Recupero Password
Molfetta, scoppia un "timido" dissenso in An dopo che il partito ha accolto Pino Amato
07 agosto 2007

MOLFETTA - Scoppia un "timido" dissenso in Alleanza nazionale dopo che il presidente del partito - con la benedizione del presidente provinciale, Tommy Attanasio, dell'on.Francesco Amoruso e del presidente regionale on. Adriana Poli Bortone" - ha deciso di accogliere a braccia aperte il consigliere Pino Amato, reduce da varie peregrinazioni in tutte le forze politiche del centrodestra. Un gruppo di militanti, fra cui anche assessori e dirigenti di An in una nota scrivono: "In merito al comunicato stampa diffuso alla data 06 agosto 2007 dal Presidente, Avv. Francesco Armenio, ed avente ad oggetto la richiesta del Consigliere Comunale Giuseppe Amato di tesseramento in Alleanza Nazionale, i sottoscritti dirigenti e militanti vogliono pubblicamente rappresentare il dissenso dal metodo e dal merito di tale scelta politica, che per alcuni aspetti contraddice la linea sin ora perseguita da questo partito. Mauro Magarelli (assessore comunale), Anna Maria Brattoli (assessore comunale), Maurizio Solimini (presidente Molfetta Multiservizi s.p.a.), Sebastiano Gadaleta (consigliere comunale), Vincenzo Tatulli (componente Assemblea Nazionale), Nunzia Azzollini (Componente Esecutivo provinciale), Pietro Mastropasqua (Componente Esecutivo provinciale), Giacomo Rossiello (Presidente Azione Giovani), Giacomo Piepoli (Presidente Azione Universitaria), Roberto Sciannamea (Presidente Azione studentesca), Francesca Marino (Presidente Movimento Femminile), Michele Losito (Vice Presidente), Angelo Bisceglia (Consigliere di Amministrazione ASM), Cosimo Pappagallo (Componente direttivo sezionale), Giuseppe Porcelli (Componente direttivo sezionale), Luca Patimo (Componente direttivo sezionale), Corrado Sasso (Componente direttivo sezionale).". Un comunicato che ci sembra, in realtà, molto laconico e lascia trasparire l'imbarazzo di questi militanti, i quali manifestano molto timidamente il loro dissenso, per timore di "urtare" i vertici. Insomma, come il papà di quella signora che dichiara che la figlia è incinta, ma... appena appena. Ci aspettavamo più coraggio, soprattutto da parte dei giovani.
Autore: F. de S.
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""









Ho letto su Molfettalive.it le dichiarazioni dello stiamto avv. Armenio in merito all'ingresso di Pino Amato in An. Armenio afferma che Amato "non toglie niente ad An..ma aggiunge". Afferma che lo ha accolto affinche' Amato con i suoi 1000 voti possa far volare An sino a divenire il secondo partito piu' forte a Molfetta. Armenio e' una persona di stile, pacato e percio' mi auguro che tra le dichiarazioni rese e la stesura dell'articolo ci sia stato spazio da parte del giornalista ad una piu' ampia interpretazione di quanto dichiarato. Non voglio credere (ma ci credo, perche' la politica e' compromesso e scambio) che 1000 voti possano essere una merce di scambio con le questioni morali e con i peccati politico-amministrativo-penali (da confermarsi giudizialmente) di Pino Amato. Armenio aggiunge "sappiamo tutti che è un consigliere valido, un presidente del consiglio validissimo, un assessore che sa anche esporsi a critiche politiche. E' una persona che stimo. Pino Amato ha tutto un entourage che gli è vicino, che vorrei che fosse vicino anche ad An". No comment su quest'ultima affermazione anche se da elettore molfettese gradirei sapere cosa ne pensa il suo entourage che vanta un membro nel consiglio di amministrazione ASM; vorrei sapere che ne pensano i Popolari per Molfetta e il Rinnovamento. Mi chiedo se almeno siano stati informati o se, come avviene in tutti i partiti, la decisione di Amato sia scaturita da una votazione o qualcosa di simile. Mi interessa saperlo poiche' se fossero ignari sono curioso di vedere Mimmo Spadavecchia se e' capace di saltare a destra dopo essere stato protagonista in passato della fondazione di alcuni partiti legati alla sinistra. L'affermazione che' pero' darebbe a me fastidio se fossi un elettore di An e' questa: "Qualcuno mi ha espresso qualche titubanza lo capisco dal punta di vista umano, perché qualcuno che ha voti certi potrebbe aver paura dell'ingresso di Pino Amato, che potrebbero creare problemi alle prossime elezioni, quindi potrebbe esserci qualche critica interna al partito, che andremo a mediare". Armenio pensa (lo fa pensare e cerca forse di prendersi in giro) che il massimo problema che potrebbe creare Amato e' quella della concorrenza. Allora le cose sono due: O Armenio e' davvero convinto o Armenio cerca di convincersi per convincere gli altri. A parte tutto, sono contento che Amato si sia allontanato irrimediabilmente dalla sinistra. Questa e' la vera notizia importante.
Un tale Macchiavelli diceva: "Il fine giustifica i mezzi" e con questa mossa il PRINCIPE Armenio sembra aver interpretato nel peggiore dei modi il significato di quella citazione. E' un peccato che la credibilità conquistata con tanta fatica da questo partito nel corso degli anni si stia sgretolando così (viste anche le altre vicende dei mesi passati…”Caso Batoli”…”Matrimonio Magarelli”…). Mi dispiace per tutti quelli che nel progetto AN ci credono, che credono in una politica migliore, dignitosa, rispettosa degli elettori ed invece si trovano a combattere con certe discutibili prese di posizione. Ma tanto si sa come vanno queste cose...Il Sig. Amato è un bottino da 1000 voti e poi con la benedizione di Attanasio, Amoruso e Poli Bortone che ci mettiamo pure a discutere?! Tappiamoci il naso e alla fine vedrete…diventeremo tutti amici no? Il presidente Armenio ha dichiarato "Ritengo di aver fatto all'interno del partito una operazione che vincoli circa mille voti nella cassaforte di Alleanza Nazionale”...quindi il resto non conta...le vicende passate non contano..."l'obiettivo è fare di An un partito forte. Con l'ingresso di Pino Amato diventerà il secondo partito della coalizione, e di Molfetta”...è questo ciò che conta. Allora amici di AN visto che il Presidente dice che "Pino Amato ha tutto un entourage che gli è vicino, che vorrei che fosse vicino anche ad An” iniziate a preparare i festoni per accogliere i vostri nuovi colleghi di partito…che a detta del consigliere Amato “vogliono restare per sempre” con voi. “…e d'altronde è questa qua, la realtà di questa vita, di questa bella civiltà così nobile e così antica E intanto il mondo rotola…” Ciao






Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet