Recupero Password
Molfetta, Azzollini ha 10 giorni di tempo per decidere tra la carica di sindaco e quella di senatore. VOTATE nel nuovo sondaggio di “Quindici”: Azzollini quale incarico deve lasciare? L'opposizione chiede la convocazione del consiglio comunale per la decadenza
05 novembre 2011

MOLFETTA – Nuovo sondaggio del quotidiano “Quindici on line” (in basso a destra dell’home page) dopo la decisione della Corte Costiuzionale di dichiarare l’incompatibilità del doppio incarico per i sindaci dei Comuni con popolazione superiore ai 20mila abitanti. VOTATE LA VOSTRA OPINIONE.

Ora il sindaco-senatore Antonio Azzollini (foto) dovrà scegliere fra le due cariche. Da indiscrezioni sembra che il sindaco di Molfetta abbia deciso di rinunciare a questa carica a favore di quella di parlamentare, anche se la scadenza della legislatura è ormai prossima (sicuramente si andrà al voto anticipato a primavera).
Quali i motivi di questa scelta inspiegabile? perché come sindaco sarebbe rimasto in carica fino al 2013, mentre come senatore rischia di andare a casa molto prima, visto il deterioramento del quadro politico e del premier Berlusconi, ormai privo di credibilità e sconfessato da tutti i leader europei. Ma il presidente del Consiglio vuole resistere trascinando nel baratro l’Italia. Come mai Azzollini ha deciso di seguirlo, quando sarebbe stato più comodo per lui defilarsi, come cominciano a fare alcuni deputati del centrodestra? Tra l’altro avrebbe avuto la scusa della sentenza della Consulta.
Avrebbe così evitato alla città il commissariamento e nuove elezioni, con uno spreco di soldi da lui provocato anche in passato quando per rincorrere il seggio parlamentare, ha costretto i cittadini a votare di nuovo, interrompendo la legislatura.
Forse tiene a mantenere l’immunità parlamentare? Questa appare la motivazione più probabile, vista l’aria che tira, anche dopo la vicenda Altomare.
Intanto l'opposizione di centrosinistra ha chiesto la convocazione urgente del consiglio comunale, perché in base all'art. 69 del testo unico 267 del 2000 relativo alle cause di ineleggibilità ed incompatibilità, dalla riunione del consiglio ci sono 10 giorni di tempo concessi all'amministratore locale per eliminare le cause di ineleggibilità sopravvenute e di incompatibilità. Se non provvede il consiglio dichiara decaduto il sindaco.
 
Intanto “Quindici” propone un nuovo sondaggio ai suoi lettori su questo argomento. Esprimete le vostre opinioni.
Sul prossimo numero della rivista mensile “Quindici”, in edicola il 15 novembre, vi daremo altri particolari su questa vicenda e forniremo tutti gli scenari possibili, con i candidati probabili del centrodestra e la lotta intestina per ottenere la candidatura che finirà con un outsider. Ma non vogliamo anticiparvi di più, attendete il prossimo numero.
 
Ecco il testo del sondaggio che trovate sul sito, ricordiamo che è consentita una sola risposta alle domande.
 
La Corte Costituzionale ha dichiarato l'incompatibilità del doppio incarico. Azzollini è sindaco e senatore. Deve dimettersi?
 
? Sì, da sindaco
? Sì, da senatore
? Sì da entrambi, perché è immorale il doppio incarico
? No, perché è stato eletto dal popolo
? No, perché è utile a Molfetta come senatore
? No, perché come sindaco e senatore ha fatto molto
© Riproduzione riservata
 
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""




Questi sono tutti gli onorevoli con doppio incarico che percepiscono doppio stipendio da onorevole e da sindaco: 1) sen. Vincenzo Nespoli (PDL): sindaco di Afragola - 2) sen. Franco Orsi (PDL): sindaco Albisola Superiore - 3) sen.Raffaele Stancanelli (PDL): sindaco Catania - 4) sen.Filippo Saltamartini (PDL): sindaco Cingol - 5) sen. Antonio Azzolini (PDL): sindaco Molfetta - 6) on.Adriano Paroli (PDL): sindaco Brescia - 7) on. Michele Traversa (PDL): sindaco Catanzaro - 8) on. Nicolò Cristaldi (PDL): sindaco Mazara Del Vallo - 9) on. Marco Zacchera (PDL): sindaco Verbania - 10) on. Giulio Marini (PDL): sindaco Viterbo - 11) sen. Carmelo Morra(PDL): sindaco Monteleone di Puglia - 12) sen. Filippo Piccone (PDL): sindaco Celano - 13) sen. Giuseppe Firrarello (PDL): sindaco Bronte - 14) on. Remigio Ceroni (PDL): sindaco Rapagnano - 15) on. Giovanna Negro (LN): sindaco Arcole - 16) sen Fabio Rizzi (LN): sindaco Besozzo - 17) on. Fabio D'amico (LN): sindaco Cassina de' Pecchi - 18) on. Giampaolo Vallardi (LN): sindaco Chiarano - 19) on. Luciano Dussin (LN): sindaco Castel Franco Veneto - 20) on. Sandro Mezzatorta (LN): sindaco Chiari - 21) on. Giacomo Chiappori (LN): sindaco Diano Marina - 22) on. Massimo Bitonci (LN): sindaco Cittadella - 23) sen. Gianvittore Vaccari (LN): sindaco Feltre - 24) on .Marco Desiderati (LN): sindaco Lesmo - 25) on. Cesarino Monti (LN): sindaco Lazzate - 26) on. Piergiudo Vanalli (LN): sindaco Pontida - 27) on Manuela Lanzarin (LN): sindaco Ros - 28) on. Gianluca Forcolin (LN): sindaco Musile Di Piave - 29) on. Cesare Marini (PD): sindaco San Demetrio Corone - 30) on.Angelo Cera (UDC): sindaco San Marco In Lamis - 31) on. Simonetta Rubinato (PD): sindaco Roncade - 32) on. Alessandro Montagnoli (LN): sindaco Oppeano, e vice presidente Camera - 33) sen. Mario Mantovani (PDL): sottosegretario trasporti, sindaco Arconate - 34) on. Gianluca Buonanno (LN): sindaco Varallo, vicesindaco Borgosesia -








Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet