Recupero Password
Molfetta, campagna contro i botti illegali: “Le regole del buon vivere civile è meglio impararle da piccoli”. Parte la campagna di sensibilizzazione che si sta svolgendo nelle scuole promossa da “A.V.S. Onlus” e Vigili del Fuoco contro l'uso dei botti illegali. ne che si sta svolgendo nelle scuole di Molfetta, promossa da Vigili del Fuoco e Associazione di Volontariato A.V.S. Onlus contro l'uso dei botti illegali
20 dicembre 2012

MOLFETTA - È partita da alcuni giorni la campagna di sensibilizzazione contro l’uso dei botti illegali, promossa all’interno delle scuole elementari e medie inferiori di Molfetta da parte dei volontari A.V.S., in collaborazione con i Vigili del Fuoco di Molfetta. Un grande successo per l’iniziativa che ha visto fino ad ora la partecipazione di circa 500 alunni dei diversi istituti tra cui le scuole “Manzoni­­ - Poli”, “C. Battisti – G. Pascoli”, “C. Giaquinto – Don C. Azzolini”. Di grande interesse le tematiche trattate dai Vigili del Fuoco prima e dai volontari A.V.S. poi che hanno illustrato agli alunni tutte le possibili conseguenze che un petardo può causare: danni permanenti che segnano l’esistenza di chi è vittima di incidenti di questo tipo e incendi anche di grande portata e di grave pericolo per la pubblica incolumità.

Un successo inaspettato per la campagna dal nome “Usa la testa, non rovinarti la festa”, che ha raccolto anche l’entusiasmo dei docenti su un tema delicato e molto sentito nella nostra città, quello dell’uso dei botti per festeggiare il nuovo anno.

Per diffondere questa campagna contro l’uso dei botti, abbiamo pensato alle scuole perché crediamo che si debbano educare i bambini ai sani comportamenti, sin da piccoli - spiegano i volontari A.V.S. - sono loro il nostro futuro e se non li si educa ai buoni e sani comportamenti civili – continuano i volontari – domani saranno loro a rischiare l’amputazione di un arto o ustioni gravi su tutto il corpo usando questi pericolosi esplosivi.”

D’impatto è anche la campagna pubblicitaria messa su dai volontari con un manifesto in cui si vede una cipolla con una miccia accesa, pronta a scoppiare e sotto l’affermazione chiara e precisa: DICO NO AI BOTTI ILLEGALI.

Nei prossimi giorni locandine di questo tipo saranno distribuite in tutte le scuole cittadine per diffondere in modo capillare tra gli alunni il messaggio della campagna di sensibilizzazione.

 

 

Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet