto è sempre più grave perché si parla della sicurezza della "sede della sicurezza" e della prima forza armata e di polizia della città!!!
Oggi ammiravamo le facciate e i balconi della caserma totalmente rovinati  
dove si possono notare i ferri della struttura blindata che fuoriesce ormai dal cemento stesso.
Ci domandiamo e vorremmo domandare al Sindaco ma fino a che punto vuol spingere questa città?
I Comuni limitrofi non stanno subendo tutto quello che Molfetta sta passando da 2 anni a questa parte.
Quindi quello che è il problema delle strade e dell'asfalto, del decoro, del quartiere di ponente, della sicurezza, si aggiunge che la sicurezza stessa vive nel degrado e di conseguenza rispecchia quelle che sono le condizioni generali in cui è lo stato attuale della città, praticamente allo sfascio.
Mi domando se anche un Comando come quello dei carabinieri può essere cosi indifferente e bloccato su un problema cosi grave per la sicurezza della città ma dei militari stessi e delle famiglie che abitano la caserma!!!
Molfetta svegliati!!!».
 
 
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""






Con tutta la buona volontà e con tutta la massima comprensione nella buona fede e ragionevolezza della lettera di questo cittadino, mi riesce difficile pensare che il problema criminalità a Molfetta sia dovuto al balcone rotto, o al rifacimento della facciata. Che mi risulti, i balconi non vanno in giro con le volanti! Tra l'altro, pur volendo addebbitare tutto quello che non funziona in questa città (compresa un'attività di repressione del crimine organizzato - racket, spaccio, estorsione, contrabbando, riciclaggio del denaro sporco, usura... - praticamente inesistente, fatto salvo qualche arresto di qualche ladro di galline), al Sindaco, mi riesce difficile immaginarlo nel ruolo di SCERIFFO!!! Il lettore devrebbe sapere, benissimo, che un'attività di repressione seria del crimine organizzato non c'é, indipendentemente dal calcinaccio... Come già ho avuto modo di dire... da due anni a questa parte, si assiste ad un palese ed evidente "lassez fare"... che investe per la verità innanzitutto chi è deputato alla vigilanza, al controllo ed alla repressione del crimine... La verità è sempre scomoda ed incredibile... ma la città la viviamo... osserviamo comportamenti che sono un indice di qualcosa che non quadra in alcune componenti delle istituzioni... intendo in senso lato... Non si riesce a comprendere che il miglior modo di difendere e sostenere l'istituzione, è quella di denunciarne le deviazioni... Tutti i lettori molfettesi che vivono la città sanno benissimo che cosa ho voluto evidenziare...

Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet