Recupero Password
Istituzione di una commissione speciale per il randagismo in Puglia
29 aprile 2006

BARI – 29.4.2006 Il governo regionale sta mettendo a punto una testo unico sulla trasparenza nella Pubblica Amministrazione. Cinque capitoli di approfondimento per la cittadinanza amministrativa, la comunicazione istituzionale con i cittadini, il portale regionale, la trasparenza sugli appalti pubblici e quella sui concorsi pubblici. Ad annunciarlo, nel corso di un'audizione in seconda commissione consiliare l'assessore regionale alla trasparenza Guglielmo Minervini. Il confronto è stato serrato con il consigliere Roberto Ruocco primo firmatario, insieme con l'intero gruppo regionale di Alleanza Nazionale, di una pdl, già in discussione in Aula ma rinviata in commissione su invito del presidente del consiglio regionale Pietro Pepe, sulle “Norme per la trasparenza nei concorsi e nella selezione del personale nella regione, nelle amministrazioni e nelle società regionali”. “Al momento c'è solo una bozza molto embrionale – ha detto l'assessore – ma nell'arco di quindici giorni mi impegno a portarla in discussione in commissione per poterla anche integrare eventualmente con il testo, più specifico e tematico della pdl del consigliere Ruocco. La nostra proposta è quella di una legge quadro all'interno della quale troveranno posto le differente tematiche”. Ruocco però non ci sta e rivendica la possibilità anche di approvare due provvedimenti. Il disegno di legge del governo e la proposta di legge del suo gruppo. “Mi rimetto comunque alle decisione del gruppo – ha detto il consigliere – anche perché le leggi non deve farle solo la giunta ma soprattutto i consiglieri. Io proporrò di riportarla comunque in Aula senza aspettare il ddl del Governo”. Poi la proposta di mediazione del presidente della commissione Michele Ventricelli che ha proposto, in commissione, l'esame congiunto dei due provvedimenti. “L'approccio integrato – ha ribadito comunque Minervini – è un potenziale valore aggiunto e poi meno si legifera e meglio è per gli stessi cittadini. Io considero una legge quadro una vittoria e non una sconfitta”. I lavori della commissione sono poi proseguiti con l'approvazione alla unanimità di una pdl a firma dei consiglieri Zullo e Damone (Puglia Prima di Tutto) che istituisce una commissione speciale sul fenomeno del randagismo. “La legge in vigore, la 12 del 95, fa acqua da tutte le parti – ha detto Zullo – perché sia i canili sanitari che i canili rifugio non ci sono così come sta facendo acqua anche l'anagrafe canina, la limitazione delle nascite e la collaborazione con le associazioni di volontariato”. La commissione, che resterà in carica per sei mesi, avrà il compito di verificare lo stato dell'arte dell'appplicazione della legge e di fare il punto sugli effetti prodotti dalla stessa per poi produrre una relazione finale da trasmettere al consiglio. Riinviata invece la pdl a firma del consigliere Cioce (assente) sulla “Modifica alla legge regionale 30 dicembre 2005, n.20 “Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione 2006 e bilancio pluriennale 2006-2008 della regione Puglia”.
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet