Recupero Password
Molfetta, entro questo mese iniziano i lavori del rondò di via Terlizzi Meno disagi per il traffico e meno inquinamento, l'infrastruttura cambierà per sempre la configurazione stradale in una delle zone più nevralgiche della città
15 settembre 2009

MOLFETTA - Finalmente dopo molte sollecitazioni il Comune si è deciso a realizzare un'opera stradale indispensabile, il rondò su via Terlizzi, per il quale “Quindici” si è lungamente battuto, sostenendo la necessità del progetto che avrebbe snellito il traffico. Ora entro questo mese si darà il via ai lavori per la costruzione della rotatoria stradale all'incrocio tra via Terlizzi, via Salvucci, via Cormio e via Berlinguer. L'intervento è finanziato dal Comune di Molfetta con un importo di 600mila euro e comporterà la sostituzione dell'attuale impianto semaforico. La nuova infrastruttura comporterà un netto abbattimento dei tempi di attraversamento dell'incrocio e quindi la riduzione dell'inquinamento ambientale e acustico. Il nuovo rondò servirà a migliorare la circolazione veicolare in uno degli snodi stradali più importanti di Molfetta (data la immediata vicinanza con le nuove zone di espansione, con lo svincolo della Statale 16 Bis e con la strada provinciale per Terlizzi). «Il nuovo rondò è solo il primo atto di una generale riconfigurazione del sistema stradale cittadino destinata a migliorare sensibilmente le condizioni del traffico», sottolinea il sindaco Antonio Azzollini. «È un intervento che cambierà per sempre la viabilità e la vivibilità tanto nelle periferie, quanto nel centro della città». La rotatoria di via Terlizzi fa parte di un “Piano Strade” di un più ampio respiro già da tempo allo studio dell'amministrazione comunale: «Stiamo esaminando la possibilità di realizzare altri rondò – fa sapere il sindaco Azzollini –, mentre risale a qualche giorno fa l'accordo con i tecnici dell'ANAS per il completamento dei lavori delle due aste di collegamento tra la statale 16 bis e la vecchia statale Adriatica. Contestualmente, si procederà con l'attivazione dei due nuovi svincoli (a nord e a sud della città) per una migliore distribuzione del traffico veicolare».
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""

SFIDA ACCETTATA "CLONI". VI RIUSCIRA' DIFFICILE COPIARE ... SIETE STATI ALLEVATI NELL'IGNORANZA ... IL VOSTRO COMPITO NON E' PENSARE, RIFLETTERE, SCRIVERE ... A VOI NON E' STATO CONCESSO IL DIRITTO, ANZI, LA LIBERTA' DEL SAPERE, DELL'APPRENDERE, DELL'AUTONOMIA DI PENSIERO E DI GIUDIZIO ... VOI PENDETE DAL PENSIERO DI UN UNICO DITTATORE, SIA ESSO LOCALE O NAZIONALE ... A VOI NON E' STATO CONCESSO IL SAPERE ... POICHE' IL VOSTRO COMPITO E' SOLO QUELLO DI REPRIMERE ... RIFLETTETE SULLA VOSTRA INFIMA ESSENZA DI ANIMALI ... DI CECCHINI DECEREBRATI ... SIETE LE NUOVE SS DEL FHURER LOCALE SPEDITE IN QUESTO FORUM, NON SOLO PER CREARE SCOMPIGLIO TRA NOMI E NICHKNAME (MAGARI FOSSE SOLO QUESTO ...), MA PER CERCARE DI SPEGNERE CON METODI DA GESTAPO, DEGNI DEL VOSTRO HITLER LOCALE, L'UNICA FIACCOLA DI LIBERO PENSIERO, ESISTENTE ANCORA IN QUESTA CITTA'. QUERELE? NIET, NOI SAPPIAMO SCRIVERE ... SFIDA ACCETTATA "CAMERATI DEL VECCHIO TABACCHINO", FORSE NON VI SIETE RESI CONTO CHE IO, NOI TUTTI, DI QUA NON CI SIAMO MAI MOSSI, SAPEVAMO CHE PRIMA O POI SAREBBE GIUNTO IL MOMENTO ... SAPEVAMO CHE SAREBBE GIUNTO IL MOMENTO CHE AVRESTE TENTATO DI UCCIDERE SU COMMISSIONE L'UNICO FORUM LIBERO ... CHE AVRESTE TENTATO DI ABBATTERE L'ULTIMO BERSAGLIO, L'UNICO LUOGO, L'UNICO FORUM DOVE LIBERAMENTE E DEMOCRATICAMENTE CI SI CONFRONTA, SI SCHERZA, SI FA ANCHE SATIRA (Vi Brucia e tanto ..., lo so...) ... POTEVATE SPEGNERE LE TELECAMERE, E LO AVETE FATTO! POTEVATE ZITTIRE I CONSIGLI, E LO AVETE FATTO!! POTEVATE FARE I COMUNICATI DA MINCULPOP, E LO AVETE FATTO!!! INSOMMA POTEVATE FARE TUTTO, MENO CHE ZITTIRE ME E, QUALCHE MIO CARISSIMO ILLUSTRE COLLEGA NELLA BATTAGLIA PER LA RICONQUISTA DELLA DEMOCRAZIA E DELLA LIBERTA' IN QUESTA CITTA'!!! POTEVATE ADOPERARE TUTTI QUEI METODI ILLIBERALI, ANZI, FASCISTI, NAZISTI, DITTATORIALI, PER AZZERARE LA NOSTRA DEMOCRAZIA LOCALE, MA NON VI ERAVATE RESI CONTO, CHE E' QUI', SI'!!! PROPRIO QUI CHE SI STAVA GENERANDO IL GERME PER LA VOSTRA FUTURA PROSSIMA DISTRUZIONE, UN GERME DI LIBERTA', DI DEMOCRAZIA, DI LIBERO PENSIERO E D'INFORMAZIONE!!! QUESTE SONO LE NOSTRE VERE ARMI! QUESTE SONO LE ARMI CHE VI DISTRUGGERANNO!!! E' SOLO QUESTIONE DI QUALCHE MESE!!! SIETE GIA' ALLA FASE DEL PROLASSO DELLA REPUBBLICA DI SALO', O SE PREFERITE, ALLA FASE DEGLI ULTIMI GIORNI NEL BONKER DELLA CANCELLERIA!!! ATTREZZATEVI ... CON LE FIALE DELLE LIBERTA', SONO QUELLE CHE VI ANNULLERANNO ... VI ECLISSERANNO NELLA STORIA NON COME UNA VERA DITTATURA, MA COME LA DITTATURA FATTA A BARZELLETTA, PERCHE' VOI SAPETE SOLO SCIMMIOTTARE ... E ORA, UNA ANNOTAZIONE STORICA DA PARTE DEL FALKE DE ROCAMAJOR, LA CIUDAD DE DON ALICCANTE DE LAS NUTELLAS, BARONES BRISHCONES BUZZURROS .... ADOLF HITLER(* Braunau am Inn, Imperio Austrohúngaro; 20 de abril de 1889 – † Berlín, Alemania; 30 de abril de 1945) fue un militar y político alemán de origen austriaco, líder, ideólogo y fundador del Partido Nacionalsocialista Alemán de los Trabajadores (Nationalsozialistische Deutsche Arbeiterpartei - NSDAP) que estableció un régimen nacionalsocialista en Alemania entre 1933 y 1945, periodo en el que recibió y ocupó sucesivamente los cargos de Canciller Imperial (Reichskanzler) entre enero de 1933 y abril de 1945, Jefe de Estado (Führer und Reichskanzler) desde agosto de 1934 a abril de 1945 y Comandante Supremo de las fuerzas armadas alemanas durante la Segunda Guerra Mundial desde septiembre de 1939 hacia abril de 1945. Dirigió enteramente el gobierno del autoproclamado Tercer Reich, consiguiendo el poder durante un período de crisis económica, social y política, sumado a un descontento y frustracción popular en Alemania, causada como consecuencia de la derrota en la Primera Guerra Mundial en 1918, y acentuada por los efectos de la Gran Depresión de 1929. A lo largo de su mandato político utilizó la propaganda estatal y su fuerte oratoria carismática para persuadir a las masas, enfatizando su oposición al Tratado de Versalles de 1919, a los judíos, al pacifismo y al comunismo internacional, particularmente el soviético-bolchevique; y al mismo tiempo resaltando el nacionalismo alemán, el militarismo, el racismo, la llamada preservación de la raza aria, el pangermanismo y la anexión o recuperación de territorios europeos perdidos luego de la Primera Guerra Mundial por el Imperio Alemán. Después de reestructurar la industria y economía, mediante el freno de la inflación y la desocupación en un corto período, ganándose el apoyo popular, rearmó y organizó las fuerzas armadas alemanas, estableciendo una dictadura totalitaria personal, que transformó a la sociedad alemana y eliminó su sistema democrático, caracterizándose por la persecución étnico-religiosa y política del régimen, que desde 1939, como consecuencia de la guerra, extendió al resto de Europa. En el plano ideológico, Hitler asumió los planteamientos del fascismo italiano pero con matices propios basados en las características del nazismo y la sociedad alemana. La etapa de gobierno de Hitler estuvo caracterizada por intensas campañas de reafirmación ideológica, que provocaron grandes conmociones sociales y políticas en Alemania, alcanzando las cuotas máximas al desarrollarse un intenso culto a la personalidad en torno a su figura y sus ideales políticos. Perseguía una agresiva política exterior expansionista para ampliar el Lebensraum (espacio vital) alemán al este de Europa, y combatir una presunta conspiración internacional entre el judaísmo, la masonería, el comunismo y los gobiernos estadounidense, inglés y soviético. Su política tenia como objetivo establecer un Nuevo Orden (Neuordnung) en el que Alemania tendría un papel hegemónico mundial. Responsable del inicio de la Segunda Guerra Mundial en Europa con la invasión de Polonia en septiembre de 1939, para 1941, período de su apogeo, sus tropas y aliados del Eje ocuparon la mayoría de Europa y partes de Asia y África, pero finalemente fueron derrotadas por las potencias Aliadas en 1945. Hacia el final de la guerra, las violentas políticas de conquista territorial y subyugación racial de Hitler habían causado a la muerte de entre 55 y 60 millones de personas (alrededor del 2% de la población mundial de la época) en su mayor parte civiles, así como un considerable grado de destrucción de ciudades europeas. El exterminio sistemático y masivo de enemigos políticos y personas consideradas racialmente "inferiores", mediante la detención en una red de campos de concentración y exterminio en Alemania y en los territorios conquistados, llevó a la muerte a unos seis millones de judíos en lo que posteriormente se llamó el Holocausto, como así también a homosexuales, gitanos, eslavos, enfermos mentales, prisioneros de guerra soviéticos y opositores políticos a su régimen. Las estimaciones del número de personas que perdieron la vida como consecuencia de medidas raciales adoptadas por Hitler, según la mayoría de los historiadores serían aproximadamente 11 ó 12 millones de personas, de las cuales la mitad corresponderían al Holocausto. En los últimos días de la guerra, Hitler contrajo matrimonio con su amante Eva Braun, en el búnker subterráneo bajo las ruinas de Berlín, mientras la ciudad era invadida por el Ejército Rojo de la Unión Soviética y su ejército finalmente derrotado. Luego de contraer matrimonio, Hitler y Braun se suicidaron mediante un disparo y sus cuerpos fueron incinerados.[cita requerida] Si bien Hitler, antes de su muerte había designado en su testamento a Karl Dönitz como su sucesor, su suicidio, significó el fin de la Segunda Guerra Mundial en Europa y de 12 años de mandato totalitario nacionalsocialista en Alemania y regiones de Europa. ...f.r... the original (con i segni distintivi che i deficenti non sanno copiare, poveri buzzurri ...)






Non ho parole ... sto riflettendo a freddo ... Tommaso e Falko ... "due a caso" (ma molto a caso ...), oggi "clonati" ... su questo forum ... ... devo confessare che la cosa mi induce a riflettere e tanto ... ho letto i due post di Tommaso e presumo che tra le 17.05 del primo (nel suo consueto stile equilibrato, ma allo stesso tempo sagace e pungente), e le 17.09 (una vera e propria inkazzatura), gli si sono girate "le innominabili" a 360°. Aveva capito a freddo ... coa sta succedendo ... anche se ... ad onor del vero ... è da tempo che si respira una strana aria ... e non aggiungo (volutamente) altro ... Ho grande stima per Tommaso, stima immutata anche quando non sono d'accordo con quel che scrive ... appunto, qui forse sta il problema ... a qualcuno riesce diffcile rispettare le opinioni altrui ... da fastidio la "libertà d'espressione" che, con stili diversi, ci prendiamo, ma solo perché è un nostro sacrosanto diritto costituzionale, e perché così deve essere in una nazione dove vige (?), la libertà di pensiero, d'informazione e politica. Mi ricordano tanto "questi" quelli che incendiarono i libri in una triste notte a Berlino ... aimé non solo per intolleranza ... ma anche perché non sapevano leggerli ... Caro Tommaso, lì fuori c'é una massa che ha disimparato a leggere, a confrontarsi, a tollerare il pesiero altrui; lì fuori c'é una massa allevata all'odio, al razzismo, all'intolleranza che, non vuole controbattere, non vuole scrivere, non vuole pensare, vuole solo reprimere e ridurci al pensiero unico. NO PASARAN!!! VIVA LA LA LIBERTA'!!! TORNERA' A RISPLENDERE IL SOLE DELLA LIBERTA' SU QUESTA OGGI TRISTE E SCURA LANDA CHE HA DATO I NATALI A BECCARIA, MAZZINI, MATTEOTTI, SALVEMINI, FILIPPO TURATI, BENEDETTO CROCE, PIETRO NENNI, PERTINI, I F.LLI ROSSELLI, GRAMSCI, AMENDOLA, MATTEO ALTOMARE, DE GASPERI, MORO, LA MALFA PADRE, SPADOLINI, ZACCAGNINI, DOSSETTI, MALAGODI, LOMBARDI, ... E SCUSATE SE NE HO DIMENTICATO QUALCUNO ... LI HO CITATI COME MI SONO VENUTI IN MENTE, MA HO CITATO GRANDI UOMINI, SENZA DIMENTICARE IL NOSTRO VERO GRANDE SINDACO DELLA LIBERAZIONE DAL NAZIFASCISMO, NOMI DI TUTTE LE CULTURE POLITICHE DEMOCRATICHE, ANTIFASCISTE ... OGGI FORSE ... CI RISIAMO ... NON E' UN PROBLEMA I DESTRA E SINISTRA O CENTRO .... E' IN GIOCO LA DEMOCRAZIA E TUTTI I DEMOCRATICI AD OGNI LIVELLO DEVONO RIUNIRSI IN UN NUOVO CLN!!! MI SENTO ORGOGLIOSAMENTE UN PARTIGIANO CHE LOTTA PER LA LIBERTA' IN QUESTA NS. COMUNITA' CON L'UNICA ARMA (POTENTISSIMA): LA TASTIERA DEL MIO PC!!!


Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet