Recupero Password
La città che ci meritiamo Corsivi
15 luglio 2007

Vergogna! Vergogna! Voi che passeggiate sicuri e tranquilli per le strade della città, che su spiagge pubbliche vi abbandonate per imbrunir la pelle, voi che amate, che difendete la vostra città, i suoi luoghi più suggestivi, i suoi luoghi più nascosti; voi, considerate se questa è una città. Considerate se questa è una città che è immersa nel fango, considerate se questa è una città che tra tanti vanti ne offre uno meno decoroso: la sporcizia. Considerate se questa è una città dove gettare le cartacce negli appositi contenitori non è ancora un gesto semplice e “naturale”. Considerate se questa è una piazzetta (Aldo Moro) dove invece di trovare un tappeto di erba verde ci si imbatte in bottiglie e in bottiglie e in bottiglie. Ma visto che alcuni sono così incivili perché la suddetta piazzetta non viene mai ripulita? Forse la frequenza dell'inciviltà è superiore a quella con cui la piazzetta viene ripulita oppure quel piccolo territorio verde è abbandonato a se stesso? Considerate se queste sono spiagge dove non c'è un luogo dove sdraiarsi al sole senza dover condividere i benefici raggi solari con vetri, bottiglie di plastica buste, fazzoletti sporchi… Considerate se queste sono spiagge dove si ha paura e si inorridisce a camminare a piedi scalzi, per paura di poter contrarre qualche malattia tagliandosi con i vetri. Considerare se questo è un luogo dalla vista romantica e storica (molo pennello) dove poter passare piacevolmente una serata lontano dall'afa estiva, se come cornice al bellissimo quadro del Duomo abbiamo mobili rotti, copertoni di macchine e infiniti ma infiniti cartoni di pizza lasciati a marcire all'aria o gettati volontariamente nel mare. Considerate che per riuscire a tener pulita Molfetta, per valorizzare i bei posti suggestivi che la città offre senza fare slalom tra le “peroni” vuote che giacciono a terra, non basta lamentarsi o criticare la situazione penosa che quotidianamente siamo costretti a vedere. Bisogna agire, bisogna capire che se hanno inventato i cassonetti vuol dire che servono a qualcosa. Quindi usiamoli. Le lamentele risparmiamocele per coloro i quali non si vergognano di inquinare gettando di tutto per terra. Meditate che questo, purtroppo, è sempre stato… Meditate che questo è ancora, (vergogna!!)… Meditate che questo sarà?
Autore: Domenico Paparella
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet