Recupero Password
Molfetta, la Guardia di Finanza sequestra alcuni videopoker illegali. Denunciate 7 persone Altamura, sequestrati quasi 11mila articoli di abbigliamento recanti marchi contraffatti
29 gennaio 2007

MOLFETTA - Lotta senza quartiere ai videopoker illegali presenti a Molfetta. Dopo l'operazione di qualche giorno fa i militari del Comando Provinciale di Bari, in servizio presso la Tenenza di Molfetta, guidata dal Ten. Giuseppe Mattiello, nell'ambito dei servizi extratributari a tutela del monopolio statale dei giochi, dopo una preliminare attività d'indagine, hanno effettuato diversi interventi operativi in alcuni esercizi commerciali (5 bar) siti in città, sequestrando 6 apparecchi elettronici illegali in quanto risultati non collegati telematicamente con l'amministrazione dei Monopoli, sprovvisti di codice identificativo e riproducenti il gioco del poker. I titolari dei locali sono stati denunciati all'A.G. per gioco d'azzardo e mancata esposizione della tabella dei giochi proibiti prevista dall'art.110, 1° comma, del Testo unico delle leggi di P.S.; denunciato anche un avventore per partecipazione a gioco d'azzardo. Sequestrati inoltre, circa 1.800 euro quali provento illecito del gioco e 109 gettoni metallici per le macchinette. In altro intervento è stato eseguito un accesso presso un “Punto remoto” di scommesse telematiche, il cui titolare, risultato sprovvisto della concessione del Coni per l'attività di intermediazione nella raccolta delle scommesse, è stato denunciato all'A.G. Sequestrato anche un personal computer. Altamura, sequestrati quasi 11mila articoli di abbigliamento recanti marchi contraffatti Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Bari, in servizio presso le Tenenze di Altamura e Bitonto, nell'ambito di un'attività di servizio congiunta, finalizzata alla prevenzione ed al contrasto della commercializzazione di prodotti recanti marchi contraffatti, hanno portato a termine un'importante operazione conclusasi con il sequestro di quasi 11mila articoli di abbigliamento recanti marchi contraffatti delle più note griffes nazionali ed internazionali, stipati in un capannone adiacente alla statale 96, in agro di Modugno(BA) . Le indagini, scaturite dal ritrovamento nei mesi scorsi di numerosi capi di abbigliamento contraffatti detenuti in alcuni punti vendita della piccola distribuzione (ambulanti e dettaglianti),hanno permesso ai finanzieri di acquisire informazioni circa i canali di approvvigionamento della merce illecita, riconducibile a fornitori extracomunitari. Ed infatti, l'attività operativa eseguita dalle Fiamme Gialle ha portato all'individuazione di due ditte, con sede in Modugno, gestite da due cittadini cinesi ivi residenti, dove è stato rinvenuto e posto sotto sequestro l'ingente quantitativo di articoli contraffatti pronti per essere immessi in commercio. I responsabili sono stati denunciati alla Autorità giudiziaria, il primo H.B.S. di anni 39, per le ipotesi dei reati di contraffazione, introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi, nonché ricettazione, il secondo X.J.X di anni 46, oltre che per gli stessi reati, anche per vendita di prodotti industriali con segni mendaci, acquisto di cose di sospetta provenienza e per violazione alla normativa sulla sicurezza dei giocattoli e alla legge di attuazione della direttiva del consiglio delle Comunità europee (n. 72/23/CEE) relativa alle garanzie di sicurezza che deve possedere il materiale elettrico destinato ad essere utilizzato entro alcuni limiti di tensione. Sono in corso ulteriori accertamenti volti alla localizzazione di tutti gli esercizi commerciali ove la merce contraffatta è stata, o stava per essere, rivenduta al pubblico. Bari, sequestrati articoli contraffatti. Una denuncia I militari della Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Bari, in servizio presso il Gruppo-2° Nucleo Operativo, nel quadro degli ordinari servizi di controllo del territorio e di pubblica utilità "117", finalizzati anche alla repressione del fenomeno della contraffazione dei marchi, hanno eseguito due interventi nella zona centrale della città. Nel corso del primo controllo, sono stati posti sotto sequestro, complessivamente, 78 articoli di abbigliamento recanti marchi di note griffes nazionali ed internazionali contraffatti o simili all'originale, tali da indurre il consumatore in inganno sull'origine o sulla provenienza e qualità del prodotto. Un cittadino senegalese, D.I.A di anni 38, residente in Bari, è stato denunciato all'A.G. Nell'altra operazione, sono stati posti sotto sequestro 52 accessori di abbigliamento con segni distintivi presumibilmente contraffatti delle più note marche nazionali ed internazionali, detenuti per la vendita da un soggetto extracomunitario, che alla vista dei finanzieri si è dato repentinamente alla fuga facendo perdere le sue tracce. Sono in corso ulteriori attività investigative delle Fiamme Gialle, rivolte alla ricostruzione dei canali di approvvigionamento e l'identificazione dei fornitori della predetta merce contraffatta, la cui comparsa sul mercato provoca, un danno economico per le imprese connesso alle mancate vendite, alla riduzione del fatturato, alla perdita di immagine e di credibilità e un danno e/o un pericolo per il consumatore finale, connesso alla sicurezza intrinseca dei prodotti e alla loro qualità.
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet