Recupero Password
Lo sport al centro della ripartenza dell’Italia, il Rotary e il Panathlon di Molfetta con il presidente Sport e Salute Vito Cozzoli (Sport e Salute) celebrano l’olimpionico Massimo Stano Consegnate le onorificenze Paul Harris e Giosuè Poli all'atleta di Gromo Appula cresciuto sportivamente a Molfetta con l'Aden Exprivia
De Palma, Cozzoli, de Sanctis, Stano, Coluzzi
17 giugno 2022

 MOLFETTA - “Quanti sacrifici sono necessari per arrivare al podio olimpico?”.

“Non li chiamo sacrifici ma scelte perché quando ami qualcosa, sei disposto ad impegnarti a fondo per godere di un successo in futuro”.

Ed il senso dell’incontro organizzato dal Rotary Club e dal Panathlon di Molfetta, è tutto qui.

Il dott. Felice de Sanctis, presidente del Rotary Club di Molfetta, ne è convinto. “Lo sport al centro della ripartenza del Paese” non è solo questione teorica ma pratica, essenziale e necessaria come può esserlo solo lo sport per la salute.

Hanno partecipato alla cerimonia anche Giacomo Leoni, presidente regionale della Fidal, Mario Coluzzi, Governatore dell’Ottava Area del Panathlon – Puglia, Basilicata e Calabria. Con loro, il presidente regionale Coni Angelo Ciliberti e quello provinciale Lorenzo Cellammare.

Il Prof. Avv. Vito Cozzoli, Presidente e Amministratore delegato di Sport e Salute SpA. non nasconde la sua soddisfazione per l’appartenenza alla “molfettesità”, le sue origini e quelle di Massimo Stano, un atleta di Grumo Appula, che si è formato sulle nostre strade gareggiando con Aden.

Non è un caso, continua l’Avv. Cozzoli, il suo successo a Tokyo ma il frutto di un percorso che l’atleta affronta in nome dello sport.

Sport e Salute SpA., afferma, eroga milioni di euro alle società sportive, agli allenatori, ai dirigenti sportivi, a coloro i quali costituiscono l’ossatura di un Paese che risulta essere al quinto posto tra i paesi sedentari d’Europa, di un Paese che, solo recentemente, ha previsto l’ora di Educazione motoria nella quinta classe4 della Scuola Primaria. E le altre classi? Questo è un gap da recuperare perché lo sport non vive di eccellenze ma di piccole società che costituiscono una piramide che, la società Sport e Salute S.p.A. ha contribuito a mantenere attive grazie a cospicui finanziamenti. E Molfetta docet, poiché Massimo Stano ha respirato la terra dello stadio cittadino con la società Adex Exprivia, non ha dimenticato le sue origini.

Il presidente del Panathlon Club Francesco De Palma ha ricordato Paolo Sasso, membro dello staff tecnico dell’Aden Exprivia Molfetta e che era stato anche componente della struttura tecnica del Comitato Regionale della FIDAL (Federazione Italiana di Atletica Leggera), recentemente scomparso. Premiando Stano, ha aggiunto, si festeggia «un grande atleta che si è formato nelle nostre strade, nelle strade della nostra città. E’ importante, anche per i suoi risvolti sociali, il sostegno all’attività sportiva: ogni euro investito nello sport si moltiplica nella prevenzione».

Massimo afferma che lo sport deve continuare ad essere divertimento puro, contatto, fratellanza. Famiglia e scuola devono camminare “a braccetto” in modo da poter formare giovani sani.

Il dott. de Sanctis insigna Massimo Stano dell’onorificenza Paul Harris Fellow, ricordando il maestro Riccardo Muti, il compianto Don Tonino Bello, insigniti della medesima onorificenza, un legame, quello tra sport e Rotary, rafforzato dal condiviso concetto di accoglienza. Accogliere per condividere in amicizia, è il motto del Rotary scelto quest’anno dal presidente Felice de Sanctis.

E Massimo non cela l’emozione nel ricevere dal Panathlon Club il premio Giosué Poli, intitolato alla figura più nota di sportivo molfettese per molti anni Presidente Nazionale della FIDAL.

Perché lo sport lascia un segno, bello, puro, grande. Il sacrificio affrontato col sorriso, con l’obiettivo di un traguardo da raggiungere, quello di essere persone perbene, accoglienti, solidali.

E poi capita di vincere l’oro olimpico.

© Riproduzione riservata

Autore: Beatrice Trogu
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet