Recupero Password
La villa comunale di Molfetta riaprirà entro il 15 giugno: parola di Azzollini Il sindaco ha confermato la riapertura dopo oltre un anno della Villa Comunale. “Subito dopo saranno restituite ai cittadini anche Piazza Effrem e Piazzetta Giovene”
06 giugno 2007

MOLFETTA - E' tutto pronto, ormai, per la riapertura definitiva della Villa Comunale. I lavori di manutenzione straordinaria che hanno interessato tutta la struttura (nella foto l'abbattimento del gazebo), sono praticamente completati ed anche i gabbiotti montati al centro della Villa ed utilizzati dagli operai durante questi lunghi mesi di lavoro, sono stati smontati. Mancano solo alcuni dettagli relativi alla posa delle ultime basole e ad alcuni limitati interventi sulle aiuole, ma finalmente possiamo dire che è scattato il conto alla rovescia per la riapertura al pubblico (proprio in concomitanza con l'inizio della stagione estiva) del principale “polmone verde” della città, chiuso da oltre un anno. A confermarci la notizia è direttamente il sindaco, Antonio Azzollini, nell'intervista concessa a Quindici ad un anno dalla sua elezione a primo cittadino, e che sarà interamente pubblicata sul numero di giugno del nostro mensile, in edicola la prossima settimana: “La Villa Comunale riaprirà entro il 15 giugno. Non ci sarà più nessun rinvio”. Una notizia certamente molto attesa da tanti molfettesi che si vedranno finalmente restituito uno spazio da sempre punto di riferimento per i cittadini di tutte le età. “Purtroppo – ha proseguito il primo cittadino – avrei voluto riaprire la Villa con lo splendido Monumento ai Caduti di Giulio Cozzoli già restaurato, ma non è stato possibile. Interverremo, però, immediatamente per riportare al suo antico splendore quell'opera, nell'ambito delle iniziative già programmate da questa amministrazione per celebrare degnamente il cinquantenario della morte del grande scultore molfettese”. Ma sul fronte dei parchi pubblici, il sindaco ha annunciato anche altre iniziative: “Subito dopo la Villa destineremo ogni sforzo per completare i lavori ed aprire immediatamente anche le altre due opere incompiute, Piazza Effrem e Piazzetta Giovene, che oggi sono due sconci. Subito dopo mi occuperò di un'altra grande incompiuta, che ho particolarmente a cuore e sulla quale bisogna sviluppare un'idea il più possibile innovativa, e cioè il Parco di Mezzogiorno nella zona 167. E un parco enorme, tanto che così è difficile mantenerlo, perché costoso sotto il profilo della sorveglianza e della buona tenuta; ho qualche idea a proposito, ma la tirerò fuori solo dopo aver aperto la Villa e altre due Piazze”.
Autore: Giu. Cal.
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet