Recupero Password
La cerimonia del 25 aprile a Molfetta
Il sindaco Minervini
26 aprile 2022

 MOLFETTA - «La libertà non esiste senza autonomia e l'autonomia non esiste senza responsabilità. Chi rifugge dalla responsabilità per comodità personale rifugge dalla libertà e spesso schiaccia con violenza la libertà altrui». Comincia così il messaggio che il sindaco, Tommaso Minervini, affida alla città in occasione del 25 aprile, festa della liberazione.

Quella liberazione che «l'Italia conquistò con la vita ed il sacrificio di un'intera generazione di uomini e donne che oppressi dalla dittatura nazista fascista avvertirono forte la necessità che democrazia e libertà, come diceva Sandro Pertini, valgono sopra ogni cosa. Perché con esse si sprigionano le capacità manuali ed intellettuali di ogni persona, sicché l'emancipazione di ogni singolo, incanalata nel bene comune, fa grande un popolo.

E' importante che questo giorno venga celebrato ogni anno perché non venga dato mai per scontato il significato più autentico della libertà. Oggi il richiamo alla responsabilità è d'obbligo: oggi più che mai è verificato come il rispetto dell'uomo verso l'altro uomo è fondamentale. Penso a quanto sta accadendo in Ucraina, a quanto accade in altre parti del mondo. Alle libertà negate. Ai diritti negati.

La pretesa di dominare un altro, di invadere uno indipendente, ci riporta, ha stato popolo il nostro Presidente Mattarella, alle pagine più buie dell'imperialismo e del colonialismo.

Ringrazio l'ANPI di Molfetta, l'associazione Eredi della storia e l'associazione Marinai d'Italia e tutte le altre associazioni combattentistiche e d'armi e delle nostre forze armate di difesa per il contributo svolto nel tenere vivo il ricordo di quanto è accaduto in Italia ma soprattutto, insieme alle Istituzioni della Repubblica ed al fermento democratico e culturale sul territorio di Molfetta, nel rimarcare nel presente i valori di libertà e democrazia importanti per costruire un futuro sempre migliore.

Settantassette anni fa l'Italia si è liberata dal nazifascismo. Ed ha riconquistato l'unità nazionale. Pensiamo la Pace costruiamo la Pace».

 

 

 

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet