Recupero Password
Molfetta: primarie del centrosinistra, buona l'affluenza. Code per il voto anche nel primo pomeriggio Dalle 8 di stamattina è possibile votare per il futuro candidato governatore della Puglia, presso la fabbrica di San Domenico. Urne aperte fino alle 22. Il molfettese Guglielmo Minervini ha votato verso le 11.30
30 novembre 2014

MOLFETTA - E' arrivato il giorno del giudizio per il popolo del centrosinistra pugliese. Oggi infatti si deciderà il nome del candidato  per le Regionali del 2015. Sono 3 i candidati in lizza: il molfettese Guglielmo Minervini (nella foto, mentre vota) attuale assessore regionale, l'ex sindaco di Bari Michele Emiliano e il senatore di Sel Dario Stefàno.

In tutta la Regione sono stati allestiti 55 seggi. A Molfetta sarà possibile votare presso la fabbrica di San Domenico sino alle 22.  Molto buona al momento la risposta dei molfettesi: alle 14 hanno votato all'incirca 850 cittadini. L'affluenza è stata costante in tutte le ore della mattinata, con dei picchi verso le 11. Ma anche nelle ore pomeridiane c’è stata coda, un fatto senza precedenti.
Guglielmo Minervini è arrivato al seggio allestito presso la Fabbrica di San Domenico attorno alle 11.30, accompagnato dal sindaco Paola Natalicchio. Sorrisi, strette di mano, abbracci, qualche battuta scambiata con i tanti simpatizzanti presenti.

Guglielmo Minervini all'uscita del seggio, ha dichiarato: "Per il momento sta andando molto bene. Il popolo pugliese sta rispondendo. Io mi auguro che rimanga così. Una bella giornata di democrazia e partecipazione. Qualunque decisione il popolo pugliese prenderà sarà quella giusta perché così si fa la buona politica. Allargando lo spazio delle decisioni importanti a tutti i cittadini e tutti possono concorrere".

Fuori e dentro i seggi presente praticamente tutto il centrosinistra cittadino: consiglieri comunali, assessori, segretari di partito, militanti e tantissimi simpatizzanti.
Nota di colore: attorno a mezzogiorno l'intera squadra calcio militante in Terza categoria il Borgorosso (squadra di cui è presidente il consigliere Pd Roberto la Grasta) si è recata alle urne poco prima di scendere in campo contro il Modugno.
Il centrosinistra pugliese dopo le fibrillazioni dei giorni scorsi, sembra aver infatti ritrovato un'insperata serenità. Venerdì sera, il governatore Nichi Vendola, leader di Sel, aveva annunciato a sorpresa la fine del centrosinistra regionale e il ritiro di Dario Stefano, dopo vivaci polemiche intercorse con Michele Emiliano, candidato e segretario regionale del Pd che nei giorni scorsi aveva aperto lo schieramento all'Udc.
Risolutivo è stato un vertice convocato ieri mattina a Bari tra i due leader. Alle 12 in Puglia hanno votato in 33.000, e sarà possibile recarsi alle urne sino alle 22. Possono votare tutti i cittadini residenti in Puglia che abbiano compiuto 16 anni al 30 novembre 2014 . Per votare è necessario presentarsi un documento d'identità valido, codice fiscale e versare un contributo economico di almeno 1 euro.

Quindici seguirà lo spoglio in diretta.

© Riproduzione riservata

Autore: Onofrio Bellifemine
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet